PDA

Visualizza la versione completa : fare 2 lavori: Si può?


luisa227
25-01-2010, 15:10
Sono a chiedere a voi che ne capite certo più di me... io ho un contratto a tempo determinato e lavoro dalle 8.30 alle 16. Posso eventualmente fare un altro lavoro con contratto a progetto o altro? (non in nero).

2) se ad esempio faccio il sito ad un comune mi accetta per forza sola la p.iva (cosa che non ho) o potrebbe pagarmi anke in altri modi (tipo con ritenuta d'acconto).

Bho, per me è arabo. Mi illuminate? :master: (non posso permettermi un commercialista!)

grazie x l'aiuto

Luisa

indre
25-01-2010, 15:12
ma fai nero come tutti no ? :D

SERIO: Pui benissimo aprire P.IVA o fare ritenuta ma mi pare sotto i 5.000 € annui.

P.IVa paghi a seconda del regime a spanne 2.000 compreso commercilista.

EDIT: la cosa + importante è se PUOI fare quel tipo di lavoro.
Se va in concorrenza con quello da lavoratore dipendente al 99% non lo puoi fare.

djciko
25-01-2010, 15:12
non lo so a dire il vero con un contratto di tipo diverso. una cosa è certa, la posizione inps puo' essere soltanto una

luisa227
25-01-2010, 15:17
quindi per la ritenuta non devo superare i 5000 lordi annui?

quindi devo fare il lordo di quello che prendo ora x 9 (novembre - luglio), mettiamo il caso che se prendo 1300 arrivo a 11.700. Quindi la ritenuta è ankora a parte??? :master:

Ps. Non posso prendermi p.iva! Mi costa troppo!

luisa227
25-01-2010, 15:19
Originariamente inviato da indre
ma fai nero come tutti no ? :D

SERIO: Pui benissimo aprire P.IVA o fare ritenuta ma mi pare sotto i 5.000 € annui.

P.IVa paghi a seconda del regime a spanne 2.000 compreso commercilista.

EDIT: la cosa + importante è se PUOI fare quel tipo di lavoro.
Se va in concorrenza con quello da lavoratore dipendente al 99% non lo puoi fare.

Il lavoro che andrei a fare è uguale: formatrice. Quindi non posso? perchè? dove lo leggo?

ecmedia
25-01-2010, 15:20
Originariamente inviato da indre
ma fai nero come tutti no ? :D

SERIO: Pui benissimo aprire P.IVA o fare ritenuta ma mi pare sotto i 5.000 € annui.

P.IVa paghi a seconda del regime a spanne 2.000 compreso commercilista.
:dottò:
La ritenuta la può fare sotto i 5000 euro annui e comunque per un totale di massimo 30 giorni.

Il contratto a progetto lo può fare tranquillamente, purchè il cliente si accolli tutti gli oneri di tale contratto.

La P.IVA la sconsiglio caldamente se serve solo come tappabuchi. E in ogni caso si paga ben più di 2000 euro annui. Solo il commercialista costa sui 1000 euro, e poi se apre come artigiana o commerciante paga fissi oltre 2000 euro di inps + circa il 20% sul fatturato di irpef + naturalmente l'iva. Come libera professionista invece pagherebbe solo sul fatturato.

indre
25-01-2010, 15:22
Originariamente inviato da ecmedia
:dottò:
La ritenuta la può fare sotto i 5000 euro annui e comunque per un totale di massimo 30 giorni.

Il contratto a progetto lo può fare tranquillamente, purchè il cliente si accolli tutti gli oneri di tale contratto.

La P.IVA la sconsiglio caldamente se serve solo come tappabuchi. E in ogni caso si paga ben più di 2000 euro annui. Solo il commercialista costa sui 1000 euro, e poi se apre come artigiana o commerciante paga fissi oltre 2000 euro di inps + circa il 20% sul fatturato di irpef + naturalmente l'iva. Come libera professionista invece pagherebbe solo sul fatturato.

mica vero.
Se scegli il regime dei minimi paghi un 20% di differenza fra ricavi e costi.
Non paghi iva e devi solamente tenere le fatture IN e OUT.
Inoltre l'inps è già regolarmente versata, salvo condizioni particolari, come lavoratore dipendente.

luisa227
25-01-2010, 15:25
:master: :master:

ecmedia
25-01-2010, 15:27
Originariamente inviato da luisa227
quindi per la ritenuta non devo superare i 5000 lordi annui?

quindi devo fare il lordo di quello che prendo ora x 9 (novembre - luglio), mettiamo il caso che se prendo 1300 arrivo a 11.700. Quindi la ritenuta è ankora a parte??? :master:

Ps. Non posso prendermi p.iva! Mi costa troppo!
La prestazione occasionale è a parte, non c'entra con quanto prendi ora.

Sul patto di non concorrenza secondo me c'è scarsità di informazione, per quanto ne so il dipendente ha un vincolo di fedeltà e un patto di non concorrenza successivo alle dimissioni (vedi http://www.altalex.com/index.php?idnot=7060 ), ma non trovo scritto da nessuna parte che non possa fare lo stesso lavoro per qualcun altro.

ecmedia
25-01-2010, 15:29
Originariamente inviato da indre
mica vero.
Se scegli il regime dei minimi paghi un 20% di differenza fra ricavi e costi.
Non paghi iva e devi solamente tenere le fatture IN e OUT.
Inoltre l'inps è già regolarmente versata, salvo condizioni particolari, come lavoratore dipendente.
Innanzitutto bisogna vedere che tipo di contratto ha lei come dipendente, se è veramente dipendente o se ha un contratto a progetto.
Secondo, il regime dei minimi non è conveniente per chi fattura molto poco. Bisognerebbe capire da lei quale pensa sia il suo volume di "affari".

Loading