PDA

Visualizza la versione completa : Consulenza visti, passaporti e passaggi ripetuti di frontiera USA-Canada


agiaco
05-02-2011, 18:27
Ma chi me lo fa fare...qualcuno mi dà una mano, visto che si fa tutto a mia insaputa e ne vengo messo a parte solo al momento delle rogne?

Per andare in USA passaporto elettronico e autorizzazione al decollo sostitutiva del visto, OK.

Dopo:

1) Alla cascate del Niagara dobbiamo passare in Canada, basta il passaporto o serve un visto canadese? Moduli da compilare prima del viaggio?

2) Una volta in Canada, visto che comunque negli USA si deve rientrare per il volo di ritorno, gli americani possono fare storie visto che l'autorizzazione prevedeva l'ingresso con volo da Roma e nulla dice di passaggi USA-Canada?

3) Se questo passaggio di cui al punto 2 (a cavallo della frontiera di Niagara) viene fatto più volte, è un problema (per canadesi o americani, per me lo sarà sicuramente)?

miki.
05-02-2011, 18:46
In Canada non hai bisogno di visto quindi per entrassi basta il passaporto e nessun problema. Per rientrare negli USA ti tocca rifare tutta la trafila alla dogana ma non credo ci sian grossi problemi, comunque ti conviene chiedere appena entri negli USA così ti sanno consigliare.

Tanti passano dall'America al Canada perché la vista dall'America fa schifo, quindi credo ci sian abituati.

Perché passi tante volte la frontiera?

Comunque alle cascate un giorno basta e avanza anche perché la città fa veramente schifo, almeno che non ti piacciano i casinó, dopo che hai visto le cascate puoi andar via

agiaco
05-02-2011, 18:49
Mi pongo il problema perchè già immagino che dopo che siamo stati sul lato canadese "ih che bello il ristorante che abbiamo visto stamattina là nella vicina America...".

Comunque a parte questo, rifare la trafila che significa? Io avrò il foglio ESTA che dice che mi sono imbarcato a Roma, mi presento con quello alla frontiera Canada-USA?

agiaco
05-02-2011, 18:57
E già che ci siamo, se da NY volessi andarci in auto, si paga l'autostrada in America?

Perchè viamichelin mi segna pedaggio zero con qualsiasi itinerario

miki.
05-02-2011, 19:46
Originariamente inviato da agiaco
Mi pongo il problema perchè già immagino che dopo che siamo stati sul lato canadese "ih che bello il ristorante che abbiamo visto stamattina là nella vicina America...".

Comunque a parte questo, rifare la trafila che significa? Io avrò il foglio ESTA che dice che mi sono imbarcato a Roma, mi presento con quello alla frontiera Canada-USA?

A me hanno controllato l'esta alla partenza. Il foglio non serve, sei registrato elettronicamente e vale per 1-2 anni (non ricordo di preciso). Alla frontiera canadese non frega niente se hai l'esta, quando torni in America devi ripassare la frontiera con la lunga fila, ma non devi mostrare nessun foglio, son loro che controllano il passaporto e vedono se c'è un'esta associato ad esso.

Io quando sono andato ad Orlando ho fatto scalo a charlotte e non mi hanno fatto problemi


Ripeto: Niagara city fa cagare, è una micro Vegas e non ci sono chissà che differenze. In più con la trafila che devi fare alla dogana vedrai che passa la voglia di fare avanti ed indietro

agiaco
05-02-2011, 19:49
Ok grazie, starò penso solo una notte ma dipende da che ora riesco ad arrivare, devo vedere se andarci in 9 ore di bus o treno o affittare l'auto ma prima devo chiarire la questione del pedaggio autostradale.

E poi capire, se vado con bus fino a Buffalo, se c'è una navetta o qualcosa che porti in Canada perchè non posso attraversare il confine a nuoto.

astro
05-02-2011, 20:06
Originariamente inviato da agiaco
...
E poi capire, se vado con bus fino a Buffalo, se c'è una navetta o qualcosa che porti in Canada perchè non posso attraversare il confine a nuoto.
Anni fa c'era, e non credo che sia cambiato
Tra l'altro è interessante vedere la differenza che c'è tra Buffalo e le cittadine vicine dal lato canadese
...soprattutto nelle auto sono evidenti: molte vecchie macchine da una parte e tutte nuove e lucide dall'altra

Fa' buon viaggio

agiaco
05-02-2011, 20:11
Si grazie, se ne parla a maggio, giusto per far lievitare i costi.

Poi voglio capire perchè in quel periodo (da booking.com) per avere una stamberga con cesso in camera a NY a meno di 100 dollari devo andare all'estremità del Queens, quasi già Long Island, mentre una stanza in albergo con piscina a Niagara canadese la trovo a 20 euro...mah

SpinoWebs
06-02-2011, 13:39
si perde solo tempo alla dogana americana, per il resto non ci vuole nessun documento particolare oltre il passaporto. Cmq le cascate sono molto belle, ne vale la pena. Io ci sono stato che era gennaio... fridduuuuuu!!!!

agiaco
06-02-2011, 16:59
Grazie, il mio dubbio era dovuto essenzialmente al fatto che sull'ESTA ci sarà scritto che entro in USA proveniente da Roma alla dogana di JFK, e invece un bel giorno mi presento alla dogana di Niagara Falls proveniente dal Canada.

Tutto qui.

Loading