PDA

Visualizza la versione completa : Morire di povertà


faccia da libro
19-10-2009, 16:38
Napoli, muore a 6 anni intossicato dal fumo
Senza elettricità, si scaldava con il fuoco

Napoli, muore a 6 anni intossicato dal fumo Senza elettricità, si scaldava con il fuoco

NAPOLI - E' morto a sei anni intossicato dal fumo di un piccolo braciere che la madre aveva acceso in camera per vincere il freddo. Da due settimane l'Enel aveva tagliato i fili della corrente elettrica perchè i genitori non avevano neppure i soldi per pagare la bolletta.

E' morto due giorni fa, in una modestra casa nel centro storico di Napoli, in rione Sanità. L'hanno trovato solo oggi sdraiato accanto a sua madre agonizzante, anche lei intossicata dall'ossido di carbonio che si è alzato da quei legni bruciati in camera.

Il bambino e la madre sono di Capo Verde; a Napoli vive anche la sorella della donna. E' stata lei ad avvertire i vigili del fuoco preoccupata perché non vedeva più il nipote da venerdì scorso.


----------------------------------------------------------------------------


trovo la cosa abbastanza cinica, secondo me, per legge si dovrebbe imporre all'enel di comunicare agli enti di previdenza quando c'è un cliente moroso, a differenza della tassa sulla TV o di una multa non pagata, credo che acqua e luce siano beni primari che andrebbero sostenuti con qualche forma di ammortizzatore sociale soprattutto quando si riscontrano casi accertati di indegenza.

indre
19-10-2009, 16:40
:(

kalosjo
19-10-2009, 16:42
Originariamente inviato da faccia da libro
........

credo che acqua e luce siano beni primari che andrebbero sostenuti con qualche forma di ammortizzatore sociale soprattutto quando si riscontrano casi accertati di indegenza.

Mi trovi d'accordo.
Magari imponendo un limite, chessò 1,5 KW giusto per accendere qualcosa.
In modo che i soliti noti non ne approfittino....

Hai voglia quanti indigenti ci sono nella nostra legalitarissima popolazione......... :madai!?:

Reiuky
19-10-2009, 16:46
Non vorrei dire la cazzata più grossa della mia vita, ma sapevo che, per legge, i beni essenziali (acqua, luce e gas) dovevano essere garantiti. Ovviamente non quanta uno vuole, ma comunque lo stretto indispensabile x sopravvivere.

kalosjo
19-10-2009, 16:48
Originariamente inviato da Reiuky
Non vorrei dire la cazzata più grossa della mia vita, ma sapevo che, per legge, i beni essenziali (acqua, luce e gas) dovevano essere garantiti. Ovviamente non quanta uno vuole, ma comunque lo stretto indispensabile x sopravvivere.
L'acqua non possono toglierla, che io sappia.
M prova a non pagare le bollette della luce per 3 volte consecutive e vedi.....

trinityck
19-10-2009, 16:52
Se non mi sbaglio ci sono sussidi per le famiglie a basso reddito con un familiare che necessita di macchinari per restare in vita.

Questo caso, per quanto triste, è l'emblema di non so che cosa, sembrano mancare le più basilari nozioni per l'autoconservazione.

A me spiace anche dirlo, ma se una madre accende un fuoco in un ambiente chiuso facendo così morire il figlio allora il fatto di non avere la corrente elettrica centra poco. Non mi sembra che nel periodo compreso fra l'ultima glaciazione e, che so, la comparsa delle stufe a gas, la specie umana abbia rischiato l'estinzione per il freddo.

faccia da libro
19-10-2009, 16:52
Originariamente inviato da kalosjo
Mi trovi d'accordo.
Magari imponendo un limite, chessò 1,5 KW giusto per accendere qualcosa.
In modo che i soliti noti non ne approfittino....

Hai voglia quanti indigenti ci sono nella nostra legalitarissima popolazione......... :madai!?:

sicuramente,
ma è davvero uno schifo che oggi nella stessa napoli ci siano persone che in 1 giorno spendono quello che non spende in 1 mese un povero.
qui pero' poi entriamo nella demagogia e nel comunismo di marx.
pero' sono convinto che un modo per garantire un de minimis a questa povera gente senza abusarne si possa trovare, il problema è vedere se lo si vuole fare.

kalosjo
19-10-2009, 16:56
Originariamente inviato da trinityck
Se non mi sbaglio ci sono sussidi per le famiglie a basso reddito con un familiare che necessita di macchinari per restare in vita.

Questo caso, per quanto triste, è l'emblema di non so che cosa, sembrano mancare le più basilari nozioni per l'autoconservazione.

A me spiace anche dirlo, ma se una madre accende un fuoco in un ambiente chiuso facendo così morire il figlio allora il fatto di non avere la corrente elettrica centra poco. Non mi sembra che nel periodo compreso fra l'ultima glaciazione e, che so, la comparsa delle stufe a gas, la specie umana abbia rischiato l'estinzione per il freddo.
Si, anche l'ignoranza ha il suo ruolo in queste cose....

ant_alt
19-10-2009, 16:57
Originariamente inviato da trinityck
...

eppure un certo San Borghezio ha voluto fare lo stesso cercando di riscaldare degli immigrati sotto ad un ponte

kalosjo
19-10-2009, 16:59
Originariamente inviato da ant_alt
eppure un certo San Borghezio ha voluto fare lo stesso cercando di riscaldare degli immigrati sotto ad un ponte

Ignorante!! Borghezio aveva previsto tutto: erano all'aperto e la CO2 si sarebbe dispersa nell'aria!! :dottò:

Questi troll proprio non si danno pace........ :madai!?:


















:D

(si sa mai, metto la faccina che fa capire che scherzavo.....)

Loading