PDA

Visualizza la versione completa : Giustizia o ingiustizia? Colpevoli. Anzi no, scarceriamole e risarciamole!


lnessuno
31-03-2011, 18:42
http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/03/31/news/arrestate_per_pedofilia_e_poi_assolte_due_maestre_ risarcite_con_600mila_euro-14330757/


E' stata accolta dalla Corte d'appello di Brescia la richiesta di riparazione per ingiusta detenzione nei confronti di due maestre che vennero arrestate con l'accusa di pedofilia nei confronti di bambini di una scuola materna comunale a Brescia. Entrambe furono poi assolte in ogni grado di giudizio. La Corte ha stabilito la riparazione in 299mila euro a testa, comprensiva sia del risarcimento per l'ingiusta detenzione sia di quello per i danni morali subiti in seguito all'arresto. Le due maestre trascorsero dieci mesi in carcere e 12 ai domiciliari.

La vicenda giudiziaria, che divise la città, prese il via nel 2003 e coinvolse la scuola materna comunale Sorelli, in pieno centro storico. La Procura di Brescia indagò 12 persone e a processo ne vennero rinviate otto: un sacerdote, sei maestre e un bidello. Le due educatrici finirono prima in carcere e poi ai domiciliari. In primo grado a tutti e otto vennero contestati, complessivamente, abusi su 23 bambini. Il pm Roberta Licci aveva chiesto la condanna complessiva, di 125 anni di carcere. La sentenza d'assoluzione, per tutti, giunse il 6 aprile del 2006, dopo undici giorni di camera di consiglio. A fine marzo del 2009 la Corte d'appello confermò le assoluzioni e nel maggio dello scorso anno anche la Cassazione aveva posto la parola fine rigettando i ricorsi del procuratore generale e delle parti civili.

Non capisco: fanno il processo, ne arrestano due, poi si fa un altro processo, ventidue mesi dopo, e non sono più colpevoli...
Come fa a non far incazzare che in un caso (ventidue mesi di carcere non sono pochi se erano innocenti) o nell'altro (600 mila euro che potevano essere ben spesi ben meglio e libertà per due persone che pochi mesi prima erano state giudicati colpevoli) il giudice che ha sbagliato, quale che sia, non ne subirà la minima conseguenza ne personale ne professionale? :dhò:

Ma che minchia di giustizia è? Oltretutto, se davvero sono innocenti, 300 mila euro per 10 mesi di carcere e 12 di arresti domiciliari sono una cifra ridicola...

Linkato
31-03-2011, 18:52
Originariamente inviato da lnessuno
http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/03/31/news/arrestate_per_pedofilia_e_poi_assolte_due_maestre_ risarcite_con_600mila_euro-14330757/



Non capisco: fanno il processo, ne arrestano due, poi si fa un altro processo, ventidue mesi dopo, e non sono più colpevoli...
Come fa a non far incazzare che in un caso (ventidue mesi di carcere non sono pochi se erano innocenti) o nell'altro (600 mila euro che potevano essere ben spesi ben meglio e libertà per due persone che pochi mesi prima erano state giudicati colpevoli) il giudice che ha sbagliato, quale che sia, non ne subirà la minima conseguenza ne personale ne professionale? :dhò:

Ma che minchia di giustizia è? Oltretutto, se davvero sono innocenti, 300 mila euro per 10 mesi di carcere e 12 di arresti domiciliari sono una cifra ridicola...

Pfuuu... quisquilie.

Passò 7 anni in carcere per un errore giudiziario Il Ministero condannato a pagare 4 milioni di euro (http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/pass_7_anni_in_carcere_per_un_errore_giudiziario_i l_ministero_condannato_a_pagare_4_milioni_di_euro/)

Nuvolari2
31-03-2011, 18:53
classico esempio di come funziona la giustizia in Italia. In qualsiasi caso, sia che siano colpevoli, sia che siano effettivamente innocenti, la giustizia ha creato un'igiustizia più grande di quella che si voleva giudicare.


Se sono colpevoli, le ha rimesse in libertà con un gruzzolo in tasca ai danni della comunità...

