PDA

Visualizza la versione completa : voglio fare la prostituta


scimmietta1
02-12-2008, 14:33
:nonono: non io spiritosoni..

certo che è una scelta di vita particolare.. Alcune lo fanno perchè costrette.. altre magari perchè non gli dispiace.. ed altre a quanto pare per i soldi.. bàh

"Ho 17 anni e voglio fare la prostituta"

Confessione choc davanti
al magistrato. Denunciata
la madre: era d’accordo anche lei
NICCOLO' ZANCAN
TORINO
Sonia, 17 anni, romena di Macin, non accusa nessuno. Lei vuole solo tornare a fare la prostituta in corso Potenza. Domanda del pm Cristina Bianconi: «Ma non è terribile là fuori? Devi stare con vecchi, malati, gente pericolosa». Risposta della ragazzina: «Ci si abitua a tutto, dottoressa. Io non ho paura. Io voglio guadagnare bene, e essere libera».

Nuove schiavitù. «Ci troviamo di fronte a uno scenario che sta cambiando - spiega il pm Bianconi - la maggior parte delle ragazze partono dalla Romania consapevoli di quello che verranno a fare. Spesso sono indotte ed accompagnate da fidanzati con cui hanno storie malate. Ma non c’è più violenza fisica, non ci sono ricatti. Nella maggior parte dei casi c’è solo la volontà di guadagnare tanti soldi nel modo più veloce possibile». Perché nonostante la crisi, dice il magistrato, l’industria della prostituzione continua ad andare fortissimo: «L’altro giorno ho interrogato una ragazzina che mi ha detto di aver guadagnato 30 mila euro in tre mesi. Diciamo che la media è di 600 euro al giorno».

La storia di Sonia a Torino non ha precedenti. Il suo protettore è stato arrestato: continuava a sentirla mentre lei era in Comunità, discutevano insieme su come tornare al lavoro. Denunciata anche la madre della ragazza: è arrivata apposta dalla Romania come garante, voleva restituirla alla strada. Denunciata la stessa Sonia, sempre per false dichiarazioni al pm: «Abbiamo intercettato le sue conversazioni - dice la dottoressa Bianconi - abbiamo verificato inequivocabilmente che ci ha mentito. Non vuole essere liberata, vuole tornare a vendersi».

Sonia arriva a Torino la scorsa estate. Dice di lavorare come badante, casa in via Borgomanero. Con lei abitano una ragazza romena maggiorenne e suo marito. I carabinieri del nucleo operativo la rintracciano presto. Perché frequenta posti già noti per un’altra indagine: “Oro Rosso”. Quella servita per sgominare un’organizzazione criminale che riduceva in schiavitù ragazzi ladri di rame. Stesso punto di partenza: Macin.

Sonia viene presa dalla strada mentre aspetta i clienti. Per due mesi resta in comunità. Seguita da psicologi ed assistenti sociali. Gli investigatori cercano di capire chi possa tirare i fili della sua esistenza, ma trovano solo silenzi, bugie, coperture, complicità. Lunedì scorso è stato arrestato il suo protettore, Caldararu Florin, 30 anni, difeso dagli avvocati Domenico Peila e Alessandro Bellina: «Abbiamo presentato richiesta di riesame - spiegano - l’udienza è fissata per il 5 dicembre davanti al Tribunale della Libertà. Abbiamo 500 pagine di atti da studiare». Il finale però è già scritto. Così vuole Sonia: «Quando farò diciott’anni tornerò sul marciapiede di corso Potenza». Giovanissima, come richiede il mercato. «Continuano ad arrivare - dice il pm Bianconi - sempre più giovani, il fenomeno è in aumento. L’altro giorno una ragazzina mi ha detto. “Non vedo l’ora di diventare maggiorenne così passo dalla strada al night”». Un salto di qualità. Senza moralismo: soldi, soldi, soldi.

wallrider
02-12-2008, 14:48
Originariamente inviato da scimmietta1

...
Denunciata la stessa Sonia, sempre per false dichiarazioni al pm: «Abbiamo intercettato le sue conversazioni - dice la dottoressa Bianconi - abbiamo verificato inequivocabilmente che ci ha mentito. Non vuole essere liberata, vuole tornare a vendersi»
...

questa è la più paradossale :berto:

scimmietta1
02-12-2008, 14:52
Originariamente inviato da wallrider
questa è la più paradossale :berto:

:bhò: non capisco se è una scusa perchè ha paura o lo pensa davvero

lookha
02-12-2008, 14:55
non è nient'altro che un esempio in più di una campagna di legittimazione della prostituzione, con il solo obbiettivo di far sembrare le prostitute come colpevoli delle loro scelte, e non come vittime.

