PDA

Visualizza la versione completa : [FILM] Franklyn


Torry
01-04-2009, 12:50
Dal 17 aprile nei cinema....
Il trailer (http://www.traileraddict.com/trailer/franklyn/trailer) ufficiale...


...dev'essere bello :fighet:

http://www.vivacinema.it/img/franklyn-locandina-italiana.jpg

wallrider
01-04-2009, 13:43
ma è preso da un qualche libro?

PS: Lei :sbav:

Uanne
01-04-2009, 13:44
speriamo sia carino

slegolego
01-04-2009, 13:57
Eva Green e' una donna splendida

Torry
01-04-2009, 14:19
Originariamente inviato da wallrider
ma è preso da un qualche libro?



bohhh

wsim
01-04-2009, 15:33
Originariamente inviato da Torry

...dev'essere bello :fighet:



è un imperativo? una speranza?

Torry
01-04-2009, 15:50
Originariamente inviato da wsim
è un imperativo? una speranza?


una speranza :zizi:

wsim
01-04-2009, 16:38
Originariamente inviato da Torry
una speranza :zizi:

riponila in qualcos'altro, va' :D

aeterna
24-04-2009, 02:40
ancora ebbra di emozioni qualche ora dopo la visione.
capita, raramente, che mi conceda il lusso di regalarmi un cinema in scatola chiusa. un dettaglio, un colore, una frase carpita in un trailer, mi invitano ammalianti a provare il brivido di veder spegnere le luci senza avere idea di cosa mi aspetti.
franklyn ha saputo ricompensarmi generosamente dell'azzardo.
scorci di vita di una donna e di tre uomini, senza nessun apparente legame che giustifichi il contemporaneo dipanarsi della loro storia nella pellicola, vengono ritratti sulla superficie di due mondi così lontani tra loro: una anonima londra contemporanea, ed una città di mezzo (meanwhile city) che sembra partorita dalla visionaria fantasia di un burton o di un gaiman.

non dirò di più, e invito chi può sentirsi interessato, a non rischiare di approfondire troppo, per non rovinarsi i ponderati passaggi che accompagnano lo spettatore da una opprimente inquietudine iniziale, data dal non capire perchè ci viene raccontato ciò che stiamo vedendo, all'emozionante soluzione dell'enigma.
franklyn è un film che non mancherà di dividere nei giudizi, poichè complesso, di non facile lettura allo spettatore meno disposto a impegnarsi nella sua comprensione.
si scava nelle profondità dell'animo dei quattro protagonisti, per portare alla luce nè più nè meno di ciò che ognuno di noi è. occorre fermarsi a pensare, durante e dopo la visione, per estendere ciò che il film riesce solo a stimolare, ossia riflettere sul cuore e sulla mente, e su come essi si adattano in modi ogni volta differenti ed unici, per sopravvivere a questa londra o a questa città di mezzo in cui viviamo ogni giorno.
ognuna di queste vite avrebbe necessitato ampi spazi di caratterizzazione ed indagine psicologica; purtroppo la fine arriva troppo in fretta. però in fondo non è una mancanza così importante. come un dipinto su tela, franklyn ci propone un punto di vista e dei colori. sta a chi lo osserva, tramutarli in calore e forme.

è un film che non consiglierò a nessuno incondizionatamente, in troppi ne rimarrebbero delusi, i più a mio avviso non ne hanno bisogno, ma solo a pochi che conosco e so, che hanno la necessità di gustarlo appieno.

wallrider
24-04-2009, 08:41
confermo ciò che è scritto da aeterna
guardi il film e ti senti mangiare dall'ansia di sapere cosa lega le storie dei protagonisti

il regista ogni tanto ammicca a delle soluzioni solo per depistarti, poi ti chiede il conto :D

Lei è di una bellezza disarmante, ma è anche molto brava.

solo una cosa non ho capito: la figura dell'inserviente :incupito:

Loading