PDA

Visualizza la versione completa : D'Alema querela il Giornale per le rivelazioni sulla malasanità pugliese.


lnessuno
21-10-2009, 14:35
http://www.polisblog.it/post/5902/dalema-querela-il-giornale-per-le-rivelazioni-sulla-malasanita-pugliese-allora-e-vero-che-in-italia-la-liberta-di-stampa-e-minacciata



Tutti abbiamo assistito alle recenti manifestazioni a favore della libertà di stampa in cui si sono sprecate parole e paroloni sulla deriva “fascista” del nostro paese e a come si vorrebbe impedire ai poveri giornalisti di esprimere la loro opinione. In realtà dai tempi mussoliniani della stampa imbavagliata sarebbero passati 60 anni, hanno osservato alcuni, ma altri - perlopiù da sinistra - hanno ribattuto che non può considerarsi libero un paese in cui c’è chi minaccia querele milionarie ai giornali, che rischierebbero così il fallimento.

Chiaro il riferimento a Berlusconi e all’incarico da lui dato ai suoi legali di tutelarlo in caso di diffamazione a mezzo stampa da parte degli organi d’informazione nazionali ed esteri. Chiaro, lampante e anche giustificato, come noi stessi avemmo modo di sottolineare, specificando che l’iniziativa del Premier ci era parso un evidente autogol.

Ciononostante avevamo aggiunto che ritenere che in Italia si fosse ridotto lo spazio di libertà fosse un concetto risibile, stante il fatto che i giornali continuano a pubblicare ciò che vogliono e che esistono spazi informativi in prima serata tv che picchiano duro senza grossi problemi (anche qui giustamente) come Annozero, Report, Ballarò e compagnia.

Sbagliavamo. Oggi il Giornale ha infatti buon gioco nel titolare a tutta pagina sulla querela subita da parte del “Lider Massimo” D’Alema per la pubblicazione degli atti processuali nell’affaire della malasanità pugliese e per il giro di presunte escort che ruotava intorno al suo così definito “clan”. La notizia non è nuova (l’articolo incriminato “Tutte le escort del clan D’Alema” è di fine giugno) e anche noi ne avevamo parlato all’epoca. La novità piuttosto è il vessillo della libertà minacciata innalzato dal centrosinistra proprio a causa delle possibili querele.

E allora che dire? Che avevo torto io, mentre aveva proprio ragione il centrosinistra che manifestava: in Italia la libertà di stampa è gravemente minacciata.

indre
21-10-2009, 14:43
mi sembra un autogoal fantozziano :D


E' sicura la notizia ?

lnessuno
21-10-2009, 14:59
mi domando chi possa essere a dare un downtont ogni volta che pubblico una notizia, anche se ho un animalesco sospetto... :D

indre
21-10-2009, 15:00
Originariamente inviato da lnessuno
mi domando chi possa essere a dare un downtont ogni volta che pubblico una notizia, anche se ho un animalesco sospetto... :D

La prossima volta verrai "editato" per notizie improprie :D

Crociato111
21-10-2009, 15:07
Io credo che se un giornale scriva falsità, e ripeto falsità, è giusto che venga querelato.
Non credo che la querela a seguito di una menzogna possa essere considerata come un provvedimento volto a zittire i giornali.
D'altronde se un giornale si sbaglia ma poi si scusa e rettifica, una querela può essere ritirata.

Con questo non voglio difendere D' Alema o chi per lui (tanto per capirci li considero amici di Berlusconi), vale in ogni caso.

La libertà di stampa è in bilico ad esempio quando un direttore di rete caccia un giornalista serio e gli chiude la trasmissione a seguito di pressione politiche.

krakovia
21-10-2009, 15:16
la solita strategia da Giornale : come si difende un marchettaro? Facendo credere siano tutti così, perchè qualche minorato mentale possa dire "E i sinistri si permettono di parlar di morale" Si che si permettono.
Vendola ha sciolto la giunta, a differenza di chi sbandiera tette, culi e mazzette come fossero trofei.

ant_alt
21-10-2009, 15:25
si ma il fatto che d'alema disse che non conosceva tarantini quando lo portò in barca a me sembra quasi una berlusconata

krakovia
21-10-2009, 15:30
Originariamente inviato da ant_alt
si ma il fatto che d'alema disse che non conosceva tarantini quando lo portò in barca a me sembra quasi una berlusconata
prove, non insinuazioni, con le prove in mano si può parlar di berlusconate.

lnessuno
21-10-2009, 15:33
Originariamente inviato da Crociato111
Io credo che se un giornale scriva falsità, e ripeto falsità, è giusto che venga querelato.
Non credo che la querela a seguito di una menzogna possa essere considerata come un provvedimento volto a zittire i giornali.
D'altronde se un giornale si sbaglia ma poi si scusa e rettifica, una querela può essere ritirata.

Con questo non voglio difendere D' Alema o chi per lui (tanto per capirci li considero amici di Berlusconi), vale in ogni caso.

La libertà di stampa è in bilico ad esempio quando un direttore di rete caccia un giornalista serio e gli chiude la trasmissione a seguito di pressione politiche.

condivisibile in toto...

quello che però trovo interessante è notare che


i giornali continuano a pubblicare ciò che vogliono e che esistono spazi informativi in prima serata tv che picchiano duro senza grossi problemi (anche qui giustamente) come Annozero, Report, Ballarò e compagnia.


che l'italia non brilli come libertà di stampa non ci piove, che però ci siano giornali e telegiornali che dicono tutto di tutti (vedi travaglio, per dire), anche esagerando la realtà a volte, è altrettanto vero...


a me la cosa che fa più pena dell'informazione italiana è che ha due schieramenti: da una parte si parla male di berlusconi, dall'altra si parla male dell'opposizione. qualunque cosa succeda, i fatti sembrano non contare più... si prende una notizia, la si gira un po' come fa più comodo, si aggiunge qualche particolare sfizioso, e si pubblica... questo non è fare informazione, secondo me.

basta guardare questo forum, nel suo piccolo, per accorgersene...

krakovia
21-10-2009, 15:37
Originariamente inviato da lnessuno
condivisibile in toto...

quello che però trovo interessante è notare che


che l'italia non brilli come libertà di stampa non ci piove, che però ci siano giornali e telegiornali che dicono tutto di tutti (vedi travaglio, per dire), anche esagerando la realtà a volte, è altrettanto vero...

il giornale di Travaglio è nato ieri e non ricordo una sola affermazione di Marco Travaglio nè su stampa nè per fax che non fosse supportata da dati oggettivi, senza esagerare un bel niente. Chi sarebbero gli altri ? :dottò:


basta guardare questo forum, nel suo piccolo, per accorgersene...
concordo in pieno ... :madai!?:

Loading