PDA

Visualizza la versione completa : [Film] Torino Film Festival


the_hi†cher
25-11-2008, 15:28
a mio uso e consumo, ho paura di dimenticarmene qualcuno vista la frequenza delle visioni (aggiornerò man mano)


LE FEU, LE SANG, LES ETOILES + ARMANDO E LA POLITICA
Un corto di quandici minuti sulla vittoria elettorale di Sarkozy in Francia vissuta con disperazione da una giovane mamma insieme alla sua bambina, la morte degli ideali dei giovani e della libertà, la necessità di non sottomettersi inermi ai mangiatori di sogni.
Seguito da un bel documentario sul rapporto del padre della regista, l'Armando del titolo, con la politica a partire dalla militanza nel Psi e nel sindacato degli anni giovanili fino ad un misterioso cambiamento di fronte durante il primo governo berlusconi per tornare poi nei ranghi della sinistra in tempi più recenti. Il film traccia in parallelo sia il ritratto dell'Armando (e di molti italiani) uomo e politico attraverso ricordi dei parenti e degli amici di partito che il ritratto dell'Armando padre visto con gli occhi della figlia. Un film ironico e scanzonato che si prende in giro e ammette difetti, arricchito da preziose e divertenti animazioni

LETTER TO BREZHNEV (ciclo British Reinassance)
Una sera, due ragazze di Liverpool abbordano in un bar due marinai appena sbarcati da una nave russa e passano la notte con loro. Il giorno successivo la nave riparte, ma Elaine e Peter, nonostante parlino lingue diverse, si sono innamorati. Non resta che scrivere a Brezhnev.
Dialoghi scattanti, vitalità, comicità, per una piccola storia d’amore metropolitano improvviso e impossibile. (banalmente copiato dal programma, non c'è molto da aggiungere)

LAKE TAHOE (Mex - Fuori Concorso)
Un ragazzo rimasto in panne con la macchina, vaga per una assonata cittadina di provincia alla ricerca di un meccanico prima, del giusto pezzo di ricambio poi. Avanti e indietro lungo i viali deserti e assolati, in un continuo incontro/scontro di solitudini, il film scorre lento (per lo più in camera fissa) lasciando il tempo di assorbire tutti i particolari delle vite con cui veniamo in contatto. Una storia dolceamara.

GIGANTIC (Usa - Fuori Concorso)
Brian vende materassi e sogna di adottare una bambina cinese. Happy è incostante e stralunata. Nel mezzo un universo di caratteri strampalati quanto basta tra i quali spicca il padre di Happy, un John Goodman in stato di grazia. Dalle parti di Wes Anderson e Micheal Gondry, una commedia agra che scava in profondità nei sentimenti e nelle psicologie dei suoi personaggi.

KATYN (Pol - Fuori Concorso)
L'annientamento scrupoloso di una intera classe dirigente nell'ottica della dominazione completa del territorio occupato. L'eccidio di Katyn (20.000 fra soldati e civili polacchi uccisi e sepolti in fosse comuni nella primavera del 1940), da sempre negato dai Sovietici che al tempo si spartivano l'occupazione della Polonia coi Nazisti e attribuito a questi ultimi nei documenti ufficiali fino agli anni '90, rivive in tutta la sua drammaticità in una pellicola diretta dall'ottantenne Andrzej Wajda. Una commovente storia di amore, eroismo e codardia, priva di autocompiacimenti e ammiccamenti. Il fardello della Storia sulle spalle dei pochi che ne furono testimoni e rifiutarono compromessi. Un film epico e necessario.



