PDA

Visualizza la versione completa : Travaglio condannato in Cassazione


ant_alt
21-10-2009, 22:10
Milano - Il "sommo" inquisitore incastrato dalla Corte Suprema. Marco Travaglio e la Garzanti libri spa dovranno risarcire in solido con 5mila euro l’ex giudice Filippo Verde per i danni subiti in relazione al contenuto diffamatorio di un brano del libro "Il manuale del perfetto inquisito", scritto dal giornalista, nel quale si affermava che Verde era stato "più volte inquisito e condannato", mentre l’ex giudice non ha mai riportato alcuna condanna definitiva e, in un caso, è stata dichiarata la prescrizione di un reato a lui addebitato.

La Cassazione conferma La terza sezione civile della Cassazione ha infatti confermato la sentenza della Corte d’appello di Torino che aveva disposto il risarcimento in favore di Verde, seppure con una somma molto esigua - 5mila euro, appunto, e il rimborso delle spese - rispetto a quella da lui richiesta (500 milioni delle vecchie lire).

Rigettati tutti i ricorsi La Suprema Corte ha rigettato tutti i ricorsi, e nella sentenza n.22190, ribadisce come "soltanto la correlazione rigorosa tra fatto e notizia di esso soddisfa all’interesse pubblico dell’informazione, che è la ratio dell’articolo 21 della Costituzione, di cui il diritto di cronaca è estrinsecazione: il potere-dovere di raccontare e diffondare a mezzo stampa notizie e commenti, quale essenziale estrinsecazione del diritto di libertà di informazione e di pensiero, incontra limiti in altri diritti e interessi fondamentali della persona, come l’onore e la reputazione" e, in materia di cronaca giudiziaria, "deve confrontarsi con il presidio costituzionale della presunzione di non colpevolezza".

Alterazioni e travisamenti La verità di una notizia "mutuata da un provvedimento giudiziario - ricordano i giudici di piazza Cavour - sussiste ogniqualvolta essa sia fedele al contenuto del provvedimento stesso, senza alterazioni o travisamenti di sorta, dovendo il limite della verità essere restrittivamente inteso". Per questo, l’esimente "anche putativa del diritto di cronaca giudiziaria" prevista dall’articolo 51 c.p. va "esclusa - si legge ancora nella sentenza - allorchè manchi la necessaria correlazione tra il fatto narrato e quello accaduto, il quale implica l’assolvimento dell’obbligo di verifica della notizia e, quindi, l’assoluto rispetto del limite interno della verità oggettiva di quanto esposto, nonchè il rigoroso obbligo di rappresentare gli avvenimenti quali sono, senza alterazioni o travisamenti di sorta, risultando inaccettabili i valori sostitutivi, quale quello della verosimiglianza, in quanto il sacrificio della presunzione di innocenza richiede che non si esorbiti da ciò che è strettamente necessario ai fini informativi".

ilgiornale.it


Finalmente anche lui ha una condanna, anche se civile poco importa, potrà, in un discorso, essere tranquillamente zittito da mafiosi, truffatori, corrotti e corruttori.

fred84
21-10-2009, 22:17
è soccombente, non è condannato.

piccola differenza tra processi civili e penali.

se sei soccombente hai la fedina penale (appunto) pulita. se sei condannato, no.

Cinzia Satana
21-10-2009, 22:46
5000 euro suvvia...

scimmietta1
21-10-2009, 22:58
Originariamente inviato da ant_alt
ilgiornale.it


Finalmente anche lui ha una condanna, anche se civile poco importa, potrà, in un discorso, essere tranquillamente zittito da mafiosi, truffatori, corrotti e corruttori.

mi vedo già ghedini:
lei è stato condannato.. mavalà ma cosa diceeee è lei ad essere stato condannatooooooo mavalàà la smettaaaaaaaa si faccia arrestareeeeeeee :D

Linkato
21-10-2009, 23:12
Non è la condanna... non sono i 5000 euro... strano che non lo abbiate notato, forse siete un po' troppo accecati dall'amore che provate...

La cosa da sottolineare è questa:


"Il manuale del perfetto inquisito", scritto dal giornalista, nel quale si affermava che Verde era stato "più volte inquisito e condannato", mentre l’ex giudice non ha mai riportato alcuna condanna definitiva e, in un caso, è stata dichiarata la prescrizione di un reato a lui addebitato.


E' un duro colpo a chi dice che Travaglio è sempre documentatissimo e sa sempre quel che dice... se incominciano ad arrivare a sentenza definitiva tutti i suoi errori e un po' difficile credergli quando scriverà o dirà altre cose...

