PDA

Visualizza la versione completa : [Film] Tutta colpa di Giuda


the_hi†cher
27-04-2009, 10:26
Davide Ferrario apre un nuovo capitolo del suo rapporto con il cinema, sempre fatto di commistioni ed innovazioni, facendo leva sulla sua esperienza di volontariato fra i detenuti del carcere Le Vallette di Torino ai quali insegna teatro e cinematografia. Ne nasce una "commedia con musica" che cerca i suoi spazi vagando fra più generi, raccontando una storia di vita vissuta dietro le sbarre senza altro da fare che non aspettare che il tempo passi senza gli inutili pietismi e gli sguardi morbosi che spesso accompagnano chi si spinge con la telecamera a documentare dell'umana sofferenza.

Una regista teatrale d'avanguardia viene chiamata a mettere in scena una rappresentazione teatrale con i detenuti di un braccio tranquillo del carcere, "giusto qualche furto o rapina... e un uxoricida, ma è quasi a fine pena", un musical sulla Passione di Cristo suggerisce il cappellano. Ma all'assegnazione dei ruoli nasce un problema perchè Giuda, il traditore, l'infame, non lo vuole interpretare nessuno. E allora che fare? Può esistere Cristo senza Giuda? E la Passione senza sofferenza?

Metageneri, il musical, il genere carcerario, la commedia, il film d'introspezione, il documentario. Qualche, bravo, attore professionista in mezzo a veri detenuti che fanno finta di essere veri detenuti. Una riflessione sul ruolo della colpa, dell'espiazione, della sofferenza e della religione da parte di un ateo convinto. Uno sguardo sincero sulla vita in carcere, onesto e senza pregiudizi. Una commedia irresistibile e un musical con un ritmo trascinante. Un film vibrante e pieno di vita

wsim
27-04-2009, 10:53
mah...questo che hai citato sta uscendo dalle sale e non mi attirava per nulla...

nel resto del cinema italiano adesso in sala, tra:

- Gli amici del Bar Margherita
- Complici del silenzio
- Generazione 1000 Euro
- Questioni di cuore

l'unico che (forse) andrei a vedermi è l'ultimo, il periodo in generale è alquanto deserto, salvo recuperare qualche svisto invernale...

Alex D.
27-04-2009, 11:01
bel film, se lo paragoniamoa ciò che l'italia sta sfornando in quest ultimo periodo questo è un capolavorro

the_hi†cher
27-04-2009, 11:14
io Ferrario in genere lo compro a scatola chiusa, mi piace il suo modo di raccontare storie e mi piace il suo modo di raccontare la città (Torino, ndr)
nel caso particolare ci sono alti e bassi, parte lento e recupera in corsa, ma nel complesso è un buon film con molti spunti di riflessione e un'ottima colonna sonora

Questione di cuore lo vedrei anche io ma anche quel che ho letto e visto di Generazione 1000 euro non mi dispiace affatto. I primi due invece nemmeno sotto tortura per quanto io adori Avati e Boni.

però concordo che questa non sia una stagione proprio scoppiettante per il cinema italiano, soprattutto se paragonata alla scorsa primavera

keccoblu
27-04-2009, 11:20
Bello questioni di cuore.
Rossi Stuart e Ramazzoti eccezionali.

Loading