PDA

Visualizza la versione completa : Berlusconi: regolamentare internet


DonFabio
03-12-2008, 13:53
ROMA - "Regolamentare internet". Silvio Berlusconi, ispirato dalla visita al Polo tecnologico di Poste italiane all'Eur di Roma, parla di un sistema per dare delle regole al web. E di una proposta che il governo s'impegna a portare sul tavolo del prossimo G8, presieduto proprio dall'Italia. "Porteremo sul tavolo una proposta di regolamentazione di internet in tutto il mondo, essendo internet un forum aperto a tutto il mondo", ha annunciato.

Regole per la rete. L'iniziativa del premier parte dall'osservazione che "per quanto riguarda internet manca una regolamentazione comune". Nessun altro dettaglio, ma Berlusconi ha spiegato che si tratterà di una proposta fatta con una "prospettiva internazionale, in cui l'Italia possa essere avanguardia".


estratto da repubblica.it

no comment

andrea.paiola
03-12-2008, 13:54
:biifu: :biifu: :biifu: :biifu: :biifu:

marco@linuxbox
03-12-2008, 13:55
il vaticano si è già espresso negativamente?

dopotutto su internet c'è molto porno.

andrea.paiola
03-12-2008, 13:56
Il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, avanzerà al prossimo G8, di cui l'Italia ha la presidenza, «una proposta di regolamentazione internazionale del sistema Internet». Lo ha detto il Cavaliere al termine di una visita al polo tecnologico delle poste italiane.

«Sarò per la terza volta presidente del G8, che ha già come compito la regolazione dei mercati finanziari in tutte le nazioni; ho visto che per quanto riguarda Internet manca una regolamentazione comune», e al problema, secondo Berlusconi, non possono porre soluzione le Nazioni Unite, che sono «pletoriche».

Nel G8 «invece si discute, ci si interfaccia e si arriva a soluzioni concrete che poi tutti i Paesi si impegnano ad accettare».

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200812articoli/38795girata.asp

DonFabio
03-12-2008, 13:56
Originariamente inviato da andrea.paiola
:biifu: :biifu: :biifu: :biifu: :biifu: Questo sarà probabilmente il gesto di reazione di molti uditori. Ma il messaggio insito è spaventoso. Dare regole ad "un forum aperto a tutto il mondo" cosa può voler dire?
E' un essere grottesco.

andrea_o
03-12-2008, 13:57
Sparata a aprte su una cosa avrebbe ragione..coordinare una serie di azioni a livello penale e legislativo per mettere il freno a certi contenuti. Anche se si tratta di una lotta ai mulini a vento, visti i paesi in cui risiedono certe server farm. Sarebbe comunque un segnale pero'.

andrea.paiola
03-12-2008, 13:58
Originariamente inviato da DonFabio
Questo sarà probabilmente il gesto di reazione di molti uditori. Ma il messaggio insito è spaventoso. Dare regole ad "un forum aperto a tutto il mondo" cosa può voler dire?
vuol dire che ha visto delle lucine lampeggianti e pensa di poter dire la propria, inoltre ha anche pensato che era un po' che non ne sparava una bella divertente

Originariamente inviato da DonFabio E' un essere grottesco.
sai che novità

andrea.paiola
03-12-2008, 14:00
Originariamente inviato da andrea_o
Sparata a aprte su una cosa avrebbe ragione..coordinare una serie di azioni a livello penale e legislativo per mettere il freno a certi contenuti. Anche se si tratta di una lotta ai mulini a vento, visti i paesi in cui risiedono certe server farm. Sarebbe comunque un segnale pero'.
sarebbe innanzitutto una perdita di tempo, perchè non sono le nazioni a poter decidere i contenuti di internet
su internet valgono comunque già le leggi italiane per quello che ci compete, non si può volere di più

Petro_suse91
03-12-2008, 14:00
Internet VA regolamentata, non si può pensare che sia terra di nessuno dove chiunque può fare quello che vuole. Internet è libera, ma non anarchica.

Però ci sono già organismi come l'Internet Governance Forum (http://www.intgovforum.org/) che lavorano in questa direzione, perché non rivolgersi lì invece di fare sparate propagandistiche?

andrea.paiola
03-12-2008, 14:01
Originariamente inviato da Petro_suse91
Internet VA regolamentata, non si può pensare che sia terra di nessuno dove chiunque può fare quello che vuole. Internet è libera, ma non anarchica.
su internet valgono comunque già le leggi italiane per quello che ci compete, non si può volere di più

Loading