Non mi sorprende infatti che tu abbia detto "Alcune lo fanno perchè costrette.. altre magari perchè non gli dispiace.. ed altre a quanto pare per i soldi.."
Sicuramente è un lapsus, ma guarda caso son le prime 3 ragioni che ti son venute in mente...

2 su 3 sono ragioni dove la scelta personale è libera e consapevole.
Una ratio non certo rappresentativa della realtà della prostituzione.

bootzenn
02-12-2008, 14:57
non è nemmeno colpa di quelle ragazzine che sono nate e sono state educate in quella cultura....ma è colpa dei genitori dei genitori dei genitori dei loro genitori (insomma qualche generazione fa)

chi diceva <insegnate la geometria ai bambini e vedrete come cambierà la società> forse ne sapeva qualcuna più di noi

scimmietta1
02-12-2008, 15:03
Originariamente inviato da lookha
non è nient'altro che un esempio in più di una campagna di legittimazione della prostituzione, con il solo obbiettivo di far sembrare le prostitute come colpevoli delle loro scelte, e non come vittime.

Non mi sorprende infatti che tu abbia detto "Alcune lo fanno perchè costrette.. altre magari perchè non gli dispiace.. ed altre a quanto pare per i soldi.."
Sicuramente è un lapsus, ma guarda caso son le prime 3 ragioni che ti son venute in mente...

2 su 3 sono ragioni dove la scelta personale è libera e consapevole.
Una ratio non certo rappresentativa della realtà della prostituzione.

no no io intendevo che i fattori sociali, culturali e famigliari a volte non ci sono chiari

slegolego
02-12-2008, 15:05
io resto basito

il corpo e' suo e ci fa quello che vuole lei (o quelo che vuole il suo pappone) in una sadica evoulzione del femminismo deviato
la prostituzione e' un mercato : Domanda (italiani frustrati) Offerta (rumene/nigeriane/slave... sfruttate)
il vaticano i cattolici convinti alimentano l'ipocrisia dogmatica dell'inesistenza del problema
la mafia incassa e ringrazia

legalizzare riaprire i bordelli e fare pagare le tasse
poi vediamo se ancora fanno i soldi facili
e se ancora hanno voglia di fare il mestiere piu' antico del mondo
liberissime di farlo

anche se io proprio non riesco a capire....

krakovia
02-12-2008, 15:07
Lookha fai il moralizzatore adesso?

edit: non solo lookha vedo... :dhò:

aeterna
02-12-2008, 15:08
Originariamente inviato da lookha
non è nient'altro che un esempio in più di una campagna di legittimazione della prostituzione, con il solo obbiettivo di far sembrare le prostitute come colpevoli delle loro scelte, e non come vittime.


non la farei così complottistica la faccenda.

hai mai sentito parlare delle babycubiste che si esibiscono in disco, a volte seminude, per i loro coetanei la domenica pomeriggio in cambio di una ricarica al cellulare o qualche decina di euro da parte del gestore?

oppure delle sempre + ragazze che si esibiscono in webcam per guadagnare di più?

che la gioventù stia cambiando, abbia sempre meno scrupoli e sia sempre più drogata dal consumismo è un fatto.

questo in casa nostra.
se poi parliamo dell'est, della fuga della povertà, ... credo che questo nuovo fenomeno esista e sia in espansione

aeterna
02-12-2008, 15:10
Originariamente inviato da slegolego
il corpo e' suo e ci fa quello che vuole lei

quando si perde il rispetto per se stessi l'unica prospettiva è la decadenza.
se ampliamo il discorso ad una intera società.. c'è da aver timore del futuro.

Loading