PDA

Visualizza la versione completa : Mercati - Nuova bolla?


indre
03-11-2009, 11:59
Ciao a tutti.
chiedevo a qualche anima pia di tradurmi in parole che anche un leghista di basso rango possa capire questo articolo.

QUI (http://www.repubblica.it/2009/10/sezioni/economia/crisi-42/nuova-speculazione/nuova-speculazione.html)


Dopo il grande tsunami di un anno fa, che ha quasi riportato il mondo ai tempi della Grande Depressione, doveva essere un'era di pentimento e cilicio, di ravvedimento e virtù, di regole stringenti e appetiti misurati. Castigate e imbrigliate, banche e finanziarie dovevano tornare all'umile compito di alimentare l'ordinato sviluppo dell'economia. Beh, riaprite gli occhi: di tutto questo non c'è traccia. Le regole non sono arrivate, i soldi - un fiume di soldi, sotto forma di prestiti, garanzie, tassi stracciati - sì. E la finanza da corsa ha ripreso il largo: i suoi uomini sono tornati a spartirsi un ricco bottino - sotto forma di bonus - e a puntare i soldi in cassa, negati a famiglie e imprese, su scommesse sempre più rischiose nei mercati. Il risultato è che, probabilmente, siamo seduti di nuovo su un'unica gigantesca bolla, che potrebbe esplodere in qualsiasi momento. La madre di tutte le bolle: nel senso che, invece delle singole bolle (della casa, dei subprime, dei derivati, del credito, del petrolio) del passato appena trascorso, questa è un'unica bolla che le riassume tutte: la bolla del dollaro. Il fatto che sia una bolla al contrario (il dollaro scende) non deve trarre in inganno: è proprio la discesa del dollaro che gonfia, tutte insieme, le altre bolle.

Ho compreso l'ultimo discorsetto del danaro a costo nulla, ma prima?
Perchè stiamo rischiando?
e perchè il Buon Obama non ha introdotto regole tanto reclamate e pubblicizzatE?
Grazie mille.

Temo per i titoli che non ho :mem:

deleted_x
03-11-2009, 12:11
Originariamente inviato da indre
....in parole che anche un leghista di basso rango possa capire questo articolo.....


Non sono leghista ma capisco lo stesso, scusa potresti riformulare?

Grazie. :D

indre
03-11-2009, 12:13
Originariamente inviato da Sanctis 410
Non sono leghista ma capisco lo stesso, scusa potresti riformulare?

Grazie. :D

non ho ben inteso i meccanismi di cui parla l'articolo e la paura di questa nuova "madre" di tutte le bolle.

dwarf78
03-11-2009, 12:16
Originariamente inviato da indre
Ciao a tutti.
chiedevo a qualche anima pia di tradurmi in parole che anche un leghista di basso rango possa capire questo articolo.

QUI (http://www.repubblica.it/2009/10/sezioni/economia/crisi-42/nuova-speculazione/nuova-speculazione.html)



Ho compreso l'ultimo discorsetto del danaro a costo nulla, ma prima?
Perchè stiamo rischiando?
e perchè il Buon Obama non ha introdotto regole tanto reclamate e pubblicizzatE?
Grazie mille.

Temo per i titoli che non ho :mem:

