PDA

Visualizza la versione completa : Problemi digestivi e alimentazione.


Magica Artista
18-09-2008, 02:17
Stavo giusto leggendo questo articolo:

"La digestione è l'insieme dei processi meccanici, fisici e chimici per mezzo dei quali il nostro organismo trasforma i cibi nei loro costituenti di base, che poi utilizzerà per produrre energia e rigenerare tessuti. Purtroppo i problemi digestivi sono tra i più diffusi: stitichezza, colite, gastrite, diarrea, basta pensare alla quantità di spot che promuovono l'utilizzo di medicinali contro questi disturbi per rendersene conto. I problemi dell'apparato digerente sono, il più delle volte, disturbi e non malattie. Infatti, questi disturbi si risolvono spesso nel giro di qualche ora.
Quando si presenta un disturbo, significa che non siamo stati in grado di gestire la nostra digestione, non abbiamo consentito al nostro organismo di digerire correttamente i cibi ingeriti. La digestione è un processo che ha bisogno di tempo, energia e un "ambiente" psicologico favorevole. Quando questa situazione ottimale non si presenta, la digestione non avviene correttamente e il nostro organismo ci lancia un segnale: acidità di stomaco, stitichezza, diarrea, ecc. Questi disturbi provocano un danno a breve termine, durante il disturbo stesso, ma anche a lungo termine, perché a lungo andare l'apparato digerente può subire danni permanenti. I disturbi dell'apparato digerente si dovrebbero prevenire, e non curare, proprio perché sono frutto di errori che, se non corretti, si possono ripetere molto frequentemente, visto che mangiamo tutti i giorni, più volte al giorno.
Tutti dovrebbero conoscere le nozioni di base per prevenire i più comuni problemi digestivi. Purtroppo spesso le nozioni si fermano a pochi luoghi comuni, spesso errati, ed è più probabile il ricorso ai farmaci piuttosto che un aggiustamento della alimentazione o dello stile di vita. In questa sezione cercheremo di dare consigli utili per gestire la propria digestione nel migliore dei modi, considerando i vari aspetti che la influenzano."

Link: http://www.dieta-dimagrante.com/problemi-digestivi.htm

Ora..vi dirò..a me capita davvero di avere problemi (non gravi) per via del mio "umore", diciamo così....e ho spesso problemi...ma non si può proprio fare nulla?!
Ma devo iniziare a mangiare solo verdura! :(
Già ho inziato a prendere del tarassaco e della malva..che dovrebbe aiutarmi..no..voglio dire..è un problema abbastanza brutto........soprattutto perchè ogni volta che dico al mio ragazzo: "Ho mal di stomaco..", lui mi risponde: "E..l'avevo capito..". :dottò:

:cry: Insomma! Condividete con me il mio dolore..voi avete qualche problema al riguardo?
Come prevenite o curate?










Che thread di me*da!!! :stordita:

Magica Artista
18-09-2008, 02:48
Continuando a leggere ho trovato queste due versioni sullo zucchero.
Voi a quale credete?!

Versione uno:
" lo zucchero bianco ha una grossa influenza sia sul sistema nervoso che sul metabolismo, creando prima stimolazione poi depressione con conseguenti stati di irritabilità, falsa euforia, bisogno di prendere altro zucchero, ecc.. In realtà si crea una vera forma di dipendenza, come avviene con la droga o con la nicotina.

Ciò è causato dal rapido e violento assorbimento dello zucchero nel sangue che fa salire la cosiddetta glicemia. Di fronte a tale subitanea salita, il pancreas risponde immettendo insulina nel sangue e ciò provoca una brusca discesa del tasso glicemico detta "crisi ipoglicemica" caratterizzata da uno stato di malessere, sudorazione, irritabilità, aggressività, debolezza, bisogno di mangiare per sentirsi di nuovo su. La conseguenza di questa caduta degli zuccheri è l'immissione in circolo, da parte dell'organismo, di altri ormoni atti a far risalire la glicemia, tra cui l'adrenalina che è l'ormone dell'aggressività, della difesa, della tensione. Si può ben comprendere come questi continui "stress" ormonali con i loro risvolti psicofisici determinano un esaurimento delle energie con l'indebolimento di tutto l'organismo. Ciò è stato ampiamente verificato da studi condotti negli Stati Uniti dove la violenza e l'aggressività nei bambini, messe in relazione anche al tipo di dieta e ai cibi e zuccheri raffinati, hanno creato allarme e preoccupazione per tutte le conseguenze sociali che esse determinano.

