PDA

Visualizza la versione completa : il primo ottobre tutti a scuola!


rebelia
24-05-2010, 17:35
e' proprio vero, a forza di camminare in tondo si torna al punto di partenza, a quando le scuole iniziavano tutte il primo ottobre :D



"Posticipare l'apertura dell'anno scolastico - sostiene il ministro - potrebbe aiutare molte famiglie e dare anche un aiuto al settore turistico. Vedremo come il Parlamento deciderà in merito".


gia', peccato che poi le aziende chiudano in agosto e:



Opposta la posizione della Lega Nord: "La proposta del Pdl di tornare a scuola il 30 settembre è inattuabile, in quanto la direttiva europea prevede 200 giorni e va rispettata, perché se togliamo i giorni di scuola del mese di settembre si rischia di non rispettare questo minimo - ricorda la senatrice Irene Aderenti - Inoltre, estendere questa proposta a tutto il territorio nazionale significa mettere in difficoltà le famiglie e i lavoratori dipendenti perché alla fine di agosto la maggior parte iniziano il lavoro. E dove mettono i bambini?".


da qui: http://www.repubblica.it/scuola/2010/05/24/news/scuola_apertura_dopo_il_30_9-4294469/

io non sono ministro dell'istruzione, pero' mi scontro tutti gli anni con i balletti di professori e supplenti che va avanti fino a natale e a volte anche oltre: non sarebbe meglio, anziche' preoccuparsi del turismo, pensare a migliorare il sistema di assegnazione delle cattedre, in modo che il giorno in cui si inizia sia VERAMENTE il giorno in cui si inizia

ma non sono la sola a pensarlo, evidentemente:



Secondo Mimmo Pantaleo (segretario della Flc Cgil) quella di Costa è un'idea "un po' stravagante: non se ne capisce il senso a meno che, come sospettiamo noi dato il il parere favorevole anche della Gelmini, posticipare l'inizio dell'anno serva al ministero per prendere tempo per risolvere le mille incertezze in cui oggi versa il sistema. Il punto vero è che c'è una situazione caotica, soprattutto alle primarie e alle superiori.


pur non adorando certo l'attuale governo, sono pero' meno drastica su questo:



Le vacanze estive sono una scusa, dietro il progetto di posticipare ci sono le conseguenze delle politiche sbagliate del governo


perche' in realta' i danni si stanno facendo da un po', anche se questo governo si sta impegnando per dare il colpo di grazia a una situazione deplorevole



[Massimo Di Menna (Uil Scuola)]... ancora una volta registriamo che sulla scuola si fanno tante proposte che creano dibattiti senza poi intervenire seriamente sui problemi strutturali del sistema, come il sostegno alla scuola pubblica e la retribuzione del personale".


ecco, appunto :madai!?:

DeBe II
24-05-2010, 17:47
Ma perchè non renderla facoltativa la scuola? Chi proprio ci tiene a far studiare i propri figli, può sempre mandarli alle scuole paritarie della libertà.

rebelia
24-05-2010, 17:49
Originariamente inviato da DeBe II
Ma perchè non renderla facoltativa la scuola? Chi proprio ci tiene a far studiare i propri figli, può sempre mandarli alle scuole paritarie della libertà.

sai che e' un'ottima idea? al posto dell'abbecedario una bella zappa per chi la preferisce e via :mem:

indre
24-05-2010, 18:13
Ma non ho compreso ma se inzia ad Ottobre, come in passato, finisce a fine giugno?

Io non vedo l'utilità o meno dalla cosa.
Quello che spero invece è una rivoluzione per gli insegnati a cominciare dal loro percorso di studio.
Non trovo accettabile che un laureato qualsiasi possa insegnare, altro che inizio o fine lezioni!
bah.

chris
24-05-2010, 18:21
Originariamente inviato da indre
Quello che spero invece è una rivoluzione per gli insegnati a cominciare dal loro percorso di studio.
Non trovo accettabile che un laureato qualsiasi possa insegnare, altro che inizio o fine lezioni!
bah.

In che senso un laureato qualsiasi?

Ah, per me è la solita proposta fuffa per non occuparsi dei problemi e distogliere l'attenzione dell'opinione pubblica :fagiano:

indre
24-05-2010, 18:24
Originariamente inviato da chris
In che senso un laureato qualsiasi?

Ah, per me è la solita proposta fuffa per non occuparsi dei problemi e distogliere l'attenzione dell'opinione pubblica :fagiano:
beh ora se tu sei laureato in biologia puoi insegnare determinate materie agli studenti.
Questo a mio avviso è errato.
Io posso conoscere la materia ma posso anche non esser minimamente portato e/o esser in grado di far comprendere le notizioni ad altra gente.

Andrebbe fatto un percorso pre o post laurea specialistico oppure una laurea unica con primi due anni dedicati alla metodologia di insegnamento e gli altri 3 dedicati alla materia.

chris
24-05-2010, 18:26
Originariamente inviato da indre
beh ora se tu sei laureato in biologia puoi insegnare determinate materie agli studenti.
Questo a mio avviso è errato.
Io posso conoscere la materia ma posso anche non esser minimamente portato e/o esser in grado di far comprendere le notizioni ad altra gente.

Andrebbe fatto un percorso pre o post laurea specialistico oppure una laurea unica con primi due anni dedicati alla metodologia di insegnamento e gli altri 3 dedicati alla materia.
Allora mi sa che non sei molto informato :fagiano:
http://it.wikipedia.org/wiki/Docente


L'abilitazione all'insegnamento nelle scuole materne ed elementari si consegue nei corsi di laurea in Scienze della formazione primaria. Per le scuole medie e superiori sono esistiti dal 1999 al 2008 appositi corsi biennali di formazione post-laurea, a numero programmato, presso le Università (SSIS), che prevedevano esami teorici di materia, di pedagogia, di didattica e un periodo di tirocinio nelle scuole statali, sotto la guida di un tutor.

Esistevano, nessuno li ha resi obbligatori per la partecipazione ai bandi per l'insegnamento, poi la Gelmini li ha aboliti.

indre
24-05-2010, 18:28
Li conoscevo ma sono pressocchè inutilizzati.
Edit.

chris
24-05-2010, 18:33
Originariamente inviato da indre
Li conoscevo ma sono pressocchè inutilizzati.
Meglio inglobare il tutto in una laurea ad hoc di 5 anni IMHO.

Non vedo che differenza faccia chiamarla laurea unica in 5 anni o mettere insieme la laurea triennale e la specializzazione del ssis di due anni a seguire.
Sarebbe bastato renderli obbligatori per la partecipazione ai concorsi per non farli essere pressoché inutilizzati. Perché è vero che un insegnante deve essere prima di tutto un formatore con delle conoscenze teoriche su come si insegna.

indre
24-05-2010, 18:35
Originariamente inviato da chris
Non vedo che differenza faccia chiamarla laurea unica in 5 anni o mettere insieme la laurea triennale e la specializzazione del ssis di due anni a seguire.
Sarebbe bastato renderli obbligatori per la partecipazione ai concorsi per non farli essere pressoché inutilizzati. Perché è vero che un insegnante deve essere prima di tutto un formatore con delle conoscenze teoriche su come si insegna.

Non rammento + la diatriba (la cercherò appena ho tempo) ma mi ricordavo di problematiche riguardo il numero chiuso e punteggi/frequentazione.

Loading