PDA

Visualizza la versione completa : Lavoro e sensi di colpa...


Mauz®
19-03-2009, 17:03
Posto che da un po' di tempo ho dato preavviso e me ne sto andando dall'azienda per cui lavoro attualmente... anzi, praticamente me ne sono già andato del tutto!

Posto che a fine gennaio ho fatto un colloquio per un'agenzia che lavora per una grossissima e straconosciutissima azienda italiana!

Posto che nel frattempo ho cambiato idea sul tipo di lavoro che avrei dovuto svolgere per questa agenzia nel caso ipotetico in cui mi avessero preso, nel senso che sto cercando qualcosa di diverso!

Posto che a distanza di un mese e mezzo (e anche qualcosina in più) l'amministratore delegato di questa azienda (che è anche la persona con cui avevo fatto il colloquio) mi ha chiamato per dirmi che mi hanno preso!

Posto che per fare questo lavoro che NON MI PIACE mi offrivano un'assunzione (da definire il tipo di assunzione e i dettagli)!

Posto che ho rifiutato, perchè in fondo a me quel lavoro non piace!

Posto che pur non piacendomi è un lavoro che tante persone avrebbero accettato AL VOLO e posto che in questi tempi di crisi rischio di pentirmi amaramente di aver rifiutato una proposta di lavoro!



Ditemi...


SONO STATO TANTO COGLIONE?!?!?! :incupito:
Perchè sapete... ho una lieve sensazione di senso di colpa! Giusto un tantinino...
Ma in fondo perchè devo fare un esperienza che avrei molto probabilmente vissuto male e che mi avrebbe tolto il tempo di cercare altro? :master:

Ok che sto cercando lavoro, ok, che non ho un'autonomia infinita per quanto riguarda i soldi, ma se possibile vorrei trovare qualcosa di più costruttivo! :bhò:


Vi prego, abbiate pietà e ditemi che ho fatto bene... :cry:

aedo1.0
19-03-2009, 17:04
se ti senti in grado di trovare qualcosa di più confacente a te hai fatto benissimo.

3d chiuso.

yaya
19-03-2009, 17:04
hai fatto bene :fagiano:

ti dirò, avresti potuto iniziare e approfittare del periodo di prova per cercare altro ma io mi sentirei una merda a farlo..

.NET-Inside
19-03-2009, 17:08
Si vede che non hai bisogno di soldi :madai!?:

Visto che le aziende tendono sempre a metterla nel culo al lavoratore non capisco perchè "avere pietà", ci andavi:
-Prendevi soldi
-Magari ti piaceva pure
-Potevi cercare occasioni con più calma

Mauz®
19-03-2009, 17:10
Diciamo che la mia scelta l'ho fatta in parte perchè non mi piace come alvoro e in parte perchè da lì ci sarebbero state poche possibilità di salire! Per la serie "inizi con quella mansione e nel 90% dei casi finisci con quella mansione, solo con uno stipendio più alto"!

In questo momento sono anche disposto a fare qualche sacrificio e svolgere lavori che detesto... Ma quello a cui miro è avere una seria prospettiva di carriera! Non fare lavori che detesto e che sono fini a sè stessi!

Originariamente inviato da .NET-Inside
Si vede che non hai bisogno di soldi :madai!?:

Visto che le aziende tendono sempre a metterla nel culo al lavoratore non capisco perchè "avere pietà", ci andavi:
-Prendevi soldi
-Magari ti piaceva pure
-Potevi cercare occasioni con più calma
Diciamo che non ho bisogno IMMEDIATO di soldi... Ma non posso nemmeno mettermi a fare la bella vita, per intenderci! :D

