PDA

Visualizza la versione completa : Partizionamento


Ed_Bunker
24-05-2008, 12:02
Sto installando win xp sul mio portatile (Attualmente c'e' win vista bus) e vorrei sapere se per il partizionamento (Avrei intenzione di creare una partizione primaria con il solo xp, e mettere nella partizione estesa una partizione per i dati "generici", una partizione per il software e tante partizione quanto saranno quelle che andro' a creare quando installero' ubuntu/kubuntu).
Questo partizionamento puo' essere "tranquillamente" effettuato, appunto, quando andro' ad installare ubuntu oppure e' preferibile farlo sin dall'inizio quando si installa xp ?

andy caps
24-05-2008, 12:08
se lasci spazio non partizionato puoi farlo tranquillamente dopo basta dire a ubuntu poi di creare la partizione logica automaticamente crea la partizione estesa
naturalmente nell 'installazione puoi creare anche le varie pertizion dati in fat o altre partizioni

Ed_Bunker
24-05-2008, 16:51
Quindi posso utilizzare inizialmente tutto lo spazio a disposizione (Eccezio fatta per la partizione hp recovery disc he preferirei lasciare inalterata) e poi, quando installero' ubuntu, creare le partizioni logiche (Dati, programmi, partizioni linux) all'interno di una partizione estesa ?

colombre
24-05-2008, 17:14
Originariamente inviato da Ed_Bunker
Quindi posso utilizzare inizialmente tutto lo spazio a disposizione (Eccezio fatta per la partizione hp recovery disc he preferirei lasciare inalterata) e poi, quando installero' ubuntu, creare le partizioni logiche (Dati, programmi, partizioni linux) all'interno di una partizione estesa ?

Quando installi win partiziona il disco con lo spazio che vuoi dare a win e lascia il resto come non partizionato, poi installa ubuntu e crea le partizioni per quest'ultimo nello spazio non partizionato.

In alternativa potresti dare tutto l'hd a win e poi usare una live (knoppix o ubuntu e usare il prog qparted per ripartizionare il disco, ma se devi installare da 0 è un lavoro inutile e sempre rischiosetto. Io l'ho fatto per un dual.boot sVista+Xp ma solo per non dover reinstallare lo sVista già presente.
Si può fare ma io ti consiglio la prima soluzione.
Ciao

Ed_Bunker
24-05-2008, 17:34
Quindi sl momento di installare xsp andrei ad utilizzare solamente, ad esempio, 40 gb. per il sistema operativo lasciando il resto (80 gb.) da utilizzare poi per creare la partizione estesa al cui interno troveranno posto una partizione dati, una partizione sw e diverse partizioni linux.

Per quanto riguarda lo spazio gia' allocato come "hp recovery" (Si tratta di poca roba) meglio lasciarlo inalterato ?

francofait
24-05-2008, 17:45
La partition recovery a parte che normalmente dovrebbe essere protetta , per nessun motivo la devi rimuovere , pena la decadenza immediata della garanzia.

colombre
24-05-2008, 18:18
per il resto va bene come hai detto, ovviamente se vuoi che la partizione dati (da non confondere con la /home di linux dove ci stanno i tuoi dati utente di linux e alcuni files di configurazione per le applicazioni) sia leggibile e scrivibile sia da win che da linux la devi formattare in fat32 o ntfs (a proposito, una volta scriver su partizioni ntfs da linux era fortemente sconsigliato, ora non so, chiedi lumi a chi ne sa più di me o cerca nel forum, io per conto mio uso una piccola partizione fat32 montata come /home/scambio e mi ci trovo bene.

altor
24-05-2008, 19:58
Originariamente inviato da Ed_Bunker
Quindi sl momento di installare xsp andrei ad utilizzare solamente, ad esempio, 40 gb. per il sistema operativo lasciando il resto (80 gb.) da utilizzare poi per creare la partizione estesa al cui interno troveranno posto una partizione dati, una partizione sw e diverse partizioni linux.

Per quanto riguarda lo spazio gia' allocato come "hp recovery" (Si tratta di poca roba) meglio lasciarlo inalterato ?

Non so se era questo il senso del post, comunque personalmente quando ho un disco da partizionare cerco di pensare all'inizio quante distribuzioni intenderò installare, in modo da correre il "rischio da partizionamento" una volta sola....
Ciao!

Ed_Bunker
26-05-2008, 09:05
Originariamente inviato da colombre
per il resto va bene come hai detto, ovviamente se vuoi che la partizione dati (da non confondere con la /home di linux dove ci stanno i tuoi dati utente di linux e alcuni files di configurazione per le applicazioni) sia leggibile e scrivibile sia da win che da linux la devi formattare in fat32 o ntfs (a proposito, una volta scriver su partizioni ntfs da linux era fortemente sconsigliato, ora non so, chiedi lumi a chi ne sa più di me o cerca nel forum, io per conto mio uso una piccola partizione fat32 montata come /home/scambio e mi ci trovo bene.
Sul desktop utilizzavo una partizione primaria in cui avevo xp (20 gb) ed una partizione estesa di 60 gb in cui avevo una partizione ntfs per i "dati" di 20 gb., una partizione ntfs "sw" di 20 gb. e diverse partizioni logiche ext3 per la distro linux installata (Mandriva 2005).

Da linux era possibile vedere tutto il contenuto del disco ma solo in lettura.

Ed_Bunker
26-05-2008, 14:58
Altra cosa: siccome ho qualche problema nel creare una copia di xp per il notebook (Tramite nlite), vorrei sapere se nel frattempo posso installare ubuntu ed utilizzare esclusivamente quello, partizionando "a dovere" il disco e lasciando lo spazio opportuno in cui andare successivamente ad installare xp e le partizioni dati/sw.

Quando avro' installato xp dovrebbe essere poi sufficiente andare a sovrascrivere il mbr per evitare che al boot io veda solo windows, giusto ?

Loading