PDA

Visualizza la versione completa : Piccolo benchmark riguardo a XFS vs NTFS


taylorella
11-02-2010, 18:18
Buonasera alla community!
Volevo postare alcuni risultati provati personalmente l'altro giorno.
Visto che sto cercando di creare una configurazione Linux performante e comoda nell'utilizzo di tutti i giorni, mi sono preoccupato di fare un confronto con le prestazioni di Windows XP.

Il mio pc è un Compaq Evo con le seguenti caratteristiche:

- cpu: Intel Pentium IV da 2 Ghz
- ram: 1024 MB DDR
- hard disk: due IDE da 7200 rpm, uno da 40 GB e uno da 80 GB. (Western Digital e Maxtor se non sbaglio)

Configurazione:

In quello da 40 ho installato sia XP sia Karmic Koala, dedicando a ciascun sistema circa metà hard disk, mentre sul disco da 80 ho montato i Documenti per XP e la /home per Ubuntu.

Xp ha la classica configurazione con filesystem NTFS con cluster da 4 KB, mentre Ubuntu ha XFS creato da me tramite mkfs.xfs con varie opzioni attivate, ovvero l'ho creato con cluster da 512 byte, (-b size=512), il numero di blocchi dell'opzione -d agcount è di 8 per il sistema e di 16 per la /home, la dimensione dell'inode è di 256 byte (metà block size), la dimensione del log è di 32 mega mentre per l'opzione "n size" ho impostato un valore di 8 KB.
Inoltre ho aggiunto a /etc/fstab le opzioni: "noatime,nodiratime,logbufs=8" come suggerito da molte guide su internet per velocizzare la cancellazione dei files su XFS.

Con questa configurazione ho provato a trasferire da penna usb ad hard disk e da hard disk a penna usb la iso di Ubuntu 9.10 che sono 690 MB, e una directory contenente files in formato flac e alcuni jpg (altro non è che la versione rippata in flac di "rosso relativo" di Tiziano Ferro con la copertina, giusto per la cronaca), quindi una directory contenente 21 files e di dimensioni totali pari a 684 MB.
Non ho scelto Tiziano Ferro per preferenza musicale mia (anche perchè non è esattamente ciò che ascolto) ma solo perchè è di dimensioni simili alla iso di Ubuntu, ma è formato da un numero di files che può essere interessante per le performance di un filesystem e per l'uso quotidiano.

La penna usb in questione è una SanDisk Cruzer Micro da 8 GB interfacciata su USB 2.0. Ho fatto la maggior parte delle prove con la pennetta formattata in FAT32, ma inizialmente era formattata in NTFS.
I risultati sono questi:

Da XFS su pennetta in NTFS:

- Copia iso: 690 MB in 2' 4"
- Copia dir (21 files): 684 MB in 2' 7"
- Sposta dir: 684 MB in 1' 53"

Mediamente il transfer rate è stato di 5,5 MB-6 MB a secondo.

Questa prova tuttavia l'ho un po' trascurata perchè ho preferito fare le prove su FAT32, pensando che sia ancora il filesystem più diffuso su dispositivi rimovibili, o perlomeno quello che a me interessa di più visto che è gestibile da Windows, Linux e Mac senza driver o artifici strani. Peraltro ho confrontato le prestazioni di Linux tra NTFS e FAT32 e ora vedrete che sono simili.

Da XFS (sistema) a FAT32 (pennetta):

- Copia iso: 690 MB in 1' 57"
- Copia dir: 684 MB in 2' 11"
- Sposta iso: 690 MB in 1'57"
- Sposta dir: 684 MB in 2' 11"

La dir è sempre di 21 files, la iso sempre quella di Ubuntu.

Da FAT32 (pennetta) a XFS (sistema):

- copia iso: 37"
- copia dir: 34"
- sposta iso: 36"
- sposta dir: 34"

Da questi risultati ho notato che con la mia configurazione non c'è praticamente nessuna differenza tra un unico file grande e una dir di files di equivalente dimensione. Ci tengo a specificare che anche la cancellazione è stata molto veloce, praticamente non percepibile: premevo shift+canc, davo l'invio e spariva tutto.