*)il denaro costa poco, quindi lo si prende a prestito facilmente
*)chi lo prende a prestito non sono le famiglie che hanno un rischio di credito elevato, ma le banche stesse presso le banche centrali
*)le banche usano questo denaro preso a prestito per investirlo in attivita' che rendono molto di piu' di quello che costa (leva). ESEMPIO: io banca d'affari prendo a prestito dalla FED a 0.25% e investo in asset che rendono 12%. Io banca d'affari faccio 11.75% di profitto. Tante banche d'affari fanno cosi' e i prezzi delle attivita' salgono (bolla + leva)
*)nel momento in cui il costo del denaro aumentera' si deve vedere se il sistema e' in grado di sostenere i volumi e i prezzi
*)in tutto questo non hai coinvolto l'economia reale che ha disoccupazione alta e non vede stimoli dal punto di vista di politica economica
*)la menata sul dollaro e' completamente una panzana... perche' il dollaro e' debole a causa dell'ammontare smisurato di debito che hanno. non spiego i meccanismi... ma se gli americani hanno un debito pubblico che non rende (i corrispettivi dei cct,btps e bot italiani per capirci) gli americani e gli investitori in dollari (che sono solitamente il medio oriente e gli asiati) vendono i titoli e quindi vendono dollari per investirli in titoli che sono piu' redditizi e quindi deprezzano il dollaro a fronte di altre valute (dollaro neozelandese e euro). Inoltre c'e' un aspetto tecnico legato alle riserve delle banche centrali che stanno spostandosi dal dollaro all'euro...

tutto cio' molto semplicisticamente... per far capire un leghista insomma...

deleted_x
03-11-2009, 12:16
Originariamente inviato da indre
non ho ben inteso i meccanismi di cui parla l'articolo e la paura di questa nuova "madre" di tutte le bolle.

Ahhhh, vabbè, queste son cose che anche un leghista di basso rango comprende, chiedi a lui :D

indre
03-11-2009, 12:20
Originariamente inviato da dwarf78
*)il denaro costa poco, quindi lo si prende a prestito facilmente
*)chi lo prende a prestito non sono le famiglie che hanno un rischio di credito elevato, ma le banche stesse presso le banche centrali
*)le banche usano questo denaro preso a prestito per investirlo in attivita' che rendono molto di piu' di quello che costa (leva). ESEMPIO: io banca d'affari prendo a prestito dalla FED a 0.25% e investo in asset che rendono 12%. Io banca d'affari faccio 11.75% di profitto. Tante banche d'affari fanno cosi' e i prezzi delle attivita' salgono (bolla + leva)
*)nel momento in cui il costo del denaro aumentera' si deve vedere se il sistema e' in grado di sostenere i volumi e i prezzi
*)in tutto questo non hai coinvolto l'economia reale che ha disoccupazione alta e non vede stimoli dal punto di vista di politica economica
*)la menata sul dollaro e' completamente una panzana... perche' il dollaro e' debole a causa dell'ammontare smisurato di debito che hanno. non spiego i meccanismi... ma se gli americani hanno un debito pubblico che non rende (i corrispettivi dei cct,btps e bot italiani per capirci) gli americani e gli investitori in dollari (che sono solitamente il medio oriente e gli asiati) vendono i titoli e quindi vendono dollari per investirli in titoli che sono piu' redditizi e quindi deprezzano il dollaro a fronte di altre valute (dollaro neozelandese e euro). Inoltre c'e' un aspetto tecnico legato alle riserve delle banche centrali che stanno spostandosi dal dollaro all'euro...

tutto cio' molto semplicisticamente... per far capire un leghista insomma...

Grazie sei stato molto preciso.
Ora credo abbia i requsiti per fare il ministro in un prossimo governo :D

unica cosa che non ho capito


*)le banche usano questo denaro preso a prestito per investirlo in attivita' che rendono molto di piu' di quello che costa (leva). ESEMPIO: io banca d'affari prendo a prestito dalla FED a 0.25% e investo in asset che rendono 12%. Io banca d'affari faccio 11.75% di profitto. Tante banche d'affari fanno cosi' e i prezzi delle attivita' salgono (bolla + leva)
che attività?

Quando è perrchè si aumenta il costo del denaro?

dwarf78
03-11-2009, 12:27
Originariamente inviato da indre
Grazie sei stato molto preciso.
Ora credo abbia i requsiti per fare il ministro in un prossimo governo :D

unica cosa che non ho capito


che attività?

