PDA

Visualizza la versione completa : [Napolitano] Mi si nota di più se vengo, se non vengo, o se lo mando a cagare?


s0r42
23-05-2009, 19:34
E’ stata una cena delle beffe quella che si è svolta venerdì sera a Palazzo d’Orleans in occasione della presenza a Palermo del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano. Non è stata invitata la seconda carica dello Stato, Renato Schifani, non è stato invitato il Sindaco, Diego Cammarata, mentre il Presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Francesco Cascio, è stato invitato malamente ed all’ultimo momento.

Alcuni assessori, invitati regolarmente, non sono venuti, e l’ex Presidente della Regione, Totò Cuffaro non ha avuto notizia della cena.
Insomma è saltato il protocollo.

Facciamo il caso di Francesco Cascio, il quale s’è lamentato di essere stato invitato per stringere la mano al Presidente della Repubblica a Palazzo d’Orleans insieme ai membri del governo regionale ed ha eccepito che il suo ruolo non gli consentiva di aderire all’invito rivolto dal cerimoniale della Presidenza della Repubblica, perché il Presidente del Parlamento regionale non può andare altrove per stringere la mano del Presidente. Che cosa significa?

Che il Capo dello Stato non deve recarsi solo a Palazzo d’Orleans, ma anche a Palazzo dei Normanni. In passato è andata così, non c’è dubbio.
Renato Schifani, siciliano di Palermo e seconda carica dello Stato, da chi avrebbe dovuto essere invitato?

Indubbiamente dal padrone di casa, il Presidente della Regione, Raffaele Lombardo. E il cerimoniale del Quirinale?
C’entra, eccome se c’entra.

Quando si sposta il Presidente, il cerimoniale prepara l’accoglienza, la concorda, programma ogni cosa. In passato è andata così. E c’è sempre stata qualche incomprensione fra le cariche dello Stato e quelle regionali, e fra Palazzo d’Orleans e Palazzo dei Normanni per via del fatto che in Sicilia, a differenza che altrove, il Parlamento regionale ha più forti e pregnanti prerogative rispetto alle assemblee legislative delle altre regioni. Proprio questa diversità in qualche caso crea malintesi.
Solo a Palermo il Presidente dell’Ars può rivendicare un cerimoniale diverso, l’accoglienza a Palazzo dei Normanni. Altro, non sarebbe possibile. Quindi il cerimoniale del Quirinale potrebbe essere stato indotto a trattare la Sicilia allo stesso modo delle altre regioni.

Per il resto c’entra la politica eccome. Si trattava di conciliare le ragioni del cerimoniale con i dissidi, estremamente aspri, di questi giorni. Non è un mistero che fra Raffaele Lombardo e Renato Schifani ci sia un contenzioso politico piuttosto robusto. Schifani con il Ministro della Giustizia, Alfano, sono i leaders della corrente PDL avversa al governo Lombardo ed al sottosegretario Gianfranco Miccichè.
Quanto all’invito rivolto dal Quirinale a Cascio nei termini che sopra abbiamo descritto, accanto alle ragioni di Cascio, anche in questa circostanza ci sono le ragioni della politica che nei giorni scorsi si è espressa con un linguaggio violento senza precedenti. Cascio ha affermato che quello di lombardo era il peggiore dei governi degli ultimi quindici anni e Lombardo gli ha risposto per le rime.
Avrebbero dovuto fare finta di niente?

Probabilmente sì, sull’altare del protocollo. Ma c’è anche ci ritiene che il protocollo sia una ipocrisia istituzionale della quale certe volte non si sente il bisogno. Una tesi minoritaria, comunque. Le istituzioni vanno rappresentate in modo corretto, sempre e comunque. A meno che non si esageri, beninteso, e non si abbia un carattere piuttosto fermo, come quello di Raffaele Lombardo, il quale non riesce a fare finta di niente.
E’ un limite?
Chi lo sa, forse non lo è.


---

Secondo me Napolitano si è chiesto quello che mi chiedo io da anni: ma se il presidente della repubblica non conta mai niente, a che serve il presidente della repubblica?

jonnym78
23-05-2009, 21:46
mi sono perso tra palazzo d'orleans e palazzo dei normanni, deve essere stato per colpa del senso unico che hanno cambiato di nuovo

webus
23-05-2009, 23:00
Originariamente inviato da s0r42
Secondo me Napolitano si è chiesto quello che mi chiedo io da anni: ma se il presidente della repubblica non conta mai niente, a che serve il presidente della repubblica?

Per me invece Napolitano si è chiesto: ma se la sicilia si reputa tanto differente, a che serve che resti italiana?

Loading