PDA

Visualizza la versione completa : perl


alessia86
16-05-2009, 15:34
Ciao a tutti Allora ho un problemino con perl..diciamo che è da poco che lo sto stud..E dovrei creare uno script che prende il cui comando wordcount ha la seguente sintassi:
wordCount [opzione] nomeFile [parola]

Ora sono previste due modalita di funzionamento:
1)nessuna opzione.....e fin qui tutto a posto
2)Opzione –w: stampa in output il numero di occorrenze della parola parola.

Stampare in output il numero di occorrenze della parola parola lo so fare..ma non ho capito come si fa a dire nello script di riconoscere l'opzione -w....Qualcuno mi aiutaaaa? Grazie mille

psykopear
16-05-2009, 16:16
Originariamente inviato da alessia86
Ciao a tutti Allora ho un problemino con perl..diciamo che è da poco che lo sto stud..E dovrei creare uno script che prende il cui comando wordcount ha la seguente sintassi:
wordCount [opzione] nomeFile [parola]

Ora sono previste due modalita di funzionamento:
1)nessuna opzione.....e fin qui tutto a posto
2)Opzione –w: stampa in output il numero di occorrenze della parola parola.

Stampare in output il numero di occorrenze della parola parola lo so fare..ma non ho capito come si fa a dire nello script di riconoscere l'opzione -w....Qualcuno mi aiutaaaa? Grazie mille

Non so sinceramente in perl quale sia la variabile che indica l'argomento, in bash è $0, quindi dovresti fare

se $0 = ""
allora
avvio normale
se $0 = "-w"
allora
stampa in output quello di cui hai bisogno
altrimenti
input non valido

alessia86
16-05-2009, 16:36
grazie mille..ci sono riuscita!! :yuppi:

billiejoex
18-05-2009, 20:32
Consiglio spassionato: lascia perdere il Perl. =)
Ci sono linguaggi con scopi simili al Perl per cui è molto più conveniente investire il proprio tempo (un nome a caso: python).

shishii
19-05-2009, 23:15
Non capisco per quale motivo si debbano spacciare opinioni personali - piuttosto superficiali - per consigli :confused:

Perl e Python hanno strutture molto differenti e sono entrambe molto diffusi. Il primo a livello sistemistico il secondo nelle applicazioni.

sarà un caso che recentemente Google cercava programmatori Perl da assumere?

billiejoex
19-05-2009, 23:49
Hai ragione, non ho argomentato, ed è una pessima abitudine che da' fastidio anche a me quando la vedo espressa da altri.

Mi sono sentito di intervenire nel momento in cui ho letto "è da poco che lo sto studiando (Perl)", affermazione che nella mia mente ha suonato come "volevo imparare un linguaggio, non sapevo quale, e ho provato con perl", scelta che reputo obiettivamente sbagliata sotto quasi tutti i punti di vista. =)


Perl e Python hanno strutture molto differenti e sono entrambe molto diffusi. Il primo a livello sistemistico il secondo nelle applicazioni.

Si infatti, ma tolto il motivo "sistemistico-storico" e CGI , davvero, non trovo una buona ragione che sia una per investire il proprio tempo (che è considerevole, come con qualunque altro linguaggio) con un linguaggio tanto criptico, scomodo e poco manutenibile.

Le alternative a Perl oggi, a differenza del 1985, anno in cui Perl aveva una vera ragione di esistere in quanto quasi unico sostituto di C, sono molteplici, e non vedo perchè non preferirle.
Se mi devo buttare nella schiera dei linguaggi interpretati *ad oggi* mi conviene molto di più optare per Python o Ruby che a parità di caratteristiche (entrambi interpretati e che ricoprono circa la stessa "fetta di mercato" di Perl ma slegandosi dal semplice "scripting di sistema") sono più semplici, leggibili e sopratutto non mi esplodono nelle mani dopo che ho superato il centinaio di linee di codice fatto di dollari, asterischi, chiocciole, backslash e cancelletti.

Detto questo, ribadisco, sotto il profilo sistemistico può ancora avere senso impararlo, ma di certo in ambienti "nuovi" non andrei ad impiegarlo.


sarà un caso che recentemente Google cercava programmatori Perl da assumere?

Come esempio mi suona un po' strano considerando che Google è una delle più grandi realtà che ha massicciamente investito su Python, non di certo Perl.

Loading