PDA

Visualizza la versione completa : Racconto a X mani.


Alaunt
10-08-2009, 10:56
Postate solo per prolungare il racconto plz.

Riprese conoscenza ad un'ora imprecisata del giorno, in un attimo si accorse che la furia del sole stava bruciando ogni centimetro quadrato della sua già martoriata pelle. I pensieri vorticavano nebulosi accavallandosi in un concerto senza logica.
Come era finito li? Perchè? ... e dov'era "li"?
Il vento che si insinuava sotto la t-shirt lacerata era come piombo fuso; non sarebbe sopravvissuto ancora per molto se non si fosse deciso a fare qualcosa. Ma cosa?
Con uno sforzo sovrumano si mise in ginocchio, la testa girava, "omioddio no, non devo vomitare, se lo faccio sono morto". Senza sapere come si ritrovò in piedi, barcollante; l'orizzonte...
to be continued.

spizzico
10-08-2009, 10:59
Originariamente inviato da Alaunt
Postate solo per prolungare il racconto plz.

Riprese conoscenza ad un'ora imprecisata del giorno, in un attimo si accorse che la furia del sole stava bruciando ogni centimetro quadrato della sua già martoriata pelle. I pensieri vorticavano nebulosi accavallandosi in un concerto senza logica.
Come era finito li? Perchè? ... e dov'era "li"?
Il vento che si insinuava sotto la t-shirt lacerata era come piombo fuso; non sarebbe sopravvissuto ancora per molto se non si fosse deciso a fare qualcosa. Ma cosa?
Con uno sforzo sovrumano si mise in ginocchio, la testa girava, "omioddio no, non devo vomitare, se lo faccio sono morto". Senza sapere come si ritrovò in piedi, barcollante; l'orizzonte...
to be continued.

sembrava quelo di uno film di gerieri, ma io, dialectik ero il meglio forte...

valuzza
10-08-2009, 11:00
ad un certo punto un rutto, la sensazione di nausea scomparve...
si rese conto di avere le visioni e i postumi della sbornia avuta la serata prima...
decise di dormire ancora un po'
THE END

sürfer
10-08-2009, 11:02
e ben presto si accorse che quel "lì" erano le traversine ferroviarie della tratta milano-reggio, e il quando era mentre sopraggiungeva l'interregionale che passava con venticinque minuti di ritardo, che non sentì perché era pure diventato sordo, così fu sbudellato e morì. Fine

Alaunt
10-08-2009, 11:04
Originariamente inviato da valuzza
ad un certo punto un rutto, la sensazione di nausea scomparve...
si rese conto di avere le visioni e i postumi della sbornia avuta la serata prima...
decise di dormire ancora un po'
THE END

ma dopo poco le lenzuola ed il letto confortevole si tramutarono in un giaciglio di sabbia rovente. Maledetti miraggi! Dannazione, devo almeno raggiungere quelle rocce!...

valuzza
10-08-2009, 11:08
Originariamente inviato da Alaunt
ma dopo poco le lenzuola ed il letto confortevole si tramutarono in un giaciglio di sabbia rovente. Maledetti miraggi! Dannazione, devo almeno raggiungere quelle rocce!... disturbato dagli incubi decise di alzarsi definitivamente dal letto
doccia e colazione lo riportarono con i piedi sulla terra e si rese conto di essere sempre lì, nella sua noiosissima e schifosissima vita, in un mini appartamento che costava una follia al mese e decise di impiccarsi con il tubo della doccia...
THE END

Alaunt
10-08-2009, 11:11
Originariamente inviato da valuzza
disturbato dagli incubi decise di alzarsi definitivamente dal letto
doccia e colazione lo riportarono con i piedi sulla terra e si rese conto di essere sempre lì, nella sua noiosissima e schifosissima vita, in un mini appartamento che costava una follia al mese e decise di impiccarsi con il tubo della doccia...
THE END

quando riprese ancora una volta conoscenza si rese conto che questa volta era tutto vero: quel cazzo di tubo aveva ceduto e lui aveva battuto la testa sul bordo della vasca. "Merda, nemmeno ad impiccarmi sono capace!"

capsula
10-08-2009, 11:12
Non aveva fatto i conti con la merda del cane. Scivolò sugli escrementi dell'animale in cucina, battè la testa sul fornello e muorì di muorte merdosa.
Fine.



Chiamate Mame :incupito:

Alaunt
10-08-2009, 11:17
Originariamente inviato da capsula
Non aveva fatto i conti con la merda del cane. Scivolò sugli escrementi dell'animale in cucina, battè la testa sul fornello e muorì di muorte merdosa.
Fine.

L'ispettore Singer lo ritrovò coperto di sangue e merda di cane e si grattò la testa riflettendo sull'accidente di lavoro sporco che gli toccava fare. Ma il lavoro, sporco o meno è lavoro, diamoci da fare, chiamate il coroner!

Alex D.
10-08-2009, 11:50
Originariamente inviato da Alaunt
L'ispettore Singer lo ritrovò coperto di sangue e merda di cane e si grattò la testa riflettendo sull'accidente di lavoro sporco che gli toccava fare. Ma il lavoro, sporco o meno è lavoro, diamoci da fare, chiamate il coroner!

L'ispettore Singer con un associazione mentale degna di Holmes pensò ad un pompino -fare pompini è un lavoro sporco, ma qualcuno deve pur farlo-. Tornò a casa è cominciò a guardarsi un porno.

Loading