PDA

Visualizza la versione completa : Cesare Battisti e la figuraccia brasileira


netghost
03-01-2011, 09:02
Mi spiegate perché il governo brasiliano non vuole rispedire a casa un pluriergastolano, che non ho capito come abbia fatto a trovarsi in Brasile, non stava in prigione? E' evaso?
Sia da destra che da sinistra vengono fatti appelli al governo brasiliano di estradarlo e questo lo nega dicendo che è un perseguitato politico e che in Italia potrebbe subire dei "maltrattamenti"? Cioè, uno che uccide, ferisce, è complice, mandante e altro ancora verso terzi, lasciando strisce di sangue larghe quanto il Po sarebbe un perseguitato politico? Si vede che in Brasile amano avere come residenti persone provenienti dal peggio del mondo, prima i nazisti, poi i vari terroristi... Siamo messi proprio bene... :incupito:

fmortara
03-01-2011, 12:31
Io credo che la figuraccia non sia Brasiliana, non del tutto almeno...

netghost
03-01-2011, 12:35
ho letto sul corriere che Battisti è evaso durante un trasferimento ed è vissuto in clandesitinità in Francia per circa 7 anni e ha conosciuto personaggi che l'hanno aiutato e scritto libri su di lui, e poi è scappato in Brasile dove è attualmente.
Ad ogni modo dire che sia innocente, ce ne passa...

lufo5
03-01-2011, 12:36
a parte che c'è già un thread al riguardo, prendo e quoto Agiaco che ha fatto una anlisi quantomai chara dei perchè del governo brasiliano sulla mancata estradizione di battisti


Originariamente inviato da agiaco
L'Italia è giusto che lo persegua, anzi lo ha già perseguito e condannato.

Ottenere l'estradizione invece non è un diritto assoluto, è qualcosa che si ottiene grazie a trattati bilaterali (quando ci sono) e a buone relazioni diplomatiche, perchè da che mondo e mondo la decisione sull'estradizione spetta al capo dello stato e quindi in ultima analisi è politica, non giuridica (anche da noi è così).

Considerando che con il Brasile c'è un trattato di estradizione ma ci sono una serie di difficoltà (condanna in contumacia ed ergastolo per il Brasile sono atti contrari ai diritti umani, quindi in generale non estrada verso i paesi che ne fanno ricorso come il nostro) l'unica speranza concreta era nelle buone relazioni diplomatiche che non sono il nostro forte, come si sa da tempo senza bisogno di Wikileaks.

Anziche urlare da mesi che se non ce lo davano guai a loro, che il Brasile è terzo mondo, e roba del genere, si doveva dimostrare che il processo a battisti era stato equilibrato e la volontà di convertire la pena dell'ergastolo in 30 anni per eliminare quell'ostacolo giuridico.

E soprattutto fare pressioni discrete ma costanti perchè da sempre il brasile per delitti "politici" concede asilo e non estrada, da ex terroristi di sinistra al capo dello stato golpista e torturatore fascista del Paraguay Stroessner. Per loro dove c'è accusa politica non ci può essere estradizione. Andava dimostrato che l'accusa a Battisti non era politica, e ne ndavano convinti i vertici politici che hanno l'ultima parola.

fmortara
03-01-2011, 12:54
Certamente l'Italia non deve modificare le proprie sentenze o condanne per far un piacere al Brasile.

Battisti è un omicida, condannato secondo le nostre leggi. punto.
Se il Brasile non lo vuole estradare che se lo tenga, in ogni caso l'Italia deve continuare con forza nella propria richiesta di estradizione, anche sapendo che potrebbe non portare a nulla. Lo deve fare per rispetto ai familiari delle vittime e alle vittime stesse.

E dovrebbe ribadire al Brasile che un conto sono le motivazioni tecniche, un altro è dire che l'estradizione è negata per motivi umanitari e a causa della "persecuzione politica" a Battisti.

L'Italia non deve e non può accettare giudizi del genere da nessuno.

netghost
03-01-2011, 12:57
Originariamente inviato da lufo5
a parte che c'è già un thread al riguardo, prendo e quoto Agiaco che ha fatto una anlisi quantomai chara dei perchè del governo brasiliano sulla mancata estradizione di battisti non l'avevo letto, tuttavia fmortara non ha torto a dire che Battisti è stato condannato giustamente con le leggi italiane e quindi deve scontare qui i danni che ha provocato

scarmar80
03-01-2011, 13:02
Originariamente inviato da fmortara

L'Italia non deve e non può accettare giudizi del genere da nessuno.

e perchè?? :dottò: l'Italia concederebbe estradizione ad una persona in un paese dove c'è pena di morte? non credo

deleted_x
03-01-2011, 13:45
Originariamente inviato da scarmar80
e perchè?? :dottò: l'Italia concederebbe estradizione ad una persona in un paese dove c'è pena di morte? non credo

In Italia NON c'è la pena di morte però :mem:

MrCocò85
03-01-2011, 15:09
Originariamente inviato da Sanctis 410
In Italia NON c'è la pena di morte però :mem:

In Brasile NON c'è condanna in contumacia ed ergastolo però :mem: *


*Almeno cosi capisco dal post di Agiaco

netghost
03-01-2011, 15:51
Originariamente inviato da MrCocò85
In Brasile NON c'è condanna in contumacia ed ergastolo però :mem: *


*Almeno cosi capisco dal post di Agiaco Vero, ma se Battisti non fosse evaso e si fosse presentato all'appello, non sarebbe stato giudicato in contumacia :stordita:

Loading