PDA

Visualizza la versione completa : la zone xtrême


rebelia
09-07-2010, 00:36
su la 7 hanno appena passato 'sto documentario, che merita[va :stordita: ] di esser visto e meditato

un gruppo di studiosi del comportamento umano ha organizzato un reality in cui si chiedeva a un giocatore di aiutarne un altro a vincere un grosso premio e anch'egli, credo, era previsto che ne vincesse uno (ho iniziato a vedere che era gia' cominciato e mi sono persa le regole):

giocano in coppia tizio e caio
tizio e caio non si conoscono
tizio entra in una specie di scatola chiusa e si siede su una sedia elettrica
caio e' seduto a una consolle con 27 leve
ogni leva propina una scossa di livello crescente
caio fa delle domande a tizio
ogni volta che tizio sbaglia, caio deve spingere una leva, partendo dalla piu' leggera fino alla piu' forte (460 volt, una roba cosi')
all'inizio tizio indovina, ma ben presto inizia a sbagliare
dall'interno della scatola si sente tizio che chiede di smettere
fuori c'e' la conduttrice che incita caio a non farsi impressionare, a continuare

ora: tutti piu' o meno sanno che oltre i 220 volt le cose si fanno pericolose e il gioco - la simulazione, per meglio dire - constava nel vedere quanti avrebbero obbedito alla presentatrice [autorita' superiore] e quanti invece si fossero ribellati

i risultati sono stati impressionanti: dal di fuori verrebbe da dire che no, noi ci saremmo fermati, invece li' c'e' stata una percentuale altissima - 80% - di persone che hanno continuato, anche dopo che le urla ormai strazianti avevano completamente smesso, come se la persona fosse totalmente incosciente o adirittura morta (460 volt, fate un po' voi: era praticamente fritto!)

ovviamente tizio era un attore, faceva parte della simulazione e non ha ricevuto nessuna scossa, ma caio (i vari "caio" che si sono succeduti) non lo sapeva

da quanto si e' visto, mediamente sono state piu' le donne a non voler continuare, a ogni modo il senso della prova era da un lato spiegare come l'obbedienza agli ordini e la necessita' di un'autorita' superiore sia molto radicata in noi stessi, faccia proprio parte della nostra natura (immaginatevi se l'uomo - animale sociale per definizione - fosse composto da 7 miliardi di leader!) e dall'altro mostrare il livello di condizionamento che ci impone la tivvu'

il meccanismo dei reality si basa spesso sul mettere le persone alla berlina, sul ridicolizzarle, sull'umiliarle [tizio, in questo caso] e anche sul fatto che quando sei li', sotto i riflettori e spronato, ti adegui, sei pronto a tutto [caio: chi si tirava indietro "non sarebbe stato mandato in onda" o almeno cosi' era stato detto loro]

malgrado non abbia assolutamente grandi preparazioni in materia, ho letto un po' di libri sull'argomento e certi meccanismi innati, certi comportamenti, certe credenze che abbiamo [di essere spinti dalla ragione, mentre l'istinto gioca ancora un ruolo importante nella nostra vita] li ho ritrovati in questo documentario davvero impressionante

non so se l'argomento vi appassioni o meno, ma se vi incuriosisce anche solo lontamanamente, vi consiglio di cercare il video (e' un film documentario) e guardarvelo

la scheda de la 7: http://www.la7.it/tv/dettaglio_prog.asp?id_program=18053
la scheda del corriere: http://cinema-tv.corriere.it/cinema/segnaliamo/10_luglio_08/ultima_frontiera_7108d4aa-8a6e-11df-966e-00144f02aabe.shtml
alcuni spezzoni da youtube [in francese]: http://www.youtube.com/results?search_query=La+zone+Xtr%C3%AAme&aq=f

dvds
09-07-2010, 00:41
Originariamente inviato da rebelia
un gruppo di studiosi del comportamento umano ha organizzato un reality in cui si chiedeva a un giocatore di aiutarne un altro a vincere un grosso premio e anch'egli, credo, era previsto che ne vincesse uno (ho iniziato a vedere che era gia' cominciato e mi sono persa le regole)

Nope, erano le "prove per vedere come avrebbe funzionato lo show", quindi senza neanche vincere soldi!

Visto un paio di mesi fa, è agghiacciante. :fagiano:

rebelia
09-07-2010, 00:41
La scorsa settimana la Francia si è sorpresa nel seguire un nuovo, estremo, reality show televisivo dal titolo: Zone Extreme. Un concorrente sottopone ad un quiz un secondo partecipante a cui, nel caso di risposta sbagliata, viene rilasciata una dolorosissima scarica elettrica.

Il tutto accade sotto lo sguardo glaciale della conduttrice e di un pubblico indiavolato capace di intonare all'unisono il coro: "Puniscilo! Puniscilo!" per incitare un concorrente a torturarne un altro. Forse il Grande Fratello e soci sono stati sorpassati a destra da una nuova e ben più dura generazione di trasmissioni televisive di genere?

Per fortuna Zone Extreme non esiste veramente, almeno non in questi termini, quello che il pubblico francese si è ritrovato a guardare in televisione era infatti un vero e proprio documentario intitolato The Game Of Death, realizzato dal regista Christophe Nick.

Scopo dell'esperimento quello di dimostrare fino a che punto di crudeltà si può spingere il concorrente di un gioco televisivo se l'ordine di eseguire proviene da una figura autoritaria come la conduttrice-aguzzina presente in questo particolare scenario. Degli 80 partecipanti, attirati con l'inganno di registrare una puntata pilota dello show, solo 16 si sono fermati prima dell'ultimo stadio del gioco, quello in cui venivano intimati di sottoporre l'altro concorrente ad una scarica letale di ben 460 volt.

