PDA

Visualizza la versione completa : Quanto peso hanno i "doveri sociali"?


indre
27-08-2009, 10:39
Ciao,

Stavo riflettendo sul post di @Jack e della sua decisione di prendere andare, mollare tutto e seguire il negozietto di musica soul.

Molti lo ammirano, altri lo prendono un po per pazzo, altri indifferenti.. come giusto che sia...

ma sullo sfondo di questa vicenda non riuscivo e non riesco neppure ora ad immaginare come poter perfettamente bilanciare nella vita i doveri sociali, per esempio nei confronti di una compagna/moglie/figli/mutuo/carriera ai diritti sociali cui uno ambisce. :confused:

E' difficile trovare l'equilibrio, anche solo con il pensiero.

Da che parte pende la vostra bilancia? :fagiano:

kalosjo
27-08-2009, 10:48
Originariamente inviato da indre
Ciao,

Stavo riflettendo sul post di @Jack e della sua decisione di prendere andare, mollare tutto e seguire il negozietto di musica soul.

Molti lo ammirano, altri lo prendono un po per pazzo, altri indifferenti.. come giusto che sia...

ma sullo sfondo di questa vicenda non riuscivo e non riesco neppure ora ad immaginare come poter perfettamente bilanciare nella vita i doveri sociali, per esempio nei confronti di una compagna/moglie/figli/mutuo/carriera ai diritti sociali cui uno ambisce. :confused:

E' difficile trovare l'equilibrio, anche solo con il pensiero.

Da che parte pende la vostra bilancia? :fagiano:
I diritti sono tali fino a quando non ledono quelli di altre persone.
Detto questo per il resto ognuno è responsabile solo di se stesso.

indre
27-08-2009, 10:50
Originariamente inviato da kalosjo
I diritti sono tali fino a quando non ledono quelli di altre persone.
Detto questo per il resto ognuno è responsabile solo di se stesso.

certamente, questo è chiaro.
Volevo capire in che modo si riesca a trovare l'equilibrio e/o se mai lo si troverà..

kalosjo
27-08-2009, 10:53
Non capisco quale equilibrio.

Se hai altre responsabilità devi forzatamente tenerne conto.
Perseguire quindi il tuo obiettivo senza venire meno a quelle responsabilità.

ilgiovo
27-08-2009, 11:01
non sento molto i doveri sociali.. a parte dare il mio contributo, nel mio piccolo, per il riciclaggio e per la salvaguardia dell'ambiente, mi faccio abbastanza i cazzi miei, nel rispetto del vicino. In passato ho fatto parecchio volontariato, mentre ero negli scout, ultimamente no, principalmente per mancanza di tempo, ma anche per poca voglia.

(se ho ben capito qual era la domanda.. :stordita: )

indre
27-08-2009, 11:06
Originariamente inviato da ilgiovo
non sento molto i doveri sociali.. a parte dare il mio contributo, nel mio piccolo, per il riciclaggio e per la salvaguardia dell'ambiente, mi faccio abbastanza i cazzi miei, nel rispetto del vicino. In passato ho fatto parecchio volontariato, mentre ero negli scout, ultimamente no, principalmente per mancanza di tempo, ma anche per poca voglia.

(se ho ben capito qual era la domanda.. :stordita: )

Ponevo l'attenzione su come "soddisfare" tutte e due le cose, e quale prevale in misura maggioritaria..

aeterna
27-08-2009, 11:07
Originariamente inviato da indre
ma sullo sfondo di questa vicenda non riuscivo e non riesco neppure ora ad immaginare come poter perfettamente bilanciare nella vita i doveri sociali, per esempio nei confronti di una compagna/moglie/figli/mutuo/carriera ai diritti sociali cui uno ambisce. :confused:

E' difficile trovare l'equilibrio, anche solo con il pensiero.

Da che parte pende la vostra bilancia? :fagiano:


è logico che quando ci si sono assunte delle responsabilità, specie nei confronti di una famiglia, non è che puoi venir meno così alla leggera.

chi scappa e molla tutto, abbandonando da un giorno all'altro moglie, marito, figli... al loro destino, la ritengo una delle peggiori persone di questo mondo.

nessuno dice che si debba essere incatenati a vita contro il proprio volere, ma le cose vanno fatte tutelando anche gli altri

Loading