PDA

Visualizza la versione completa : Vendere disegni in cui compaiono personaggi pubblici, si può?


Donovant
01-12-2010, 12:59
Salve a tutti , come da titolo vorrei sapere se si deve pagare qualche tassa o altro per poter vendere disegni in cui compaiono personaggi pubblici come politici, sportivi e vip vari?
I disegni verrebbero venduto online... so che per personaggi di fantasia/creazione come Simpson o Disney etc, si devono pagare i diritti alla casa editrice (sempre che li concedano), ma non so se si debba pagare qualcosa per quanto riguarda personaggi (pubblici) realmente esistenti.

Grazie

astro
01-12-2010, 13:12
...per quanto sia un quesito semplice non saprei proprio con certezza quali possano essere le fonti giuridiche che possano esimerti

comunque direi di no: i personaggi pubblici in virtù della notorietà hanno un diritto alla privacy più limitato ma circa l'uso della loro immagine non dovrebbero sussistere particolarità, o ne hai il consenso o paghi una percentuale alla siae

[brutta storia] magari senti loro :fagiano:

Donovant
01-12-2010, 13:32
Non parlo di fotografie , ma di miei disegni....

astro
01-12-2010, 13:45
Originariamente inviato da Donovant
Non parlo di fotografie , ma di miei disegni....
:d56:

se sei un giornalista e vi è un interesse pubblico al tuo disegno (che "spero" per te rientri tra le immagini di cui parlo io...) allora PUOI
sennò leggi bene quanto scritto sopra :jam:

Donovant
01-12-2010, 13:55
Mi spiace, io ho letto, ma non ho capito un granchè... sorry :)

astro
01-12-2010, 14:33
Originariamente inviato da Donovant
Mi spiace, io ho letto, ma non ho capito un granchè... sorry :)
Spiace anche a me di non poterti dire che si può...

Comunque vedrai che la siae sarà ben chiara... oltre a farti perdere spessissimo molto tempo

Donovant
01-12-2010, 14:49
Ho contattato a questo indirizzo la SIAE "Artivisive.Olaf@siae.it" per chiedere come si può procedere.
Ma tu come sai queste cose? Incredibile non si può nemmeno fare un disegno che rappresenta sotto banco un personaggio pubblico... cmq io non scriverei che il disegno rappresenta quel personaggio in particolare, ma gli somiglierebbe "soltanto", magari con pseudo nomi ^_^''

astro
01-12-2010, 18:30
Ho masticato qualche libro di diritto :fagiano:

http://www.smith.edu/library/images/fyi/tips/chewed_book.jpg

Donovant
01-12-2010, 20:37
ahahahah.... , cmq chiedo in giro, anche se aveo già chiesto a 2 miei amici che hanno studiato da avvocato, e mi hanno detto che per i disegni si poteva, in quanto sono delle riproduzioni della mia mano/mente, e nessuno può dire che il disegno è una persona, la rappresenta, gli rassomiglia, ma non è la persona in in questione...
Ma non mi fido mai troppo, quindi chiederò ancora un po', spero che si possa fare al massimo pagando la SIAE.

Grazie mille ;)

astro
01-12-2010, 21:56
Originariamente inviato da Donovant
anche se aveo già chiesto a 2 miei amici che hanno studiato da avvocato
E allora mi sa che sono un "pochinino" somarelli :confused: :D

La siae ti dirà che, per foto o disegno che sia, l'art. è il 96 (lg. sul diritto d'autore) e che ci vuole il consenso scritto... e poi pagherai anche la siae.

La legge parla di immagini/ritratti come ti dicevo sopra
E il problema della somiglianza non si pone mai: se è riconoscibile sei negli obblighi di legge. Per esserne fuori dovrai proprio creare un'opera tua dove il personaggio sia molto astratto e non immediatamente riconoscibile; o che sia un'opera che ritragga il personaggio come parodia. vd. caso Mark Bernardini


Originariamente inviato da Donovant
ahahahah.... , cmq chiedo in giro
...
Ma non mi fido mai troppo, quindi chiederò ancora un po'
Fai bene, a volte somareggio anch'io :D





Cmq ti do un po' di riferimenti concreti per la tua più fruttuosa ricerca:

- L'articolo 96, come è possibile vedere, parla di "ritratto", intendendosi con tale termine ogni opera dell'arte figurativa nella quale il soggetto viene riprodotto in modo riconoscibile. Pertanto, se vogliamo riprodurre le immagini dei cantanti in modo che siano somiglianti, occorre richiedere il loro consenso per poterle commercializzare e non è possibile evitare, neppure in questo caso, di pagare i diritti d'autore: occorre considerare che in un caso si è imposto il pagamento dei diritti di autore a favore di una persona nota per la pubblicazione di foto che riproducevano un suo sosia!
La ragione di questa "severità" è del resto proprio quella di evitare che si possa raggirare la protezione imposta dalla norma con trucchi di vario genere. L'unico caso in cui è possibile eseguire disegni di persone famose, senza che occorra il loro consenso, si ha quando l'immagine della persona viene resa astratta dall'intervento dell'artista e, quindi, entra a far parte o diventa protagonista di un quadro, senza che però la si riconosca immediatamente. (studio legale turini)

- E' pur vero che non si riesce a riprodurre esattamente la fisionomia del soggetto e che c'è sempre un apporto creativo da parte del disegnatore, in quanto disegnandolo di proprio pugno, di fatto, si crea un'opera nuova, ma i giudici ritengono che si ricada nella previsione predetta ogni volta che il soggetto assomigli al personaggio e faccia agilmente pensare a lui. L'eccezione al divieto di riprodurre le immagini di personaggi famosi si ha nel caso in cui la riproduzione è giustificata dalla notorietà o da scopi scientifici e didattici o culturali, ma anche in questo caso sempre a condizione che non se ne faccia un uso commerciale. (studio legale turini)

- l'art. 96 prevede l'obbligo per chiunque voglia esporre, riprodurre e mettere in commercio il ritratto di una persona di chiedere preventivamente il consenso di questa. Non occorre il consenso se la persona è nota e neanche se è fotografata in virtù di qualche ufficio pubblico che ricopre, o per ragioni di giustizia o di polizia, oppure per scopi scientifici, didattici, culturali, oppure perché la riproduzione è legata a fatti, avvenimenti, cerimonie di pubblico interesse o che comunque si sono svolte in pubblico (da interlex.it)

- Inoltre è da sottolineare che seppure il soggetto ritratto è un personaggio pubblico la sua immagine non può essere utilizzata, senza la necessaria autorizzazione, per fini diversi dal dare notizie od informazioni su tale personaggio (Cass. I, 6 febbraio 1993, n. 1503; Cass. Civ,. sez. I, 2 maggio 1991, n. 4785) (da interlex.it)

- sulla parodia: (Trib. Milano 29 gennaio 1996, in Foro it.,1996, I, 1426 e in Dir.Industriale, 1996, 479, n. MINA; Trib. Milano 15 novembre 1995 in Giur.It., 1996, I, 2, 749) (da interlex.it)

Loading