Breve postilla... è il primo anno che ho il tempo e la voglia di seguire assiduamente le proiezioni e sono rimasta piacevolmente colpita. Dall'organizzazione, dagli spazi messi a disposizione, dal programma del festival ricchissimo e alla portata di tutti, dallo stesso pubblico che nonostante sia sempre numerosissimo assiste alle proiezioni sempre in un piacevole e rispettoso silenzio non interrotto da commenti futili o squilli di telefonini.
Vorrei non finisse mai

wsim
25-11-2008, 15:41
Originariamente inviato da the_hi†cher


Breve postilla... è il primo anno che ho il tempo e la voglia di seguire assiduamente le proiezioni e sono rimasta piacevolmente colpita. Dall'organizzazione, dagli spazi messi a disposizione, dal programma del festival ricchissimo e alla portata di tutti, dallo stesso pubblico che nonostante sia sempre numerosissimo assiste alle proiezioni sempre in un piacevole e rispettoso silenzio non interrotto da commenti futili o squilli di telefonini.
Vorrei non finisse mai

ringrazia Nanni Moretti, e buone visioni :)

RombodiSuono
25-11-2008, 15:45
Originariamente inviato da wsim
ringrazia Nanni Moretti, e buone visioni :)

Si ma intanto Boldi fa ridere e lui annoia.

the_hi†cher
25-11-2008, 15:51
Originariamente inviato da wsim
ringrazia Nanni Moretti, e buone visioni :) appena lo vedo lo riempio di mazzat... aehmm, di complimenti :D

per seguire tutto tutto tutto ci vorrebbero tre distinte personalità residenti in tre corpi distinti, cerco di tenere botta ma non gli si sta dietro, è un lavoro a tempo pienissimo :zizi:

wsim
25-11-2008, 15:52
Originariamente inviato da RombodiSuono
Si ma intanto Boldi fa ridere e lui annoia.

Soprassediamo, come diceva Franco a Ciccio.

the_hi†cher
27-11-2008, 11:37
Originariamente inviato da wsim
Soprassediamo, come diceva Franco a Ciccio. ecco appunto, il mio collega l'altra sera ha quasi calpestato il buon Nanni all'uscita da una proiezione. vale come ringraziamento? :D


A PRIVATE FUNCTION/Pranzo Reale (ciclo British Reinassance)
Inghilterra 1947, mentre si avvicina la data del matrimonio tra Elisabetta e Filippo il paese si trova a fare i conti con il razionamento del cibo. In un paesino dello Yorkshire i notabili del luogo allevano illegalmente un maiale in vista del pranzo per la celebrazione del matrimonio dei Reali. Quando il maiale viene rubato la situazione si complica.
Esempio perfetto di commedia inglese, scritta da Alan Bennet (quello di "La Sovrana Lettrice"), prodotta dalla Handmade di Ringo Starr, interpretata dai sublimi Maggie Smith e Michael Palin oltre che da uno stuolo di irresistibili caratteristi. Introdotta e seguita da un gustosissimo incontro con il protagonista, Michael Palin.

LOCAL HERO (ciclo British Reinassance)
Un agente di una azienda petrolifera texana viene mandato in Scozia per trattare l'aquisto di un intero paese, compreso di baia, per l'installazione di una raffineria. L'uomo si adatterà presto al placido e bizzarro stile di vita locale.
Genuinamente divertente

MOMMA’S MAN (Usa - In Concorso)
Tornato a casa dei genitori per quella che dovrebbe essere una breve visita, Mickey rimanda giorno dopo giorno la partenza fino a non trovare più la forza di andarsene e ritornare dalla moglie e dalla figlia neonata, Girato con scarsissimi mezzi ma con abbandanza di idee un film divertente e commovente nel quale non si fa fatica a riconoscersi

DIE WELLE (Ger - In Concorso)
Un esperimento sociopolitico sulla possibilità dell'instaurazione di una dittatura in tempi moderni sfugge di mano all'insegnante che si è proposto come novello dittatore e ai suoi studenti che cercano nell'omologazione del gruppo la sicurezza e l'affetto che mancano loro in quanto entità distinte e uniche. A tratti banale e ammiccante, con una regia televisiva senza troppa inventiva, rimane inquietante nel suo messaggio di fondo soprattutto considerando che il film è tratto da una storia vera

