PDA

Visualizza la versione completa : 24 maggio


quaestio
24-05-2010, 18:47
La leggenda del Piave
1. STROFA:
Il Piave mormorava calmo e placido al passaggio
Dei primi fanti il ventiquattro maggio:
l’Esercito marciava per raggiunger la frontiera,
per far contro il nemico una barriera.
Muti passaron quella notte i fanti;
tacere bisognava e andare avanti.
S’udiva intanto dalle amate sponde
Sommesso e lieve il tripudiar de l’onde:
era un passaggio dolce e lusinghiero.
Il Piave mormorò: “NON PASSA LO STRANIERO”.

2. STROFA:
Ma in una notte triste si parlò di tradimento,
e il Piave udiva l’ira e lo sgomento.
Ahi, quanta gente ha visto venir giù, lasciare il tetto,
per l’onta consumata a Caporetto!
Profughi ovunque! Dai lontani monti
Venivan a gremir tutti i suoi ponti.
S’udiva allor dalle violate sponde
Sommesso e triste il mormorio de l’onde:
come un singhiozzo in quell’affanno nero.
Il Piave mormorò: “RITORNA LO STRANIERO”.

3. STROFA:
E ritornò il nemico, per l’orgoglio e per la fame
Volea sfogar tutte le sue brame.
Vedeva il piano aprico di lassù: voleva ancora
Sfamarsi e tripudiare come allor…
“NO” disse il Piave, “NO” dissero i fanti,
“mai più il nemico faccia un passo avanti”
Si vide il Piave rigonfiar le sponde!
E come i fanti combattevan l’onde.
Rosso del sangue del nemico altero,
Il Piave comandò: “INDIETRO VA’ STRANIERO!”

4. STROFA:
E indietreggiò il nemico fino a Trieste, fino a Trento
E la Vittoria sciolse le ali al vento.
Fu sacro il patto antico: tra le schiere furon visti
Risorgere Oberdan, Sauro e Battisti.
Infranse alfin l’italico valore
Le forche e l’armi dell’impiccatore.
Sicure l’Alpi… libere le sponde
E tacque il Piave: si placaron l’onde.
Sul patrio suol, vinti i torvi imperi,
la pace non trovò NE’ OPPRESSI, NE’ STRANIERI.

stockton
24-05-2010, 19:02
una canzone della nostra storia.
oggi non ha molto senso, soprattutto in ottica comunitaria, ma in quell'occasione eravamo soli contro tutti e soprattutto a combattere la guerra erano soprattutto disgraziati (da entrambi le parti)

todoroki
24-05-2010, 19:06
me la facevano cantare a scuola :incupito:
ce n'era una che faceva:gli uccellini cantano e volano su nel cieloo,cantano e dicono la primavera tornerà..ora poi la neve è arrivata e cion l'inverno tutto sembra morto :zizi:

un'altra:russi cinesi spagnoli africani,dall'inghiltera al farwest!una catena di tanti bambini che fine mai avrà :zizi:

rebelia
24-05-2010, 19:41
Originariamente inviato da quaestio
Il Piave mormorò: “NON PASSA LO STRANIERO”.

erano gli austriaci... chissa' se i leghisti lo sanno :mame:

edit: ehm todoroki.... credo che le canzoni non siano esattamente la stessa cosa :stordita: http://it.wikipedia.org/wiki/La_canzone_del_Piave

hfish
24-05-2010, 21:14
io avevo un anno e 3 giorni
un mio carissimo amico, allora 27 enne, era a heysel a seguire la juve in trasferta
sopravvisse per miracolo

http://www.youtube.com/watch?v=0LWDfV-CebI

domani mattina racconterà la sua esperienza su rai uno, come già era capitato l'anno scorso

rebelia
24-05-2010, 21:16
Originariamente inviato da hfish
io avevo un anno e 3 giorni

auguri in ritardo :stordita:

hfish
24-05-2010, 21:18
un anno un mese e 3 giorni :stordita:

todoroki
24-05-2010, 21:23
anche questa se pur minore ,è stata una tragedia

http://www.youtube.com/watch?v=3uD6kcxbtPY&feature=player_embedded

deleted_x
24-05-2010, 22:36
Originariamente inviato da hfish
io avevo un anno e 3 giorni
un mio carissimo amico, allora 27 enne, era a heysel a seguire la juve in trasferta
sopravvisse per miracolo

http://www.youtube.com/watch?v=0LWDfV-CebI

domani mattina racconterà la sua esperienza su rai uno, come già era capitato l'anno scorso

:confused: ma non era il 29 maggio 1985?

hfish
25-05-2010, 01:09
hai ragione!!
29... mi ricordavo 25

Loading