Ora le prove fatte su NTFS (Windows XP Professional con Service Pack 3 e aggiornamenti):


Da NTFS (sistema) a FAT32 (pennetta):

- Copia iso: 1' 40"
- Copia dir: 1' 58"
- Sposta iso: 1' 40"
- Sposta dir: 1' 58"


Da FAT32 (pennetta) a NTFS (sistema) :

Copia iso: 1' 07"
Copia dir: 1' 16"
Sposta iso: 1' 21"
Sposta dir: 1' 18"


Da questi risultati che ho avuto ho notato quindi che nel trasferire da sistema a pennetta ci metto mediamente 10 secondi in meno usando Windows, su tempi totali di 1' 50" circa, quindi un 10% grosso modo, ma nel trasferire da pennetta a sistema XFS è decisamente più veloce, mettendoci meno della metà del tempo.
I tempi totali in gioco sono minimi, parliamo di scarti di 30-40 secondi, che nell'utilizzo quotidiano sono ridicoli, ma è anche vero che ho maneggiato meno di un giga per volta. Se le prestazioni sono le stesse anche su dimensioni maggiori, è lecito aspettarsi che se invece di 700 MB avessi spostato 7 giga, i tempi sarebbero stati 10 volte maggiori, quindi i 30 secondi di differenza sarebbero diventati 300, pari a 5 minuti, e già allora la convenienza pratica è più interessante.
Purtroppo non so dirvi il contributo dato dalla mia configurazione, magari se qualcuno più esperto di informatica di me darà un occhio al thread riuscirà a discriminare meglio eventuali vantaggi o errori introdotti dalle opzioni che ho passato a mkfs.xfs.
Mi piacerebbe riuscire a mettere a posto quei 10 secondi in più nel trasferimento, ma direi che intanto questi valori possono dare un'idea di come funziona questo filesystem. Se avrò modo di installare da qualche parte anche Ext4 ed Ext3 potrò fare lo stesso esperimento.
Spero di essere stato utile! :ciauz:

bereshit
11-02-2010, 23:38
koala

avi da 700,4 MB

ext4 --> fat32

56,38 sec

fat32 --> ext4

26,48 sec

taylorella
12-02-2010, 00:13
Interessante!
Purtroppo però non essendo il mio pc come il tuo, non so se la configurazione abbia influito, e sinceramente non so nemmeno se in assoluto in miei valori siano onesti o siano un macello... ;)
In ogni caso ci hai messo 56 secondi circa, ovvero la metà e anche meno del mio tempo con XFS modificato. Sarei curioso di sapere che valori ha un XFS standard, cosa che dovrò provare entro breve.
Intanto grazie del contributo, così la discussione ha anche più senso!

bereshit
12-02-2010, 00:29
giusto la configurazione

dual core intel 1,5 giga
disco da 5400 rpm
2 giga di ram

taylorella
12-02-2010, 01:21
Disco sata? Chiedo, perchè facendo benchmark sui miei due dischi ho visto che rispetto a un sata perdono i migliori 20 MB/s in lettura, almeno...non voglio neanche sapere in scrittura come stiamo messi... :(
In ogni caso hai fatto bene a postare, tra i prossimi test che vorrei riuscire a fare proverò lo stesso giochetto, con gli stessi files, ma con altri FS, se possibile.
Ecco, ora per esempio, che sto spostando 3,2 GB di roba da sistema a disco da 2,5" NTFS mi sto attestando su un imbarazzante 3,5 MB/s, che direi non è accettabile. Devo aver fatto qualche bella cazzata nel creare il filesystem, chissà che parametro sballato ho messo... :master:

bereshit
12-02-2010, 09:21
si sata

bereshit
12-02-2010, 14:32
qualcuno può fare un prova con un etx3?

taylorella
12-02-2010, 16:44
Io prossimamente dovrò formattare penso perchè qui mi si sta saturando tutto, quindi posso sperimentare con Ext3 e volendo anche con Ext4. Posso fare tipo 4 partizioni, in cui monto 4 directory con un FS diverso per ognuna...poi vedo cosa è meglio, cancello tutto e rifaccio un'installazione pulita, scegliendo il FS più giusto.
Nel frattempo mi associo a Bereshit e invito chiunque possa a fare una prova, specificando la configurazione di hardware, software e il tipo o i tipi di files scelti.

lion1810
12-02-2010, 16:54
Io non ho fatto benchmark perciò non posso mettere su carta però riporto la mia esperienza.
Ho scaricato su WIN. XP (pc del lavoro :D ) un file .iso DVD di una distro linux. Il file naturalemente molto grande dovevo copiarlo su un disco esterno usb con fs. fat32.

Beh il sistema si impallava al solo "tasto destro" per selezionarlo, neppure il più classico ctrl+c non funzionava. Il sistema si impallava completamente. Ma proprio si BLOCCAVA! Incredibile!!

Allora ho avviato una distro linux live; copia/incolla e tutto è andato a buon fine senza problemi

P4 2,80 ghz 504M di ram

:popcorn:



:popcorn: :popcorn:

taylorella
12-02-2010, 17:18
Occhio che forse quello dipende dalla dimensione del file: FAT32 non può gestire files di dimensioni superiori ai circa 4 Giga! ;)

Loading