THE ESCAPIST (Ir/Uk - Fuori Concorso)
Frank Perry, ergastolano senza alcuna possibilità di sconto di pena, organizza con un paio di compari un'evasione dopo aver saputo che sua figlia è in fin di vita. Man mano il piano per l'evasione si complica e finisce per interessare anche il "boss" del carcere. Opera prima maneggiata con maestria, con la tensione che scorre per tutto il film senza calare mai insieme a una vena di (dis)umana violenza che scorre e trasuda dai corpi dei reclusi che tutto farebbero pur di riveder le stelle


stay tuned...

wsim
27-11-2008, 11:44
Originariamente inviato da the_hi†cher


A PRIVATE FUNCTION/Pranzo Reale (ciclo British Reinassance)
Inghilterra 1947, mentre si avvicina la data del matrimonio tra Elisabetta e Filippo il paese si trova a fare i conti con il razionamento del cibo. In un paesino dello Yorkshire i notabili del luogo allevano illegalmente un maiale in vista del pranzo per la celebrazione del matrimonio dei Reali. Quando il maiale viene rubato la situazione si complica.
Esempio perfetto di commedia inglese, scritta da Alan Bennet (quello di "La Sovrana Lettrice"), prodotta dalla Handmade di Ringo Starr, interpretata dai sublimi Maggie Smith e Michael Palin oltre che da uno stuolo di irresistibili caratteristi. Introdotta e seguita da un gustosissimo incontro con il protagonista, Michael Palin.



Di questo ho la VHS che era uscita con Repubblica/L'Espresso almeno 10 anni fa...
Effettivamente è una commedia graziosa.

the_hi†cher
27-11-2008, 11:54
Originariamente inviato da wsim
Di questo ho la VHS che era uscita con Repubblica/L'Espresso almeno 10 anni fa...
Effettivamente è una commedia graziosa. Io invece me l'ero completamente persa e poterlo rivedere al cinema, in lingua originale e con il protagonista che racconta origini e retroscena del film e della sua carriera in generale è stata una gran bella esperienza. Tutto il festival è ben concepito ma il ciclo British Reinassance ha il pregio di riproporre dei film che magari non hanno fatto la storia di un genere ma hanno avuto il pregio di costruire una base solida sulla quale hanno potuto contare molti autori sia allora che al giorno d'oggi. Considerando che sono pellicole di trent'anni fa e che quasi tutte possono vantare almeno un passaggio televisivo, vedere le sale piene di spettatori ha un bel significato :D

wsim
27-11-2008, 12:04
Originariamente inviato da the_hi†cher
Tutto il festival è ben concepito ma il ciclo British Reinassance ha il pregio di riproporre dei film che magari non hanno fatto la storia di un genere ma hanno avuto il pregio di costruire una base solida ...

... vedere le sale piene di spettatori ha un bel significato :D


Belle le rassegne a tema...eh...che nostalgia...
Proiettano anche "Brass off" (che da noi era uscito come "Grazie signora Tatcher"? - bellissimo n.d.w.)?

E speriamo che le sale (almeno QUESTE sale) si riempiano sempre più...

the_hi†cher
27-11-2008, 12:32
Originariamente inviato da wsim
Belle le rassegne a tema...eh...che nostalgia...
Proiettano anche "Brass off" (che da noi era uscito come "Grazie signora Tatcher"? - bellissimo n.d.w.)?

E speriamo che le sale (almeno QUESTE sale) si riempiano sempre più... no quello no, troppo recente, la british reinassance va dalla fine degli anni '70 alla fine degli anni '80 (almeno nelle intenzioni dei curatori della rassegna)
http://www.torinofilmfest.org/view.php?ID=78&lang=ita

e sì, queste sale sono piene e non solo o semplicemente di addetti ai lavori e, nonostante non si sappia mai dove mettere borse, sciarpe, cappelli, cappotti, fa un gran piacere vederle così :D

Loading