PDA

Visualizza la versione completa : Misunderstanding


aedo1.0
03-08-2009, 18:14
Ogni quanto avete a che fare con la complessità del linguaggio umano?

In questi frangenti riuscite a rendervi conto della sostanziale impossibilità di comunicare se non con pochissime persone?

Il fraintendimento è sempre in agguato, ed è un elemento che genera a sua volta un ulteriore fraintendimento...un cane che si morde, ubriaco, la coda.

eh?

rebelia
03-08-2009, 18:15
il fraintendimento involontario e' superabile, quel che e' ingestibile e' il fraintendimento volontario, la versione piu' diffusa e maligna :D

marco#linuxbox
03-08-2009, 18:16
credo di non aver capito

JackBabylon
03-08-2009, 18:17
Originariamente inviato da aedo1.0
Ogni quanto avete a che fare con la complessità del linguaggio umano?

In questi frangenti riuscite a rendervi conto della sostanziale impossibilità di comunicare se non con pochissime persone?

Il fraintendimento è sempre in agguato, ed è un elemento che genera a sua volta un ulteriore fraintendimento...un cane che si morde, ubriaco, la coda.

eh?

Oh ma se ce l'hai con me dillo eh :dottò:

scimmietta1
03-08-2009, 18:19
Originariamente inviato da marco#linuxbox
credo di non aver capito

sai il coso che cosa? ecco quello

Tashunka Witko
03-08-2009, 18:19
ma che stai addì?

http://www.andromedafree.it/umorismo/audiodivertentistorici/thomasmilian/thomas_milian.jpg

marco#linuxbox
03-08-2009, 18:25
Originariamente inviato da scimmietta1
sai il coso che cosa? ecco quello

conosco solo il coso puffoso che puffa, fa lo stesso?

Cinzia Satana
03-08-2009, 18:33
Originariamente inviato da aedo1.0
Ogni quanto avete a che fare con la complessità del linguaggio umano?

In questi frangenti riuscite a rendervi conto della sostanziale impossibilità di comunicare se non con pochissime persone?

Il fraintendimento è sempre in agguato, ed è un elemento che genera a sua volta un ulteriore fraintendimento...un cane che si morde, ubriaco, la coda.

eh?

Dipende da cosa hai da esprimere e dall'eterogeneità della popolazione con cui parli.
Per lavoro e per studio ho dovuto affrontare più volte questo tema dell'incapacità di comunicare concetti semplici per alcuni, spesso dati per scontati.
Questa cosa emerge molto in un gruppo di persone che sono particolarmente specializzate in un determinato tipo di lavoro, tipo i medici, e le persone che invece non sanno un cazzo di questa scienza ma che devono capire cosa fare per stare meglio. ( ma succede anche agli informatici, meccanici, ingegneri etc.. )
Ma la stessa cosa avviene quando un nucleo di persone ha qualcosa in comune e basta, e il legame tra di loro è così forte da creare quelli che vengono chiamati : " Evocatori di conoscenza pregressa ".
Cosa sono gli evocatori di conoscenza pregressa ? sono la fonte dell'incomunicabilità tra gruppi eterogenei di persone. Ma in pratica sono quelel parole che nascondono un universo di conoscenze condivise all'interno di un gruppo ma non all'esterno ( tipicamente per esempio lo sono i termini medici, le abbreviazioni mediche, ma lo sono anche i soprannomi o le paarole dei linguaggi giovanili ).

Detto questo c'è un'altro problema. La massa, inteso come la grandisima percentuale della razza umana ha un lessico così limitato che qualsiasi parola che esula da : " mamma pappa cacca pompino vino cocacola" è un evocatore di conoscenza pregressa con un muro di conoscenze invalicabile per le loro menti ormai spacciate.

rebelia
03-08-2009, 18:37
Originariamente inviato da Cinzia Satana
Dipende da cosa hai da esprimere e dall'eterogeneità della popolazione con cui parli.

il tuo intervento mi ha fatto venire in mente che un ottimo esempio di questo tipo di difficolta' di comunicazione di cui parli e' presente in tutti quei thread che denigrano i cosiddetti clienti utonti con cui noi abbiamo a che fare: io sono sempre del parere che per la stragrande maggioranza delle volte non sono loro incapaci di capire, quanto noi di spiegarci

Cinzia Satana
03-08-2009, 18:39
Originariamente inviato da rebelia
il tuo intervento mi ha fatto venire in mente che un ottimo esempio di questo tipo di difficolta' di comunicazione di cui parli e' presente in tutti quei thread che denigrano i cosiddetti clienti utonti con cui noi abbiamo a che fare: io sono sempre del parere che per la stragrande maggioranza delle volte non sono loro incapaci di capire, quanto noi di spiegarci

Tu parti dal presupposto sbagliato che tutti gli uomini abbiano le stesse capacità cerebrali. Cioè tutti gli uomini sono uguali quando nascono ma quando muoiono sono tutti diversi...perchè lo sono diventati e spesso non per colpa loro.

Loading