Per il resto preferisco non lasciare terra bruciata dietro di me... Nel senso che se accetto un lavoro lo faccio con l'intenzione di dedicarmici e di costruire, nei limiti del possibile, un rapporto duraturo! L'accettare un lavoro che non amo nell'ottica di trovare nel frattempo qualcos altro l'ho già fatto tempo fa e il risultato è stato che non ho avuto molto tempo per cercare e in compenso quando l'ho fatto ho trovato un lavoro UGUALE, solo con un contratto migliore... :bhò:

rebelia
19-03-2009, 17:11
Originariamente inviato da Mauz®
SONO STATO TANTO COGLIONE?!?!?! :incupito:

hai creditori?
hai persone che dipendono da te?

se la risposta e' no a entrambe le domande, non vedo perche' tu non debba esser libero di fare le tue scelte; l'importante - come dicevo in un altro thread - e' non guardarsi indietro se per caso dovesse andar male (e non e' detto che debba per forza succedere) :fagiano:

leon4rdo
19-03-2009, 17:11
Originariamente inviato da Mauz®

In questo momento sono anche disposto a fare qualche sacrificio e svolgere lavori che detesto... Ma quello a cui miro è avere una seria prospettiva di carriera! Non fare lavori che detesto e che sono fini a sè stessi!

:incupito: Eppure il ministro Sacconi l'aveva detto di accettare anche i lavori umili...

indre
19-03-2009, 17:14
di questi tempi leggermente si eh.. :madai!?:

Potevi stare nella vecchia agenzia e cercare bene ciò che volevi.. ma trovarlo di sti tempi è difficile...
ma prima di licenziarti non sapevi che lavoro saresti andato a fare nella nuova azienda? :dottò:

cmq se non hai acqua alla gola con il danaro...

cmq almeno sei stato corretto con l'agenzia in cui saresti dovuto andare a lavorare..

Mauz®
19-03-2009, 17:16
Originariamente inviato da rebelia
hai creditori?
hai persone che dipendono da te?

se la risposta e' no a entrambe le domande, non vedo perche' tu non debba esser libero di fare le tue scelte; l'importante - come dicevo in un altro thread - e' non guardarsi indietro se per caso dovesse andar male (e non e' detto che debba per forza succedere) :fagiano:
Hai proprio preso il punto! :D
Il timore è quello di ritrovarmi tr aun po' di tempo a guardare indietro e darmi dello stupido! Vabbè, sarà una motivazione in più ad impegnarmi nella ricerca! :)

In ogni caso: niente creditori e niente persone che dipendono da me! :fighet:

Originariamente inviato da leon4rdo
:incupito: Eppure il ministro Sacconi l'aveva detto di accettare anche i lavori umili...
Ma non sarebbe neanche stato un lavoro così umile... Anzi, un lavoro normalissimo che fanno in tantissimi in giro! Solo che fa parte di quei lavori che O li odi O li ami! C'è gente che li evita come la peste e gente che non li cambierebbe per niente al mondo! Quello che manca sono le vie di mezzo!

Originariamente inviato da indre
di questi tempi leggermente si eh.. :madai!?:

Potevi stare nella vecchia agenzia e cercare bene ciò che volevi.. ma trovarlo di sti tempi è difficile...
ma prima di licenziarti non sapevi che lavoro saresti andato a fare nella nuova azienda? :dottò:

cmq se non hai acqua alla gola con il danaro...

cmq almeno sei stato corretto con l'agenzia in cui saresti dovuto andare a lavorare..
A stare nella vecchia agenzia non riuscivo a guardarmi intorno! Ho preferito essere onesto, portare a termine le cose che avevo in ballo e andarmene!
L'acqua alla gola non ce l'ho... Diciamo che se a trovare qualcos altro ci metto più del preventivato potrei ritrovarmela! :stordita:

MDM
19-03-2009, 17:18
sensi di colpa per vendere telefonia mobile? e perché?
la maggior parte degli agenti cerca di vendere il ghiaccio agli eschimesi, ma non devi essere per forza così anche tu. Anche io ho fatto questo lavoro, senza ingannare mai nessuno. Non sarei mai arrivato ai livelli dei venditori un po' troppo furbi, ma preferivo così, proprio per essere apposto in coscienza. Si guadagna di meno ma si può sopravvivere.

Loading