Su alcuni suoi "dettagli" io stesso mi sono accorto non che non dicesse il vero, ma che taceva su altri particolari non dicendo tutto la verità... e sono state alcune vicende che conoscevo benissimo...

La cosa grave è la credibilità per un giornalista come Travaglio... le 5000 euro, la condanna in sè valgono poco... ma se le sentenze incominciano a far capire che non dice sempre la verità... beh...

Nkosi
21-10-2009, 23:22
Originariamente inviato da Linkato
Non è la condanna... non sono i 5000 euro... strano che non lo abbiate notato, forse siete un po' troppo accecati dall'amore che provate...

La cosa da sottolineare è questa:


E' un duro colpo a chi dice che Travaglio è sempre documentatissimo e sa sempre quel che dice... se incominciano ad arrivare a sentenza definitiva tutti i suoi errori e un po' difficile credergli quando scriverà o dirà altre cose...

Su alcuni suoi "dettagli" io stesso mi sono accorto non che non dicesse il vero, ma che taceva su altri particolari non dicendo tutto la verità... e sono state alcune vicende che conoscevo benissimo...

La cosa grave è la credibilità per un giornalista come Travaglio... le 5000 euro, la condanna in sè valgono poco... ma se le sentenze incominciano a far capire che non dice sempre la verità... beh...

giusto bisognava dargli 500 mila euro di condanna, così la smetteva di scrivere una volta per tutte. :fagiano:

ant_alt
21-10-2009, 23:26
Originariamente inviato da Linkato
..

chissà quante volte avrebbe recuperato quei 5000€ se avesse querelato in passato tutti i "politici" che l'hanno accusato di essere stato già condannato. :madai!?:
Ovvio che la sentenza è lì e nessuno lo nega, e si pò discutere all'infinito se sia un'imprecisione in buona fede o no, ma se permettete io continuo a ridere leggendo


Sia interdetto a Travaglio di presentarsi in televisione,come misura di sicurezza, per impedirgli di violare la legge con simili diffamazioni,propedeutiche alla creazione di un clima di odio ,nel quale maturano atteggiamenti eversivi contro lo stato democratico..

faccia da libro
21-10-2009, 23:26
Originariamente inviato da Linkato
Non è la condanna... non sono i 5000 euro... strano che non lo abbiate notato, forse siete un po' troppo accecati dall'amore che provate...

La cosa da sottolineare è questa:


E' un duro colpo a chi dice che Travaglio è sempre documentatissimo e sa sempre quel che dice... se incominciano ad arrivare a sentenza definitiva tutti i suoi errori e un po' difficile credergli quando scriverà o dirà altre cose...

Su alcuni suoi "dettagli" io stesso mi sono accorto non che non dicesse il vero, ma che taceva su altri particolari non dicendo tutto la verità... e sono state alcune vicende che conoscevo benissimo...

La cosa grave è la credibilità per un giornalista come Travaglio... le 5000 euro, la condanna in sè valgono poco... ma se le sentenze incominciano a far capire che non dice sempre la verità... beh...

un reato in prescrizione è comunque un reato.
una sentenza di colpevolezza anche se di 1° grado è comunque una sentenza.

ora travaglio non potrà più candidarsi a presidente del consiglio perchè sarebbe incoerente, ma credo che nessuno gli possa dire di non continuare a fare il giornalista.

scimmietta1
21-10-2009, 23:30
Originariamente inviato da Linkato
Non è la condanna... non sono i 5000 euro... strano che non lo abbiate notato, forse siete un po' troppo accecati dall'amore che provate...

La cosa da sottolineare è questa:


E' un duro colpo a chi dice che Travaglio è sempre documentatissimo e sa sempre quel che dice... se incominciano ad arrivare a sentenza definitiva tutti i suoi errori e un po' difficile credergli quando scriverà o dirà altre cose...

Su alcuni suoi "dettagli" io stesso mi sono accorto non che non dicesse il vero, ma che taceva su altri particolari non dicendo tutto la verità... e sono state alcune vicende che conoscevo benissimo...

La cosa grave è la credibilità per un giornalista come Travaglio... le 5000 euro, la condanna in sè valgono poco... ma se le sentenze incominciano a far capire che non dice sempre la verità... beh...

ecco il primo che ha capito come si legge una sentenza :biifu: :biifu:

Nkosi
21-10-2009, 23:32
Originariamente inviato da scimmietta1
ecco il primo che ha capito come si legge una sentenza :biifu: :biifu:

no, è il secondo. Il primo è questo (http://www.ilgiornale.it/interni/travaglio_cassazione_diffamo_lex_giudice_verde_dev e_risarcire_5mila_euro/marco-travaglio-condanna-cassazione-politica-giustizia/21-10-2009/articolo-id=392731-page=0-comments=1)

Loading