PDA

Visualizza la versione completa : Questo è un ministro della Repubblica Italiana


Primula Rossa
06-08-2010, 08:16
http://www.tgcom.mediaset.it/politica/articoli/articolo488025.shtml

Si dovrebbe dimettere stamattina :nonlodire

galz
06-08-2010, 09:22
Originariamente inviato da Primula Rossa
http://www.tgcom.mediaset.it/politica/articoli/articolo488025.shtml

Si dovrebbe dimettere stamattina :nonlodire
Non è UN ministro, è IL ministro del Turismo!! :incupito: :incupito:

Tgcom :dottò:

lnessuno
06-08-2010, 09:47
ha ragione, altro che

galz
06-08-2010, 09:50
Originariamente inviato da lnessuno
ha ragione, altro che
Paiolipedia.. (http://it.wikipedia.org/wiki/Palio_di_Siena)
Alla sezione: Polemiche e misure per la sicurezza equina

taddeus
06-08-2010, 09:53
E' la prima volta che la Brambilla esprime qualcosa di condivisibile.

1) il Palio è una inutile anacronistica cagata
2) è assurdo che abbia la diretta nazionale sulla Rai
3) a Siena probabilmente si sono mangiate troppe fiorentine in periodo di mucche pazze, è il caso di fare un passo avanti rispetto all'australopiteco.

lnessuno
06-08-2010, 09:54
Originariamente inviato da galz
Paiolipedia.. (http://it.wikipedia.org/wiki/Palio_di_Siena)
Alla sezione: Polemiche e misure per la sicurezza equina


I dati che fornisce la Lega Anti Vivisezione dicono che dal 1970 al 2007 sono morti complessivamente 48 cavalli[12], pari al 50% di incidenti mortali per edizione, considerando sia quelli feriti durante la gara e abbattuti successivamente lontano dalle telecamere, sia quelli morti durante gli interventi. Per contro, i calcoli eseguiti dai sostenitori del Palio danno una percentuale del 2,05%[13] di incidenti mortali per corsa, in quanto, tra batterie di selezione, prove e palio, se ne svolgono non meno di una decina per edizione.

uno dei due mente, o più probabilmente entrambi. facendo una media è comunque troppo


poi 2.05 per corsa, ma se in ogni edizione ci sono non meno di dieci corse (fonte: li sopra), quanti incidenti mortali ci sono per edizione?

rebelia
06-08-2010, 09:54
e il primo intervistato chi e'? ta-dan [saspens]





























il sindaco di feltre, che vanta un palio da BEN 30 millenari (...) anni :zizi:

:dottò:

Primula Rossa
06-08-2010, 10:10
Originariamente inviato da galz

Tgcom :dottò:

lo stava guardando una mia collega :dhò:

@ciao cugino taddeus :smack:


Forse nn siete mai stati a Siena, i cavalli sono trattati meglio degli esseri umani

galz
06-08-2010, 10:12
Originariamente inviato da lnessuno
uno dei due mente, o più probabilmente entrambi. facendo una media è comunque troppo
poi 2.05 per corsa, ma se in ogni edizione ci sono non meno di dieci corse (fonte: li sopra), quanti incidenti mortali ci sono per edizione?
Leggi tutto, però...


Negli ultimi decenni perciò il Comune di Siena ha adottato una serie di misure per garantire la salvaguardia dei cavalli (e dei fantini) prima, durante e dopo la corsa, ma tali misure vengono giudicate comunque insufficienti dagli animalisti, che continuano a chiedere l'abolizione della gara. Tra i provvedimenti presi vi sono: * una previsita sanitaria obbligatoria, tenuta da una commissione nominata dalla Giunta comunale e formata da due veterinari (tra cui quello comunale);[14] * analisi ematochimiche, introdotte nel maggio del 1999, al fine di ribadire e verificare quanto da sempre previsto dal Regolamento, ovvero il divieto di somministrazione di sostanze ad attività stimolanti e depressanti ed anestetici locali;[15] * approvazione nel 1999 del "Protocollo per l'erogazione di incentivi per il mantenimento dei cavalli da Palio" ed istituzione dell'Albo dei cavalli continuamente e appositamente addestrati per correre sul Campo. Nel 2004 sono stati introdotti invece un Albo degli allevatori dei cavalli mezzo sangue a fondo arabo (ritenuti fisicamente più adatti alla corsa) ed un Albo delle fattrici;[16] * costruzione di una pista in località Mociano, identica per forma e pendenza a Piazza del Campo. Da marzo a giugno si tengono qui, oltre che a Monticiano e a Monteroni d'Arbia, i lavori e le corse di addestramento obbligatori per i cavalli che s'intende portare al Palio;[17] * protezioni (un tempo note come materassoni) presenti alla curva di San Martino, dal giugno del 1999 allestita con una barriera di protezione ad alto assorbimento in PVC, innalzamento del parapetto alla Curva del Casato e introduzione di camicie di sicurezza per il pronto intervento del personale del 118;[18] * intervento sulla composizione, metodologia di applicazione e monitoraggio dello strato di tufo;[19] * mantenimento dei cavalli non più in condizioni di correre il Palio (per l'età avanzata o per infortunio) presso il Centro ippico del Corpo Forestale dello Stato "Il Caggio" del comune di Radicondoli;[20] * alcol-test ai fantini[21] come da ordinanza del sottosegretario alla Salute Francesca Martini[22].

Tad, sarà anche anacronistico, ma Siena ci vive su questo anacronismo ed è conosciuta nel mondo per questo

lnessuno
06-08-2010, 10:24
ho letto, però gli incidenti non mancano mai... nemmeno quest'anno.

http://www.horseprotection.it/dett_articolo.asp?id_a=111


Aggiungiamo un dettaglio, che a nostro avviso non è di poco conto: guardando bene le immagini si nota che l'incidente è stato innescato da un cavallo scosso (forse lo stesso Gammede) che, inspiegabilmente, pur galoppando senza fantino e senza cavalli ad ostacolarlo, è andato a sbattere violentemente contro la barriera interna della curva, venendo poi travolto da un altro cavallo. Non è un comportamento normale per un animale abituato a scansare gli ostacoli, e ciò prova (per non pensare anche peggio) quale sia lo stato di stress e di panico a cui sono sottoposti questi animali.

Ribadiamo quanto già scritto in occasione della morte di un cavallo per un incidente alla Quintana di Foligno: il cavallo, preda per definizione, è portato naturalmente ad avere il terrore di luoghi affollati, urla, rumori, bandiere che si agitano, campi di gara circondati da persone esaltate.

Loading