PDA

Visualizza la versione completa : Spiegazione indirizzo ip


demonius
13-07-2010, 21:26
Un saluto a tutti. Da poco sto cercando di studiare un pò come funzionano le reti (tramite qualche libro di fondamenti) e del materiale che si trova su internet.

Ho iniziato a comprendere leggermente la differenza tra ip privato e pubblico e la loro unicità. Quello che mi chiedevo adesso è: Se si volessero collegare due lan distanti tra di loro (ammettiamo di due aziende) per la sola condivisione di file (quindi creare una connessione Wan), ci vorrebbe un provider che fornirebbe la connessione, giusto?. l'indirizzo ip assegnato dal provider sarebbe un indirizzo ip pubblico o privato? inoltre sarebbe sempre lo stesso ogni volta che si connette oppure varierebbe.

Scusatemi se vi faccio queste domande ma sono proprio alle basi e mi viene difficile capire il tutto. Grazie

k3asd
14-07-2010, 00:08
Ciao,

Questi sono i punti:
se vuoi collegare due LAN distanti tra di loro solitamente si utilizzano VPN oppure accessi remoti. Dipende soprattutto dall'esigenze delle aziende che ne fanno uso.
Solitamente la condivisione di file, se sono importanti utilzzano connessioni sicure come vpn.

Ora, supponiamo il caso che le due aziende debbano interloquire tra loro. Lo fanno solamente tramite Intenter. Chi fornisce la connessione? Il provider. Il provider cosa di da? L'indirizzo IP pubblico che ci permette di essere riconosciuti nella rete Internet.

La distinzione per gli indirizzi IP di pubblico utilizzo può essere statica e dinamica.
Per la statica ogni volta che ti connetti ti viene assegnato sempre lo stesso indirizzo IP ( come da contratto con l'ISP ) mentre per quanto riguarda l'assegnazione dinamica l'indirizzo IP cambia ogni volta che ti connetti ( sempre secondo il contratto stipulato con l'ISP ).


Se intendi avere qualche altra delucidazioni esponi pure.

demonius
15-07-2010, 17:53
Grazie mille. Effettivamente avrei un altro dubbio relativo alle categorie degli indirizzi Ip.
Gli indirizzi ip privati hanno delle classi assegnati alle reti locali :10.0.0.0–10.255.255.255; 172.16.0.0–172.31.255.255; 192.168.0.0–192.168.255.255.

Gli indizzi ip pubblici Indirizzi possono essere di classe A

Il valore del primo ottetto è compreso tra 1 e 126
E' rappresentata da indirizzi di tipo: Rete.Host.Host.Host ovvero 8 bit per la identificare la rete (di cui il primo fisso) e 24 per identificare gli host. Permette di ottenere 126 reti formate da 16.774.214 host ciascuna.

Indirizzi di classe B
Il valore del primo ottetto è compreso tra 128 e 191.
E' rappresentata da indirizzi di tipo: Rete.Rete.Host.Host ovvero 16 bit per identificare la rete(di cui i primi due fissi) e 16 per identificare gli host. E' possibile ottenere 16.384 reti formate da 65.534 host ciascuna.

Indirizzi di classe C
Il valore del primo ottetto è compreso tra 192 e 223
E' rappresentata da indirizzi di tipo: Rete.Rete.Rete.Host ovvero 24 bit per identificare la rete (di cui i primi tre fissi) e 8 per identificare gli host. E' possibile ottenere 2.097.152 reti con 254 host ciascuna


Quello che non riesco a capire io è: Supponiamo che google abbia un indirizzo di classe A così scritto 24.169.150.80 e supponiamo che yahoo voglia l'indirizzo di classe A 24.130.140.80 è possibile che entrambi possano condividere lo stesso indirizzo di rete (quindi 24)in una categoria A? (ma sarebbe lo stesso del 2 ottetto nella categoria B e del terzo ottetto nella categoria C).
Spero di essere stato chiaro. Grazie

k3asd
15-07-2010, 19:49
Ciao,

in merito alla tua domanda teoricamente sarebbe possibile.
In realtà e anche in pratica lo IANA quando ha suddiviso le classi di indirizzi non esisteva ancora CIDR e quindi VLSM ragion per cui ciò che voglio dirti è che in passato hanno dato a chi lo richiedeva intere classi /8.

Seguendo l'esempio che hai fatto tu ovviamente è possibile subnettare un indirizzo con un prefix lenght /24 ma resta valido il discorso che ho fatto pocanzi.

Un ISP come Tiscali, Telecom o chicchessia, in Italia, richiede al RIPE tot indirizzi IP pubblici che poi darà ai clienti. Quindi per capirci, fa richiesta di un pool /22 - /23 - /24 - /16 che a sua volta subnetta per darlo ai clienti.

Google e altri colossi fanno la stessa identica cosa.
Essendo in USA lo richiederanno all'Ente che governa queste cose.

Loading