PDA

Visualizza la versione completa : [Film] Drag me to hell


dAb
28-02-2010, 00:50
Salve, sono quello che guarda i film in ritardo. Dopo la visione ne ho letto un po' di critiche e recensioni in giro, pareri sui forum, e francamente ho tardato a capire perche` ha avuto cosi` poco successo. Poi ho realizzato che, semplicemente, non e` stato capito. Segue spoilerone, NON proseguite se non avete visto il film. Guardatevelo, sentitevi liberi di pensare "ma che cazzatona" e poi leggete quanto segue, cosi` vi sentite tonti quanto basta, che ogni tanto non fa male :D

































QUESTO NON E` UN FILM HORROR!

Tutto quel che succede alla protagonista succede nella sua testa. Semplicemente, e` COMPLETAMENTE PAZZA. Nessuno l'ha mai maledetta, nessun demone l'ha mai perseguitata, nessuno l'ha mai trascinata all'inferno. Avviene tutto nella sua mente, riguardatevelo bene e badate al SUO punto di vista, quello di una ragazza con un'infanzia difficile a causa di una madre alcolizzata e un rapporto traumatico col cibo [e al rifiuto del cibo si fa riferimento per l'intero film, guardate bene i particolari, ci sono indizi in ogni dove].

Eggia`, non e` un film horror. E` la storia di una ragazza di campagna con problemi di peso che cerca di trasformarsi in una fine donna civile, e in parte ci riesce, ma fallisce miseramente nel combattere il suo demone personale, quello della FAME: possibile che nessuno si sia accorto che il demone compare sempre quando lei e` IN CUCINA??

Altro che filmetto horror che ricalca gli anni '80, questo e` un filmone coi controcoglioni, con una trama ottimamente architettata e una sceneggiatura spettacolare. Il chiromante e` un semplice imbroglione, la seduta spiritica una messa in scena ben architettata. Il bambino all'inizio? Solo un espediente per sviare lo spettatore e lasciargli credere che sta per vedere un semplice film horror. Film che si svolge in due livelli, uno su quello piu` semplice e immediato della sfigata di turno su cui grava una maledizione, l'altro ben piu` profondo sui problemi di peso, di adeguamento e conformita` a tutti i costi.

E adesso se volete potete andare in giro a farvi belli con chi pensa che sia una cagata assurda, dite che vi mando io :D

djciko
28-02-2010, 00:57
Sono d'accordo con Giancarlo Zappoli, da MYmovies:



Christine rappresenta quei tanti che,pur essendo fondamentalmente onesti, in questo mondo in cui la precarietà del lavoro domina si trovano quasi costretti a far tacere un angolino della loro coscienza, per andare avanti. L'horror molto spesso, al di là di quello che ne pensano i detrattori che però non lo conoscono, punta a una morale finale. Anche in questo caso lo fa.

hfish
28-02-2010, 01:04
come analisi mi sembra abbastanza forzata...

dAb
28-02-2010, 01:08
Riguardatelo bene. Lei che passa davanti ad una vetrina piena di dolci con sguardo avido, si strafoga di gelato, si costringe a bere solo caffe` e sta male [gli incubi], eccetera eccetera. Il suo ragazzo che NON deve essere presente alla seduta spiritica, la cena coi genitori dove lei vede l'occhio nella torta, sente i rumori e nessuno si accorge di nulla. Tutto collima, ogni singolo particolare. Concediti una seconda visione e ti ricrederai.

Ne aggiungo un altro po' e vo a nanna:

- la foto di lei da ragazzina cicciona
- la medium che dopo la "morte" NON viene portata via in ambulanza ma su un semplice furgone
- la medium che sostiene di aver atteso da una vita questo momento, e intanto si becca 10mila dollari [nota che lei non parla MAI di soldi]
- la nipote che le chiede se ha avuto problemi di peso
- lei che sente cose strane e il suo ragazzo quando e` con lei mai
- gli eventi soprannaturali che accadono sempre quando lei e` sola
- la mosca durante la cena, che nella sua testa si immagina essere nel suo stomaco vuoto, mentre era nella torta

Last but not least: lei non muore perche` trascinata all'inferno. Muore perche` travolta da un treno! Che razza di demone e` uno che aspetta PROPRIO quel momento per appropriarsi di un'anima?

catrin
28-02-2010, 13:06
mah, un po' l'ho rivalutato...ed è stato facile, visto che partivo dal fondo :D

scherzi a parte, interessante visione...quasi mi viene voglia di rivederlo. Quasi :dottò:

nihil
28-02-2010, 13:16
Potrebbe essere, ma se è vero che è tutto nella mente di lei, come mai quando il demone la prende lui sembra capire che la situazione va oltre il pericolo del treno? Cioè, ha appena visto la sua ragazza asfaltata dal treno e lui guarda il bottone? Cos'è ritardato?

dAb
28-02-2010, 13:35
Originariamente inviato da nihil
Potrebbe essere, ma se è vero che è tutto nella mente di lei, come mai quando il demone la prende lui sembra capire che la situazione va oltre il pericolo del treno? Cioè, ha appena visto la sua ragazza asfaltata dal treno e lui guarda il bottone? Cos'è ritardato?