E dulcis in fundo, dovete sapere che a lungo andare uno dei sistemi più colpiti è proprio il sistema immunitario, poiché l'esaurimento delle forze e delle energie si traduce in una minore capacità di risposta alle aggressioni esterne e nella tendenza ad ammalarsi. Quando mangiamo 50 gr. di zucchero bianco, la capacità fagocitaria dei globuli bianchi si riduce del 76% e questa diminuzione del sistema di difesa dura circa 7 ore. Le gravi malattie che oggi affliggono l'umanità (cancro, AIDS, sclerosi, malattie autoimmuni, ecc.) nascono proprio da un indebolimento immunitario del quale lo zucchero bianco e l'alimentazione raffinata sono corresponsabili. I danni dello "squisito veleno" bianco sono tanti altri ancora e a tutti i livelli: per esempio circolatorio (con l'aumento di colesterolo e danni alle arterie), epatico, intestinale, ponderale (con l'aumento di peso e l'obesità), cutaneo."

da: http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3410.11

Versione due:
"Lo zucchero assassino

Un'altra vittima della disinformazione è lo zucchero. Se volete capire se una persona sia in grado di parlare di scienza dell'alimentazione con cognizione di causa, proponetele questo semplice quesito:

se devo dolcificare il tè, è meglio usare zucchero di canna, miele o zucchero?

Se la persona propende per il miele o per lo zucchero di canna (non raffinato), lasciate perdere…
Infatti la demonizzazione dello zucchero bianco si basa su argomentazioni prive di ogni fondamento razionale.

1) Troppo zucchero fa male
E che c'entra? La sonnolenza che ci deriva da un'abbondante assunzione di zucchero è la stessa che si avrebbe per un'abbondante assunzione di miele o di zucchero di canna. Ragionando in senso inverso, poiché un grave stato di ipoglicemia (che può portare anche alla morte) viene risolto (cioè il paziente è salvato) somministrando zucchero, si dovrebbe concludere che lo zucchero fa benissimo!
Il grave errore logico è che si scambia il troppo con la normalità. Anche troppo cibo fa male e allora aboliamo il cibo e moriamo di fame! Passiamo a una critica più intelligente.

2) Lo zucchero produce acidi grassi
E allora? Gli acidi grassi ci sono in tutti i cibi grassi. Se facessero male, ancora una volta dovremmo morire di fame.

3) Lo zucchero impoverisce il corpo di sali minerali
Ogni sostanza che viene assimilata per essere gestita dal nostro corpo ha bisogno di altre sostanze.
Sarebbe come dire: non usiamo la macchina perché consuma benzina. Fra l'altro, che lo zucchero sia raffinato o meno, che usiamo il miele oppure no, queste sostanze vengono comunque "sprecate". In tutti i meccanismi energetici noi consumiamo vitamine e minerali. Quindi che si fa? Per non consumarli non ci muoviamo più?

4) Lo zucchero è un prodotto povero
E allora? Premesso che lo zucchero di canna e il miele non brillano certo per essere alimenti particolarmente nutraceutici, un alimento deve assolvere alcune funzioni, non si può demonizzarlo se non le assolve tutte. Dallo zucchero noi ricaviamo energia, le vitamine vengono per esempio assunte dalla frutta. Quindi, demonizzare lo zucchero perché è un prodotto povero significa demonizzare tutti i cibi monofunzionali.

5) Lo zucchero ha un alto indice glicemico
Lo zucchero ha praticamente lo stesso indice glicemico che sia raffinato o meno e il miele ha un indice glicemico addirittura superiore. Al più si deve confrontare con il fruttosio. In ogni caso si deve valutare il carico glicemico, dipendente dalla quantità di zucchero assunto: meglio 10 g di zucchero che 40 g di fruttosio!"