Nella capsula della morte intanto l'altro partecipante torturato era in verità un attore professionista intento a mimare dolore e agonia dovuta alle scariche elettriche. Esperimento scientifico, speculazione pornografica, squallida presa in giro di reality show, il dibattito è aperto, unico punto fermo lo scandalo e la discussione che si è subito aperta in Francia come in altri paesi europei.


da qui: http://www.wired.it/news/archivio/2010-03/23/the-game-of-death-il-finto-reality-che-fa-discutere-il-web.aspx

non capisco se sia francese o americano, cmq cambia poco :fagiano:

qui un'altra recensione: http://www.gexplorer.net/notizie/2010/03/zone-extreme-e-possibile-spingersi-al-massimo-della-crudelta-umana-in-nome-dellaudience/

ne trovate piena la rete

rebelia
09-07-2010, 00:43
Originariamente inviato da dvds
Nope, erano le "prove per vedere come avrebbe funzionato lo show", quindi senza neanche vincere soldi!

Visto un paio di mesi fa, è agghiacciante. :fagiano:

non ti sei chiesto come avresti reagito? io si e veramente non saprei... mi vien da dire che no, che mi sarei ritirata, ma poi bisognerebbe vedere quando sei li'; cmq credo che chi ha proseguito fino in fondo si sia ritrovato a meditare parecchio, sul suo comportamento... in un certo senso mi fanno pena

dvds
09-07-2010, 00:47
Originariamente inviato da rebelia
non capisco se sia francese o americano, cmq cambia poco :fagiano:

Francese.


Originariamente inviato da rebelia
non ti sei chiesto come avresti reagito? io si e veramente non saprei... mi vien da dire che no, che mi sarei ritirata, ma poi bisognerebbe vedere quando sei li'; cmq credo che chi ha proseguito fino in fondo si sia ritrovato a meditare parecchio, sul suo comportamento... in un certo senso mi fanno pena

Sì la domanda me la sono posta, ma... :
Nel documentario (se abbiamo visto la stessa versione) facevano vedere come la gente al giorno d'oggi è molto più influenzabile e segue di più gli ordini, comparano questi risultati con quelli di un'esperienza praticamente identica di una cinquantina di anni fa... ma... quella "vecchia" era anche finta, ma fatta passare veramente come "esperimento scientifico per uno studio sulla memoria" --> non penso che si possa comparare così facilmente un gruppo di persone che partecipi ad un esperimento scientifico ad un gruppo di persone che vuole partecipare ad un gioco televisivo.
Personalmente non penso avrei accettato di partecipare fin dall'inizio. :fagiano:

bubi1
09-07-2010, 00:57
Non ho ben capito quale sarebbe la novita :d56:
Milgram fece questo esperimento negli anni 60-70, per capire come mai millioni di persone abbiano obbedito ai vari nazisti/fascisti eseguendo ordini di ogni genere.
I reality all'epoca non esistevano.

rebelia
09-07-2010, 01:01
Originariamente inviato da dvds
Francese.



Sì la domanda me la sono posta, ma... :
Nel documentario (se abbiamo visto la stessa versione) facevano vedere come la gente al giorno d'oggi è molto più influenzabile e segue di più gli ordini, comparano questi risultati con quelli di un'esperienza praticamente identica di una cinquantina di anni fa... ma... quella "vecchia" era anche finta, ma fatta passare veramente come "esperimento scientifico per uno studio sulla memoria" --> non penso che si possa comparare così facilmente un gruppo di persone che partecipi ad un esperimento scientifico ad un gruppo di persone che vuole partecipare ad un gioco televisivo.
Personalmente non penso avrei accettato di partecipare fin dall'inizio. :fagiano:

l'ho visto da un pezzo in avanti cmq sono d'accordo che non siano comparabili; mh... credo che nemmeno io avrei partecipato, in generale non mi piacciono i reality, ne' amo particolarmente mettermi in mostra (forse a qualche gioco tipo se vuoi essere miliardario o cose cosi' al massimo), pero'... pero' quanto e' determinato dalla voglia di non sfigurare in tivvu' e quanto da quel bisogno di essere guidati di cui parlavano? non so a te, ma a me sono tornati in mente i tanti gerarchi nazisti che si sono giustificati dicendo che loro eseguivano soltanto gli ordini (anche dei soldati, per la verita')

e' un esempio estremo, pero' potrebbe capitare anche a noi... obbedire fidandoci del giudizio dell'autorita' superiore, oppure disobbedire seguendo il nostro istinto? non e' facile; forse tanti hanno pensato che gli organizzatori del gioco sapessero quel che stavano facendo e che tizio non sarebbe morto sul serio [difficile immaginare che volontariamente gli organizzatori di un gioco mandino a morte quasi certa uno!]

rebelia
09-07-2010, 01:01
Originariamente inviato da bubi1
Non ho ben capito quale sarebbe la novita :d56:

nel fatto che io non l'avevo mai visto?

chris
09-07-2010, 01:16
Originariamente inviato da bubi1
Non ho ben capito quale sarebbe la novita :d56:
Milgram fece questo esperimento negli anni 60-70, per capire come mai millioni di persone abbiano obbedito ai vari nazisti/fascisti eseguendo ordini di ogni genere.
I reality all'epoca non esistevano.

sì, tra l'altro è un esperimento classico. E' allucinante però che un esperimento scientifico venga sfruttato come entertainment.

Rebelia, se ti capita cerca "the experiment". E' un film tetesco basato su un altro esperimento di questo filone di studi comportamentali :fagiano:

deleted_x
09-07-2010, 01:19
Mais les programmes sont le français...... per piacere su tirate la leva dei 220V :)

http://www.calciomercato.it/imagenes/original/NEWS_1257443746_Domenech.jpg

Loading