Lui guarda il bottone proprio perche` NON capisce :D

Pensa al suo punto di vista: lui come chiunque altro non e` mai stato testimone di nulla di sovrannaturale ed e` scettico fin dall'inizio. Ad un certo punto glielo dice anche: non scuce 10mila dollari perche` crede che la seduta spiritica le risolvera` i problemi, ma perche` sa quanto e` importante per lei, qualunque sia il motivo di tutto il suo male [fra l'altro lei cosa sta facendo quando lui arriva? Si sta strafogando di gelato]. Dopo la seduta la situazione sembra essersi risolta, e nel finale lui e` li` a guardare 'sto bottone e a chiedersi ma che caxxo, la mia ragazza e` stata stirata di un treno a causa di 'sto coso? Che diavolo puo` averci visto di cosi` terrificante? Ma allora oltre ad essere bulimica era veramente fuori come un'antenna! :D

nihil
28-02-2010, 14:12
Originariamente inviato da dAb
Dopo la seduta la situazione sembra essersi risolta, e nel finale lui e` li` a guardare 'sto bottone e a chiedersi ma che caxxo, la mia ragazza e` stata stirata di un treno a causa di 'sto coso? Che diavolo puo` averci visto di cosi` terrificante? Ma allora oltre ad essere bulimica era veramente fuori come un'antenna! :D
No, ma che il filo conduttore sia quello che dici tu è certo.
Solo che quella situazione secondo me poco lo avvalora. Per esempio trovo difficile che lui faccia quei pensieri dopo una situazione del genere; se non hai afferrato il senso di quel bottone e vedi la tua ragazza diventare un elemento portante della stazione non gli dai tanta importanza, piuttosto maledici Paiola, ti disperi. Al limite è un'osservazione che fai successivamente, a mente fredda.

Se, invece, ne hai capito il significato ti risulta immediato guardare il nodo della questione con quella faccia da "Accipicchia, allora era tutto vero! Non si era inventata la storiella del demone per non fare sesso con me."

Oppure anche quando ritira la mano appena inizia l'animazione della bestiaccia, non per paura del treno, perchè se lo noti successivamente la tende di nuovo. Allora perché l'aveva ritirata?

Sì, lo sò, sono segoni mentali, è un film, dovevano uscire in qualche modo da quella situazione e blablabla.
Ma io non ci stò. Cazzo.

dAb
28-02-2010, 14:49
Originariamente inviato da nihil
No, ma che il filo conduttore sia quello che dici tu è certo.
Solo che quella situazione secondo me poco lo avvalora. Per esempio trovo difficile che lui faccia quei pensieri dopo una situazione del genere; se non hai afferrato il senso di quel bottone e vedi la tua ragazza diventare un elemento portante della stazione non gli dai tanta importanza, piuttosto maledici Paiola, ti disperi. Al limite è un'osservazione che fai successivamente, a mente fredda.

Se, invece, ne hai capito il significato ti risulta immediato guardare il nodo della questione con quella faccia da "Accipicchia, allora era tutto vero! Non si era inventata la storiella del demone per non fare sesso con me."


Questo se guardi la scena pensando a tutte le informazioni che hai avuto nel corso del film tramite lei. Se lo guardi tramite gli occhi di lei sei portato a pensare che lui abbia capito, DEVE aver capito. Ma se ti limiti a quel che in realta` sa LUI, cioe` un bel niente, realizzi che cio` che in quel momento lo sta colpendo come un ferro da stiro sui denti e` semplice stupore, non comprensione.



Oppure anche quando ritira la mano appena inizia l'animazione della bestiaccia, non per paura del treno, perchè se lo noti successivamente la tende di nuovo. Allora perché l'aveva ritirata?


Guarda bene la scena e immaginatela SENZA i demoni. E` LEI a vederli, lui no. Fai caso alla sequenza:

- lui le tende la mano
- lei NON cerca la sua ma inizia a dibattersi tentando di liberarsi da una forza inesistente
- lui non capisce e ritira la mano
- lei un attimo prima che venga travolta tende la mano verso di lui, e lui fa altrettanto

Nelle ultimissime scene, quando lei inizia a sciogliersi, E` GIA` MORTA. Quel che vediamo e` come lei si e` immaginata di morire. Lui nemmeno tenta piu` di sporgersi, rimane li` immobile a guardare il punto dove un istante prima c'era lei.

Aggiungo che quella scena e` costruita con una precisione maniacale e una scelta di tempi formidabile, ed e` semplicemente stupendo l'ultimo primo piano di lei dove la sua fisionomia viene distorta dalla lente per riportare il suo faccione alle origini.

Guardala nelle prime scene (http://img524.imageshack.us/img524/8491/dragmetohellprima.png) e guardala prima di morire (http://img90.imageshack.us/img90/72/dragmetohelldopo.png).

rebelia
28-02-2010, 14:52
io non avevo mai sentito parlare di 'sto film finora, ma leggendovi mi avete fatto venir voglia di guardarlo :dottò:

dov'e'? cinema, noleggio o soffitte polverose della mgm?

Loading