Preso da: http://www.albanesi.it/Dietologia/disinformazione.htm

Non sò più cosa pensare! :fagiano:

--LO--
18-09-2008, 02:52
te sei masochista, dillo :D ti piace farti trattare male, vero? :D
sai si che è un suicidio sto thread?

comunque mi rifiuto di leggere in un link dove c'è la partola Herbalife con sotto termini come "Garanzia di qualità, risultato, assistenza, convenienza ed eticità!..."... sarà roba seria, ma non ce la faccio proprio a leggere...quell'herbalife a lato mi da l'orticaria

sorè, ascolta di meno le ca**ate che trovi per la rete o cher ti girano nell catene di s.antonio che è meglio va.

e poi con Claudio non mangi salutare?

NyXo
18-09-2008, 03:24
Originariamente inviato da Magica Artista
Non sò più cosa pensare! :fagiano:

pensa una cosa soltanto: un giorno ti chiuderanno in una scatola e la seppelliranno sotto terra. Mangia quello che ti piace mangiare. se qualcosa ti da fastidio nell'immediato, evitala.
Tutti si muore, prima o poi, e ciascuno di noi conosce sia un ubriacone di paese sfasciato a 40 anni dall'acool, sia un tizio in ottima salute morto improvvisamente d'infarto, sia il classico nonnino che fino all'ultimo giorno dei suoi 90 anni ha bevuto e fumato come un turco senza mai avere un problema.

lnessuno
18-09-2008, 10:58
Originariamente inviato da NyXo
pensa una cosa soltanto: un giorno ti chiuderanno in una scatola e la seppelliranno sotto terra. Mangia quello che ti piace mangiare. se qualcosa ti da fastidio nell'immediato, evitala.
Tutti si muore, prima o poi, e ciascuno di noi conosce sia un ubriacone di paese sfasciato a 40 anni dall'acool, sia un tizio in ottima salute morto improvvisamente d'infarto, sia il classico nonnino che fino all'ultimo giorno dei suoi 90 anni ha bevuto e fumato come un turco senza mai avere un problema.

è un discorso condivisibile ma sostanzialmente una belinata. perchè un conto è arrivare a 90 anni e morire d'infarto, un conto è prendersi qualche malattia brutta dovuta alla errata alimentazione e campare di stenti fino ai 90...

Druzya
18-09-2008, 11:00
se riesci, fai un salto da una nutrizionista/dietologa etc etc..., non stilano solo diete, ma danno consigli anche per questi casi :smack:

indre
18-09-2008, 11:00
ho avuto anche me problemi di stomaco..
diciamo che quando/dove/come voglio rigetto il cibo..

dopo esami etc.. alla fine era un classico prob di nervoso e stress.
Appena pigi di nuovo passerà :D

magnus
18-09-2008, 11:02
Chi mi fa un riassunto dei primi 2 post affinchè io possa perculare con cognizione di causa?

Grazzzzie :stordita:

Magica Artista
18-09-2008, 15:47
Originariamente inviato da indre
ho avuto anche me problemi di stomaco..
diciamo che quando/dove/come voglio rigetto il cibo..

dopo esami etc.. alla fine era un classico prob di nervoso e stress.
Appena pigi di nuovo passerà :D

Intanto, c'è da dire che pigiare pigio.. :stordita: ..per cui non è quello.

Dru..sono andata da una nutrizionista tempo fà..e non mi aveva fatto fare nessuna analisi ne nulla e mi ha prescritto "così" una dieta.....ho smesso di andarci perchè anche da "magra" avevo gli stessi problemi..per cui.........sono molto sfiduciata al riguardo.

Bò...

Sorellona...non ascolto le cose che dicono nelle catene o credo a tutto ciò che leggo..però se permetti leggendo certe cose inizio a rifletterci..no?! :smack:

Druzya
18-09-2008, 15:58
Originariamente inviato da Magica Artista
Intanto, c'è da dire che pigiare pigio.. :stordita: ..per cui non è quello.

Dru..sono andata da una nutrizionista tempo fà..e non mi aveva fatto fare nessuna analisi ne nulla e mi ha prescritto "così" una dieta.....ho smesso di andarci perchè anche da "magra" avevo gli stessi problemi..per cui.........sono molto sfiduciata al riguardo.


magari hai solo sbagliato nutrizionista :bhò:

Loading