Quando è perrchè si aumenta il costo del denaro?

attivita'= azioni quotate, immobili, obbligazioni piu' o meno strutturate, acquisto di compagnie, prestiti. (tutte queste attivita' hanno un rendimento esplicito e/o implicito).

in inglese si definiscono asset

Alla domanda dopo mi vien male... E' la base della politica monetaria di un paese. Si aggiusta il costo del denaro per stimolare/rallentare un'economia. Se c'e' troppa inflazione vuol dire che il denaro e' troppo economico quindi se ne alza il costo. Attraverso una "serie di vasi comunicanti" aumentando il costo del denaro cerchi di contenere inflazione che di fatto riduce il valore dei salari e aumenta il valore delle cose.
Il contrario si fa per stimolare l'economia.

indre
03-11-2009, 12:34
Originariamente inviato da dwarf78
attivita'= azioni quotate, immobili, obbligazioni piu' o meno strutturate, acquisto di compagnie, prestiti. (tutte queste attivita' hanno un rendimento esplicito e/o implicito).

in inglese si definiscono asset

Alla domanda dopo mi vien male... E' la base della politica monetaria di un paese. Si aggiusta il costo del denaro per stimolare/rallentare un'economia. Se c'e' troppa inflazione vuol dire che il denaro e' troppo economico quindi se ne alza il costo. Attraverso una "serie di vasi comunicanti" aumentando il costo del denaro cerchi di contenere inflazione che di fatto riduce il valore dei salari e aumenta il valore delle cose.
Il contrario si fa per stimolare l'economia.

azz. complicata la cosa.
Talmente complicata che credi si autoregoli :D

Ho bisogno di un abc di queste cose mi sa.
Ma alla luce di ciò in america vi è un inflazione galoppante allora!
Denaro vale un cazzo e impossibile acquistare e/o fare investimenti.

Ma, altra domanda stupida, quando il costo del denaro aumenterà perchè c'è pericolo bolla?
io banca, visto il guadagno ho liquidità no?
Tanto se fanno investimenti "fra di loro" non vedo il problema.

dwarf78
03-11-2009, 12:39
Originariamente inviato da indre
azz. complicata la cosa.
Talmente complicata che credi si autoregoli :D


seeee lallero! figurati se una cosa cosi' delicata si autoregola



Ho bisogno di un abc di queste cose mi sa.


non sarebbe male...cosi' capisci magari perche' il TUO Tremonti e' un furbo contabile



Ma alla luce di ciò in america vi è un inflazione galoppante allora!

attualmente e' il contrario... c'e' deflazione (bassa inflazione perche' il costo del denaro non si e' trasmesso alle famiglie e all'economia reale che invece hanno pochi dindi e quindi comprano poco e quindi la gente pur di vendere abbassa i prezzi)
c'e' inflazione negli asset finanziari (quelli sopra) perche' tutti i cercano di comprare per potere non perdere il "treno dei rendimenti alti"


Denaro vale un cazzo e impossibile acquistare e/o fare investimenti.
e con questa deduco che non hai capito molto...

indre
03-11-2009, 12:42
Originariamente inviato da dwarf78
seeee lallero! figurati se una cosa cosi' delicata si autoregola

non sarebbe male...cosi' capisci magari perche' il TUO Tremonti e' un furbo contabile


attualmente e' il contrario... c'e' deflazione (bassa inflazione perche' il costo del denaro non si e' trasmesso alle famiglie e all'economia reale che invece hanno pochi dindi e quindi comprano poco e quindi la gente pur di vendere abbassa i prezzi)
c'e' inflazione negli asset finanziari (quelli sopra) perche' tutti i cercano di comprare per potere non perdere il "treno dei rendimenti alti"

e con questa deduco che non hai capito molto...

Mi è difficile scindere mercato reale da mercato finanziario :fagiano:

Ma quindi visto che ora è "cosa loro" se mai dovesse esserci una bolla la vita reale ne risentirebbe poco no?

Loading