PDA

Visualizza la versione completa : Ammissione esame di maturità


spimi99
01-02-2010, 11:53
A partire da quest'anno per poter sostenere l'esame di maturità occorre essere sufficiente in tutte le materie. Ai miei tempi, se ci fosse stata questa regola, gli ammessi sarebbero stati al massimo un 40%.
Secondo voi, questa regola verrà veramente applicata, o si troverà una soluzione "all' italiana"?

netghost
01-02-2010, 11:57
Personalmente la ritengo una cosa giusta. E te lo dice uno che è stato ammesso con 4 in economia aziendale. Purtroppo per come vanno/andranno le cose, ci saranno i professori di Ed. Fisica (Scienze Motorie) e quelli dove l'alunno va meglio, ma che non sono materie d'esame che abbasseranno i loro voti per darli alle materie più lacunose. E queste sono cose che già si fanno... :incupito:

Aires
01-02-2010, 12:04
Da quest'anno? Amici mi raccontano che da anni dicono sempre la stessa cosa...
Per quel che ne so già 2 anni fa dicevano che bisognava non avere nessun debito eppure gente con 2 o 3 debiti andava tranquillamente agli esami. A meno che quest' anno abbiano davvero fatto qualcosa di concreto penso andrà a finire come la legge sulle limitazioni per la patente :D

hfish
01-02-2010, 16:58
secondo me non dovrebbero esistere nemmeno i debiti. dovrebbe bastare un'unica insufficienza per bocciare automaticamente.

se davvero quello che dici è vero, la ovvia conseguenza sarà una comparsa miracolosa di sufficienza all'ultimo anno


nelle scuole italiane si boccia davvero troppo poco, con la scusa di non traumatizzare i bambini/ragazzi. il risultato è che questi imparano la cultura dell'andare avanti col minimo sforzo, affogando nella loro ignoranza. ma d'altronde è proprio quello che vuole il nostro caro governo no? tutti negli istituti privati e tutti decerebrati ignoranti

NyXo
01-02-2010, 17:01
Originariamente inviato da hfish
secondo me non dovrebbero esistere nemmeno i debiti. dovrebbe bastare un'unica insufficienza per bocciare automaticamente.

se davvero quello che dici è vero, la ovvia conseguenza sarà una comparsa miracolosa di sufficienza all'ultimo anno


nelle scuole italiane si boccia davvero troppo poco, con la scusa di non traumatizzare i bambini/ragazzi. il risultato è che questi imparano la cultura dell'andare avanti col minimo sforzo, affogando nella loro ignoranza. ma d'altronde è proprio quello che vuole il nostro caro governo no? tutti negli istituti privati e tutti decerebrati ignoranti

SuperMariano81
01-02-2010, 17:40
Originariamente inviato da hfish
secondo me non dovrebbero esistere nemmeno i debiti. dovrebbe bastare un'unica insufficienza per bocciare automaticamente.

se davvero quello che dici è vero, la ovvia conseguenza sarà una comparsa miracolosa di sufficienza all'ultimo anno


nelle scuole italiane si boccia davvero troppo poco, con la scusa di non traumatizzare i bambini/ragazzi. il risultato è che questi imparano la cultura dell'andare avanti col minimo sforzo, affogando nella loro ignoranza. ma d'altronde è proprio quello che vuole il nostro caro governo no? tutti negli istituti privati e tutti decerebrati ignoranti
e' che così facendo svuoti le scuole, no?
Dopo che uno vien bocciato 2-3 volte non va più a scuola.... credo.

hfish
01-02-2010, 17:43
il limite di età rimane invariato. se uno viene bocciato una volta in teoria il numero di studenti rimane invariato se le bocciature avvengono nelle classi intermedie, o aumenta se le bocciature avvengono l'ultimo anno

in teoria se in ogni classe di bocciassero sempre esattamente 3 alunni in ogni classe, il numero di studenti rimarrebbe pressochè invariato, modificato solo dai nuovi ingressi

e si ritorna in parte al discorso di prima. una persona bocciata 2/3 volte sarà ben invogliata a rivolgersi ai vari istituti di recupero privati, a pagamento, sovvenzionati dallo stato, facili, produttori di ulteriore ignoranza, stavolta però con un titolo di studio

netghost
02-02-2010, 08:40
L'obbligo scolastico è per 8 anni, forse qualcosa di più adesso, ma il discorso è che è vero quello che dici, che se uno venisse bocciato o rimandato allora potrebbe andare a ripetizione, o in qualche istituto privato per uscire fuori dalla scuola almeno con un 6, ma a questo punto la cosiddetta uguaglianza sostanziale garantita dalla costituzione andrebbe a farsi benedire. Se non è più lo Stato a dare a chi non può studiare i mezzi per farlo bene (vedi insegnanti impreparati e un sistema scolastico da sesto mondo) allora è "giusto" che come un certo programma di un certo "governo" (leggi associazione - loggia) mai andato al potere possa essere messo in pratica, ovvero il far andare a lavorare tutti quelli che non sono meritevoli.
E' ovvio che questo tipo di metodo è un metodo usato dalle lotte studentesche già nei lontani anni sessanta, per cui si può dire che il sistema scolastico è stato rovinato da quella classe dirigente e studente, poi docente che da allora ha voluto uniformare all'ignoranza la collettività. Vedi solo il 3ad sulla geografia per capire cosa si intende per ignoranza scolastica. :98:

Aires
02-02-2010, 09:42
Originariamente inviato da hfish
secondo me non dovrebbero esistere nemmeno i debiti. dovrebbe bastare un'unica insufficienza per bocciare automaticamente.

Quotissimo

miki.
02-02-2010, 10:13
Ma i debiti non erano stati rimossi per rimettere gli esami a settembre?
I debiti son ridicoli, ma gli esami a settembre possono essere utili (per 1-2 materie) perché forzano lo studente a studiare per rimediare e quindi evitare di fargli ripetere l'anno solo per massimo 2 materie.
Anch'io sono per bocciare di più, personalmente son la prova che bocciate fa bene. Fino alla terza superiore ho avuto materie insufficienti, poi da quando ho ripetuto la terza avevo solo italiano scritto con il 5 ma che recuperavo con l'orale (considerando come e quanto studiavo non capisco come sia stato possibile andare così bene)

Loading