PDA

Visualizza la versione completa : [Legal-Agiachico] - Aumento di prezzi all'ingresso non comunicato: è legale?


capsula
21-12-2008, 19:29
Se un locale o una qualsiasi attività per cui si paghi un ingresso dichiara una cifra di ingresso pari a X comunicandola in svariati modi, ad esempio tramite flyer o biglietti che dir si voglia, e poi al momento dell'evento, dell'atto per il quale era stato dichiarato un prezzo si rivela esserci una maggiorazione del prezzo di Y (quindi tu alla fine devi pagare X+Y mentre ti era stato detto solo X) la cosa oltre che a farti incazzare può essere denunciata a qualche autorità o si può procedere per vie legali?
Insomma dichiarare (per un locale ad esempio) un prezzo di X e poi far pagare X+Y è legalmente possibile o si è passibili di multa se denunciati/scoperti?

agiaco
21-12-2008, 20:07
TEORICAMENTE si, perchè volantinare un servizio od un prodotto ad un dato prezzo equivarebbe a proposta contrattuale, irrevocabileuna volta giunta a destinazione del consumatore ed accettata. Così si regolano i supermercati ad esempio, che se sbagliano il prezzo indicato sulla merce fanno comunque pagare quello inferiore.

Dò per scontato che almeno la variazione sia stata comunicata prima della fruizione del servizio, dopo è assolutamente pacifico che nulla di più è dovuto.
Competente è l'Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato, in via amministrativa (ma senza possibilità di rimborso per il consumatore, solo sanzioni), e il giudice civile in via ordinaria (ma onestamente non so se valga la pena).
Consigliata la mediazione di un'associazione di consumatori.

capsula
21-12-2008, 20:25
Originariamente inviato da agiaco
TEORICAMENTE si, perchè volantinare un servizio od un prodotto ad un dato prezzo equivarebbe a proposta contrattuale, irrevocabileuna volta giunta a destinazione del consumatore ed accettata. Così si regolano i supermercati ad esempio, che se sbagliano il prezzo indicato sulla merce fanno comunque pagare quello inferiore.

Dò per scontato che almeno la variazione sia stata comunicata prima della fruizione del servizio, dopo è assolutamente pacifico che nulla di più è dovuto.
Competente è l'Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato, in via amministrativa (ma senza possibilità di rimborso per il consumatore, solo sanzioni), e il giudice civile in via ordinaria (ma onestamente non so se valga la pena).
Consigliata la mediazione di un'associazione di consumatori.

Grazie della risposta ma non capisco molto del linguaggio specifico... faccio un esempio del caso così magari mi puoi spiegare in pratica se la cosa è regolare o no e cosa si può fare (denunce, multe ecc).

Il locale in questione scrive nei manifesti e nei biglietti che lascia in giro (pubblicizza insomma) una serata a 15euro di ingresso (poniamo).
La gente che va nel locale per quell'evento si trova all'uscita a pagare un przzo superiore ai 15euro, 20-22 euro poniamo.

Oltre a incazzarti per esser stato preso per i fondelli puoi fare altro? Denunciare il locale? Gli daranno delle multe?

Grazie Agià :)

agiaco
21-12-2008, 20:45
Non avevo capito fosse all'uscita, pensavo che già all'entrata vi avessero avvisato.

no assolutamente non possono farlo a meno di informarvi in maniera adeguata, potete pagare solo 15 euro e se avete pagato di più farvi dare la differenza.

Per la segnalazione, sempre il garante che dicevo prima, che farà un'istruttoria e comminerà sanzioni.

capsula
21-12-2008, 20:54
Originariamente inviato da agiaco
Non avevo capito fosse all'uscita, pensavo che già all'entrata vi avessero avvisato.

no assolutamente non possono farlo a meno di informarvi in maniera adeguata, potete pagare solo 15 euro e se avete pagato di più farvi dare la differenza.

Per la segnalazione, sempre il garante che dicevo prima, che farà un'istruttoria e comminerà sanzioni.

Si nei locali di solito ti danno una tesserina dove ti segnano le consumazioni che hai preso al bar e all'uscita passi per la cassa e paghi ingresso + eventuali consumazioni.

La legge o l'articolo o quel che è che indica che non possono farlo me lo sapresti indicare?

Se viene segnalata la cosa faranno una multa ai gestori del locale? L'accusa quale sarebbe, tecnicamente parlando?

Vincent_Aston
21-12-2008, 21:04
Se veramente ti devi muovere, io ti consiglio di ascoltare cosa ti dicono Codacons o Adusbef.

Se parti con una denuncia e poi non hai ragione : ti tocca pagare i danni.

E tante volte si pensa di averla (la ragione) ma i cavilli della giustizia sono molti.

agiaco
21-12-2008, 21:09
codice civile, 1336, 1337, ma non ti conviene andare in causa per 10 euro, prova a farteli rendere minacciando segnalazioni al garante, che procurerebbero sanzioni sostanziose.

E vai da un'associazione di consumatori.

agiaco
21-12-2008, 21:12
Ah, dimenticavo, 20 e 21 del codice del consumo.

capsula
21-12-2008, 22:14
Grazie. Il fatto comunque non è successo nei miei confronti (io nel locale non ci son andato) ma è successo ad amici, e non è la prima volta che il gestora fa il furbetto alzando i prezzi senza avvisare prima ma a serata in corso (quindi ingresso avvenuto da parte dei clienti), quindi volevo informarmi su cosa si potrebbe fare.

Una segnalazione al garante o all'associazione consumatori comporta delle spese?
La multa o sanzione al locale con quanta probailità verrà veramente fatta?

Se non si fosse capito, se mai qualcuno di quelli che è andato decidesse di segnalare la cosa si spera di non spendere soldi e di veder il gestore punito, sto stron*one

capsula
21-12-2008, 22:32
Cito gli articoli che mi hai indicato:


Art. 1336
Offerta al pubblico L'offerta al pubblico, quando contiene gli estremi essenziali del contratto alla cui conclusione è diretta, vale come proposta, salvo che risulti diversamente dalle circostanze o dagli usi. La revoca dell'offerta, se è fatta nella stessa forma dell'offerta o in forma equipollente, è efficace anche in confronto di chi non ne ha avuto notizia.

Art. 1337
Trattative e responsabilità precontrattuale Le parti, nello svolgimento delle trattative e nella formazione del contratto, devono comportarsi secondo buona fede (1366,1375, 2208).


Che significa in buona fede?
All'articolo 1366 leggo:


Art. 1366
Interpretazione di buona fede Il contratto deve essere interpretato secondo buona fede (1337,1371,1375).

Loading