PDA

Visualizza la versione completa : catania:ispettore uccide agente


faccia da libro
01-07-2009, 10:20
leggo spesso notizie di cronaca e il più delle volte mi limito ad esprimere riflessioni personali.
ma in questo caso sono rimasto un po' sconcertato.

Fonte:http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/ispettore-carcere/ispettore-carcere/ispettore-carcere.html

quest' ispettore ha ammazzato un agente che lavorara con lui scaricandogli addosso 15 pallottole.
quando gli altri agenti sono intervenuti l'hanno trovato immobile davanti alla vittima a pronuciare parole come "satana" , "il male" etc etc
sto' tizio aveva già sofferto di depressione e gli era stata tolta la pistola di ordinanza, poi evidentemente restituita, qualche giorno fà è stato trovato in una cella al buio a pregare in ginocchio.


non ho mai sofferto di depressione ne tanto meno ho avuto modo di frequentare in modo assidua amici che ne avessero sofferto, ma vorrei capire fino a che punto si puo' considerare sano uin tizio che fà queste cose, o meglio la depressione è una malattia davvero così difficile da diagnosticare ? è difficile capire poi se si è guariti?

LaJe
01-07-2009, 10:23
Secondo me dalla depressione non si guarisce. Si vive meglio, ma non si guarisce mai.

Il Pazzo
01-07-2009, 10:26
Originariamente inviato da faccia da libro
o meglio la depressione è una malattia davvero così difficile da diagnosticare ? è difficile capire poi se si è guariti?

Secondo me difficile da curare... no da diagnosticare...
Se si può guarire... boh... Io credo soltanto che gli anti-depressivi peggiorino solo la situazione.... cioè... non credo sia una malattia da curare con medicinali...

l'evangelista
01-07-2009, 10:26
non è cosi facile.. non è una febbre che ce l'hai o non ce l'hai

un mio amico ad esempio soffre di crisi depressive.
finchè prende farmaci, è innocuo, non farebbe male ad una mosca.
se smette, è il delirio.

ora, ad una persona del genere, si deve ritirare la patente?

una macchina non è una pistola, son d'accordo, però il paragone ti fa capire che son decisioni difficili da prendere per un servizio sanitario che gia fa acqua da tutte le parti.

badcat
01-07-2009, 10:28
Originariamente inviato da LaJe
Secondo me dalla depressione non si guarisce. Si vive meglio, ma non si guarisce mai.

Sky
01-07-2009, 10:30
Originariamente inviato da Il Pazzo
Secondo me difficile da curare... no da diagnosticare...
Se si può guarire... boh... Io credo soltanto che gli anti-depressivi peggiorino solo la situazione.... cioè... non credo sia una malattia da curare con medicinali...
E su cosa ti basi per dire certe cose?

Il Pazzo
01-07-2009, 10:42
Originariamente inviato da Sky
E su cosa ti basi per dire certe cose?

Credo di soffrire di depressione pure io... Non di quelle gravi però eh... Più che altro ogni tanto subentra in me una forma di tristezza per diversi giorni senza saperne il motivo... Poi va via... ma la serenità non torna mai... Mi hanno consigliato pure di andare dallo psicologo però boh... Non so perchè sono restio a questa cosa...

Per quanto riguarda i medicinali... Ho visto come si è ridotto un mio parente con gli antidepressivi... credo che dopo un pò che prendi questi medicinali il tuo corpo si abitua a quella dose e ne hai bisogno sempre di più per "stare bene"... se ti viene a mancare boh... crisi profonde, schizzofenia.... non lo so... Peggio di quando non prendevi nulla...


EDIT:
Credo che l'unica "cura" per questa cosa sia capire cos è che la provoca e forse da lì boh... fare un certo tipo di lavoro sempre a livello psicologico, comportamentale... non saprei... ma non con i medicinali... i medicinali credo che nascondano e basta il problema...

faccia da libro
01-07-2009, 10:53
ok, ma ridare una pistola a uno che era stato "etichettato" come non idoneo mi sembra un po' stupido.
In pratica un ispettore di polizia peniteziaria puo' tranquillamente svolgere il suo compito senza la pistola d'ordinanza.

