PDA

Visualizza la versione completa : la rivoluzione in uno scatto


rebelia
03-05-2010, 20:39
ok, il titolo e' un po' (...) a effetto, pero' la notizia e' di quelle buone

credo che piu' o meno tutti sappiano che l'arabia saudita e' uno dei paesi piu' conservatori al mondo (l'articolo dice piu' conservatore in assoluto), dove le donne sono ancor piu' segregate che nei gia' restrittivi iran e yemen; pare che l'attuale gran capo in persona, re Abdullah, si sia fatto fotografare in mezzo a un gruppo di donne a viso scoperto, il che per noi puo' sembrare una cosa da nulla, ma pare che li' sia un grande messaggio politico, tanto che la foto "ha fatto scandalo":



Nei giorni scorsi, i più importanti quotidiani del Regno hanno pubblicato in prima pagina la foto che vedete qui a fianco: re Abdullah e il principe ereditario Sultan Bin Abdel Aziz circondanti da una ventina di donne sorridenti al termine di un incontro pubblico a Najran, nel sud del paese. Una rivoluzione: mai prima d'ora, in un paese dove il 90% delle donne gira completamente velata - con un piccolo spiraglio per gli occhi come unica concessione al mondo esterno - si erano mai visti così tanti sorrisi femminili sulle pagine di un giornale.
Mai prima d'ora un'immagine aveva mandato un segnale politico tanto chiaro: che è tempo di integrare le donne nella vita del paese.

Quest'idea da sempre è il segno distintivo del regno di Abdullah e, sostengono gli analisti, sarà la sua grande eredità politica[...] Un religioso che ha osato criticare pubblicamente l'iniziativa è stato licenziato nel giro di pochi giorni.

Per capire la portata della rivoluzione, occorre forse spiegare il contesto: l'Arabia Saudita è il paese più conservatore del mondo, dove tutte le donne - straniere comprese - sono obbligate a indossare l'abaya (una veste nera che le copre da capo a piedi), non possono lavorare né viaggiare senza l'autorizzazione del marito o del padre, non possono guidare (caso unico al mondo) e dove la polizia religiosa vigila che nessuna signora sieda in un locale pubblico o in un'auto con un uomo che non sia uno stretto familiare: pena il carcere.


da qui: http://www.repubblica.it/esteri/2010/05/02/news/re_arabia-3772908/

e questa la foto in questione:

http://www.repubblica.it/images/2010/05/02/214616447-f88d47c7-85f8-4810-ad86-0d54e823323a.jpg

anche in un mondo cosi' distante da noi culturalmente ci sono persone illuminate, spero che re Abdullah riesca nel suo intento e che il successore designato continui sulla stessa strada :fagiano:

bootzenn
03-05-2010, 21:21
speriamo sia il passo giusto per portare l'attenzione sulla condizione della donna in certi paesi

rebelia
03-05-2010, 21:26
Originariamente inviato da bootzenn
speriamo sia il passo giusto per portare l'attenzione sulla condizione della donna in certi paesi

mah, credo che l'attenzione gia' ci sia, solo che certe scelte di politica sociale devono per forza essere fatte "dall'interno" e cosi' ben vengano governanti illuminati come questo o mohammed vi re del marocco o ancora abd allah ii re di giordania

astro
03-05-2010, 21:30
Da quello che mi risulta invece l'erede fraterno pare la veda in maniera ben diversa
lasciando temere giustificati presagi poco belli :incupito:

Ma speriamo bene visto che la bella notizia c'è

Le donne devono prendersi la loro libertà, lottare sacrificarsi e ...sperare di incontrare la minor resistenza possibile

rebelia
03-05-2010, 21:38
Originariamente inviato da astro
Le donne devono prendersi la loro libertà, lottare sacrificarsi e ...sperare di incontrare la minor resistenza possibile

e' l'unica cosa da sperare, pero' e' anche vero che e' facile dirlo per noi; anche qui malgrado tutto ci sono ancora donne che buttano il figlio neonato dalla finestra per non confessare una gravidanza indesiderata, figuriamoci cosa vorra' dire portare avanti le proprie idee in certe zone!

io le ammiro moltissimo, le donne che fanno scelte coraggiose in certe aree del mondo, pero' mi sa che la strada per il raggiungimento degli obiettivi passi forzatamente attraverso l'aiuto degli uomini :fagiano:

astro
03-05-2010, 21:47
e pensa che troveranno una certa opposizione anche femminile :eek:

cmq mi riferivo proprio al mondo "dominante" :mem:

rebelia
03-05-2010, 21:51
Originariamente inviato da astro
e pensa che troveranno una certa opposizione anche femminile :eek:

non mi stupisce: si sentono certe interviste anche qui da noi da far rizzare i capelli in testa!

lnessuno
03-05-2010, 22:44
non possono guidare (caso unico al mondo)

già questo lo rende un paradiso :D




seriamente... per astro, rebelia ecc. la cultura islamica è molto diversa dalla nostra, e anche se sembra inconcepibile vestirsi così, per loro è un segno di rispetto verso se stesse, disprezzano invece la mercificazione della donna che si fa nei paesi occidentali...

lettura consigliata: tutto quello che dovresti sapere sull'islam e che nessuno ti ha mai raccontato

di john esposito (http://en.wikipedia.org/wiki/John_Esposito) e dalia mogahed (http://en.wikipedia.org/wiki/Dalia_Mogahed)


è terribilmente istruttivo

rebelia
03-05-2010, 22:55
Originariamente inviato da lnessuno
seriamente... per astro, rebelia ecc. la cultura islamica è molto diversa dalla nostra, e anche se sembra inconcepibile vestirsi così, per loro è un segno di rispetto verso se stesse, disprezzano invece la mercificazione della donna che si fa nei paesi occidentali...

aspe'! nessuno ha detto che la loro cultura sia identica alla nostra; se se molte donne dei paesi a maggioranza islamica rischiano la vita per avere maggior liberta' di espressione e d'azione, evidentemente non e' solo una questione di cultura diversa e di volonta' loro, ma anche di cultura maschile repressiva (storia antica), tant'e' che alcuni uomini potenti e lungimiranti ora stanno cercando di cambiare le cose o almeno alcune cose che poco hanno a che fare col rispetto delle donne verso se stesse e molto invece col rispetto degli uomini verso di loro

astro
03-05-2010, 23:33
lo dico piano piano, sottovoce... anch'io disprezzo la mercificazione occidentale e la vedo più che come libertà (che è una cosa che sta un po' più in là..) come decadenza bassa, ma bassa bassa... mentre loro mi pare siano "avanti"
Quindi nemmeno mi sogno di concepire e condividere poco i loro costumi morigerati (sempre se non estremissimi)

mi pare piuttosto che prender delle pietrate finchè t'ammazzano non stia bene nè a loro nè a me (per loro)

di fatto poi qualcosa conosco e mi risulta che la concezione della donna sia legata alla tentazione e ancor più ...al diavolo :ecco: come la mano sinistra è quella sporca e sempre "del diavolo" etc...

ora son cose che cambiano ma vanno combattute

NB in india invece nell'adulterio ho sentito che puniscono solo l'uomo...
beh... pure loro... rob'i'pazz :eek:

Loading