PDA

Visualizza la versione completa : MacOS uniX


emmebì
30-12-2010, 11:13
Sto valutando l'acquisto di un Mac (MacOS X Snow Leopard), ma sono piuttosto pretenzioso...

1. Cosa delle sue fondamenta UNIX: shell, servizi, gerarchia filesystem etc potrà piacere ad un utente Linux assolutamente soddisfatto del suo sistema (*) e dei suoi Debian/Ubuntu?

2. Ho anche trovato Fink (http://www.finkproject.org), che svecchia di parecchio il sistema di installazione dei sw, donando al Mac la maggiore innovazione Linux, il package management(**). Cosa ne pensate (domanda rivolta a chi possieda MacOS X o lo abbia usato)?

3. Al di là delle teorie, quanto fa schifo l'HFS+ rispetto all'EXT4 nella pratica (come sopra)?

__

(*) Tranne che della ridicola frammentazione delle distro Linux, da taluni portata a simbolo di libertà, e della futura interfaccia per celebrolesi di Ubuntu 11.04.
(**) Parere mio e soprattutto di Ian Murdock.

P.S.: è un thread specificatamente rivolto ai linuxiani.

bereshit
30-12-2010, 12:45
se ti trovi bene con linux che senso ha comprare un mac?

cioè, costa un botto di più a parità di HW rispetto ad un pc

la apple ha una politica di chiusura dei suoi prodotti che non condivido

tecnicamente non ti so dire non ho mai provato un mac

magari è strafigo, avanti 10 annii etc

ma per i motivi sopraesposti e il fatto che è closed source, non ne consiglio l'aquisto ( a meno di necessità lavorative)

emmebì
30-12-2010, 15:04
Linux è e sarà sempre il mio compagno preferito (anche perché, facendo lo sviluppatore, configuro spesso webserver, e non vedo altre scelte concepibili, in tale ambito).

Ciò non toglie che sia curioso anche verso altro: quello che dici sulle politiche Apple è senz'altro vero (verissimo), ma sono fortemente interessato ad uno UNIX con una buona GUI e SENZA frammentazione*.

* Io sarei per condannare a morte tutte le distribuzioni Linux (la maggior parte delle quali nate per fork idioti) che su Distrowatch seguono la posizione 5, figurati!

xenofonte
30-12-2010, 16:46
Originariamente inviato da emmebì
[...]
* Io sarei per condannare a morte tutte le distribuzioni Linux (la maggior parte delle quali nate per fork idioti) che su Distrowatch seguono la posizione 5, figurati!

Cioè, secondo te Slackware e Gentoo dovrebbero sparire? :D
Condivido, invece, l'opinione sui cloni delle distro principali.

Piuttosto. Giro una domanda a chi conosce Mac OsX: ho sentito dire che un altro punto di forza di questo sistema operativo sarebbe la disinstallazione vera e pulita dei programmi, nel senso che dopo ti ritrovi sull'hard disk esattamente gli stessi byte (fino all'ultimo) che avevi prima dell'installazione. Ma è davvero così?

emmebì
30-12-2010, 17:14
Originariamente inviato da xenofonte
Cioè, secondo te Slackware e Gentoo dovrebbero sparire?

Assolutamente. Sì.

emmebì
30-12-2010, 17:15
Per la disintallazione, vedi formato dmg del MacOS.

bereshit
30-12-2010, 18:28
che necessità è che l'os che cerchi non deve avere frammentazione?

che la frammentazione di linux (che poi in realtà è molto limitata, visto che i progetti principali sono pochi e grossi, vedi linux, i database etc) ti da problemi?

ps: cmq non capisco eprchè definisci unity e gnome shell per celebrolesi, a me pare sempre lo stesso desktop, a parte spostare icone non è che sia cambiato così tanto

francofait
30-12-2010, 18:59
Si è vero che ormai da tempo che la quasi totalità delle pseudo distribuzioni sono solo cloni non delle prime 5 come state asserendo , ma diciamolo pure senza paura di sbagliare , sono in modo ormai proponderante degli stupidi remaster della tanto amata Ubuntu
Ma se ben ricordo anni orsono quando erano tanti bei progetti indipendenti vi lamentavi intravedendo in ciò una potenziale dispersione di risorse . Ora che Ubuntu è riuscita o stà praticamente riuscendo a imporsi come linuxmonopolio inglobando tutti nelle sue maglie, infernali non meno di quelle di microsoft con wincozza , lamentare carenza di progetti alternativi è del tutto fuori luogo. Standardizzazione e concentrazioni non possono portare ad altri lidi , possono essere utiili sotto il profilo economico commerciale , ma costituiscono un potenziale freno a reale innovazione e sviluppo di nuove idee, e linux di questo non ne aveva alcun bisogno , anzi tutt' altro.

andrea.paiola
30-12-2010, 23:26
ho usato... umm vediamo un po'...

Commodore 64
AmigaOS quando ero in fasce :D
DOS
Windows, dal 3.1 almeno qualche volta li ho usati tutti
GNU/Linux... beh inutile elencarli tutti... dalla Mandrake 7.2 ne ho usati tanti diciamo
Mac OS 8, 9, Mac OS X
OpenSolaris/Nexenta
Haiku OS

Ubuntu sul desktop funziona bene, non vedo perchè cercare altro :D

la frammentazione non mi è mai sembrato un problema, anche perchè a fare una versione moddata di un'altra distro ci si mette poco e quindi le risorse da impiegare sono minime

per modifiche sostanziali invece si rischiede più impegno e ogni novità in una comunità open source deve essere bene accetta, al massimo criticata, ma le critiche fanno bene: aiutano a migliorare

e poi non si butta via niente

cacao74
31-12-2010, 14:14
Originariamente inviato da emmebì
Assolutamente. Sì. :cry: :facepalm: :nonlodire

Loading