Se sono innocenti, le ha risarcite con una cifra ridicola.....

astro
31-03-2011, 19:29
I processi sono fatti di verità processuali e non di altro (è un assunto direi pacifico tra gli addetti ai lavori)
quindi nulla di strano che due sentenze possano divergere, certo dà fastidio a chi ritenga che si debba raggiungere la semplice "verità"

sul quantum per l'ingiusta detenzione la misurazione non è facile
se dò 300mila talleri per due anni di restrizione a uno che s'è già fatto, giustamente, 10 anni? Magari avendo già avuto un "accorciamento della vita" gliene dovremmo dare di più... oppure dire: no, te ne sei già fatta tanta per conto tua di galera che ti do due spiccioli e basta

YuYevon
31-03-2011, 19:37
Originariamente inviato da lnessuno
Come fa a non far incazzare che in un caso (ventidue mesi di carcere non sono pochi se erano innocenti) o nell'altro (600 mila euro che potevano essere ben spesi ben meglio e libertà per due persone che pochi mesi prima erano state giudicati colpevoli) il giudice che ha sbagliato, quale che sia, non ne subirà la minima conseguenza ne personale ne professionale? :dhò:

Quell'articolo non dice nulla. Perché la sentenza è cambiata? Nuovi elementi? La difesa in primo grado dormiva e non è riuscita a far emergere l'innocenza degli imputati? Il giudice è imbecille? Il giudice ha *volutamente* trascurato qualcosa per condannare gli imputati, magari per semplice antipatia? Nei primi due casi non vedo dove sia l'errore che deve pagare. Negli altri due, ovviamente andrebbero presi provvedimenti.

Non è assurdo o inspiegabile che una sentenza in appello possa cambiare. I ricorsi in appello si fanno appunto perché, sulla base di nuovi elementi, potrebbero emergere verità processuali diverse dal primo grado, sia in un senso che nell'altro. Questo forse ce lo dimentichiamo perché certi politici giocano a fare i ricorsi in appello soltanto per far dilungare i tempi in attesa di Santa Prescrizione, ma formalmente non è proprio così che funziona :stordita:

Poi i 22 mesi trascorsi tra una sentenza e l'altra e il risarcimento iniquo effettivamente sono da vergognarsi, ma questo non è certamente imputabile al giudice... direi piuttosto a certa politica italiana post-manipulite che ha reso la giustizia in questo Paese una specie di cesso pubblico in cui tutti possono entrare e spararsi qualcosa nelle vene o urinare a terra senza che nessuno dica niente :zizi:

agiaco
31-03-2011, 21:22
Se le sentenze non potessero cambiare da un grado all'altro non servirebbe l'appello.

Se poi la sentenza non potesse divergere dalle richieste del PM non servirebbe neanche il processo.

Che discorso è?

lnessuno
31-03-2011, 21:38
Originariamente inviato da agiaco
Se le sentenze non potessero cambiare da un grado all'altro non servirebbe l'appello.

Se poi la sentenza non potesse divergere dalle richieste del PM non servirebbe neanche il processo.

Che discorso è?
Mah, sarà che -da ignorante in materia- mi sembra assurdo che ci siano tre gradi di giudizio in cui uno può stravolgere l'esito del precedente... :bhò:

Scopro che una decina di anni fa questa cosa dei tre gradi di giudizio c'era solo in Italia, è ancora così?
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1998/05/21/nessun-paese-ha-tre-gradi-di-giudizio.html

epiclavori
31-03-2011, 21:47
ma è ovvio che solo in italia ci siano 3 gradi...

secondo te nella riforma di Berlusconi vogliono levare 1 grado di giudizio?? no

perchè ai politici italiani non importa nulla di noi :bhò: :bhò:

perdono il tempo a fare processi brevi, cazzate varie (che non diminuiscono la durata del processo)...


La giustizia è lenta cmq perchè per ogni minima cazzata si devono produrre 100x pagine...

perchè le comunicazioni non le fanno tutte online??
(perchè non c'è la legge e mica possono inventarle i giudici)

YuYevon
31-03-2011, 22:41
No, 3 gradi di giudizio ci sono anche in molti altri Paesi, ad esempio negli USA. Il problema è che spesso se vuoi fare ricorso in appello dopo una condanna corri il rischio di dover pagare un bel po' di soldi come multe se poi ti viene confermata la sentenza, quindi ci si pensa su due volte se si sa di essere colpevoli, mentre invece in Italia si fa con la filosofia del "tanto che c'ho da perdere?".

Interessante questo intervento (http://www.youtube.com/watch?v=Ed4osHA0i1k) di Travaglio ormai di alcuni anni fa in cui parlava anche di questo tra le altre cose. Oggi la situazione è ben peggiore comunque :zizi:

lnessuno
31-03-2011, 23:06
Originariamente inviato da YuYevon
No, 3 gradi di giudizio ci sono anche in molti altri Paesi, ad esempio negli USA. Il problema è che spesso se vuoi fare ricorso in appello dopo una condanna corri il rischio di dover pagare un bel po' di soldi come multe se poi ti viene confermata la sentenza, quindi ci si pensa su due volte se si sa di essere colpevoli, mentre invece in Italia si fa con la filosofia del "tanto che c'ho da perdere?".

Mi sembra una differenza non di poco conto...

Loading