Non dico che vada sospeso a seguito di questa patologia (magari ha una famiglia e forse avrebbe commesso uno stillicidio) ma almeno non ridategli la pistola, tenetelo sotto osservazioni per mille mila anni.

tra l'altro da come mi sembra di capire che gli stati depressivi si possono manifestare con schizzofrenia, autofleggelamento etc etc tutte patologie estremamente gravi già di per sè, immaginare poi il possesso di un arma mi sembra assurdo.

Inoltre proprio in questo caso, sto' tizio parla di satana, e immagino lo faceva anche prima, io onestamente gli prenderei la licenza per il porto d'armi e farei un'areoplanino di carta a prescindere.

kiz
01-07-2009, 11:24
per come la vedo io, la depressione e' una malattia come un'altra e torna se non sei abbastanza forte/stabile. un po' come l'herpes immagino.
tra depressione e attacchi di panico sono stata male per tutta la vita fino ai 20 anni, ma ero la vittima ideale. ero debole, insicura, avevo un sacco di fisime.
poi una serie di fattori mi ha trasformato radicalmente, e penso che la depressione ora come ora non possa sfiorarmi nemmeno per sbaglio.
detto questo, vado a grattarmi fortissimo :stordita:

ah, una mia collega e' la persona piu' meravigliosa che abbia mai conosciuto in tutta la vita: buona, solare, generosa, piena di voglia di fare.. ed e' sotto antidepressivi :D

Sky
01-07-2009, 11:37
Originariamente inviato da Il Pazzo
Credo di soffrire di depressione pure io... Non di quelle gravi però eh... Più che altro ogni tanto subentra in me una forma di tristezza per diversi giorni senza saperne il motivo... Poi va via... ma la serenità non torna mai... Mi hanno consigliato pure di andare dallo psicologo però boh... Non so perchè sono restio a questa cosa...

Per quanto riguarda i medicinali... Ho visto come si è ridotto un mio parente con gli antidepressivi... credo che dopo un pò che prendi questi medicinali il tuo corpo si abitua a quella dose e ne hai bisogno sempre di più per "stare bene"... se ti viene a mancare boh... crisi profonde, schizzofenia.... non lo so... Peggio di quando non prendevi nulla...


EDIT:
Credo che l'unica "cura" per questa cosa sia capire cos è che la provoca e forse da lì boh... fare un certo tipo di lavoro sempre a livello psicologico, comportamentale... non saprei... ma non con i medicinali... i medicinali credo che nascondano e basta il problema...

Guarda, ora non ho molto tempo, se vuoi approfondiamo meglio il discorso. Intanto posso dirti questo: è vero, un lavoro di tipo cognitivo e/o comportamentale nella maggior parte dei casi è necessario.
Tutto quello che dici però è retaggio di una convinzione arcaica, ossia che i problemi legati alla mente non siano malattie vere e proprie, quindi possono essere contrastate senza particolari aiuti. Non è così, non-è-co-sì.

Spesso nei disturbi psichici si verificano modifche nel sistema neurologico anche a livello chimico, specie nelle forme più intense. In quest'ottica l'uso di un farmaco appare completamente diversa.

Altro concetto da demolire: tutti gli psicofarmaci danno assuefazione. A parte gli ansiolitici le cose sono cambiate. Per esempio, nel trattamento della depressione (da cui nasce il discorso) da diversi anni sono impiegati gli SSRI. Questi farmaci hanno meno controindicazioni e una brusca sospensione provoca la ricaduta dei sintomi, non dipendenza.

Infine, bisogna distinguere gli psicologi dagli psichiatri. I primi non prescrivono farmaci. Uno psichiatra è un medico a tutti gli effetti, l'unico che può seguire un paziente durante una terapia farmacologica (che, ripeto, nella maggior parte dei casi viene affiancata dalla cognitivo-comportamentale).

Fidati, te lo sta dicendo una persona che se non avesse potuto prendere un SSRI per spezzare il circolo vizioso che si era creato, ora non potrebbe essere qui a parlarti.

Se vorrai, possiamo tornare sull'argomento senza problemi, anche in privato.

Loading