PDA

Visualizza la versione completa : un condannato a morte puo' donare gli organi?


rebelia
22-04-2011, 16:25
una robina leggera, giusto per terminare in bellezza la settimana :D

negli stati uniti, un condannato a morte chiede di poter donare gli organi per cercare di far almeno qualcosa di positivo in una vita che ha avuto una svolta drammatica nel momento in cui ha sterminato la sua famiglia, crimine di cui si dichiara profondamente pentito, ma le autorita' competenti nicchiano:



Otto anni fa sono stato condannato a morte per avere assassinato mia moglie e tre bambini. Sono colpevole. Per un po’ ho pensato di poter prendere in giro gli altri e far credere loro che fossi innocente. Non ci sono riuscito. Allora ho cercato di convincermi che quello che avevo fatto non aveva importanza. Gradualmente, però, ho compreso l’enormità di quello di cui mi sono macchiato. Ne è seguito il rimorso e da lì il desiderio di fare qualcosa.
[...]
Se donassi tutti i miei organi oggi, potrei togliere dalla lista d’attesa dell’Oregon l’uno per cento dei nomi presenti. Ho 37 anni, sono in piena salute. Gettare via i miei organi dopo la mia morte sarebbe nient’altro che uno spreco.


da qui: http://www.ilpost.it/2011/04/22/lultimo-desiderio-di-christian-longo/

queste le obiezioni:



Le ragioni opposte alla richiesta di Longo sono molte e di vario tipo. Dal punto di vista medico, c’è il problema degli effetti dell’iniezione letale... Ci sono due Stati, però, l’Ohio e Washington, che utilizzano una sola sostanza letale dall’effetto rapido e che non danneggia gli organi...
Il problema più grande è filosofico, etico. La storia degli Stati Uniti e degli istituti di detenzione, infatti, contiene vari episodi di abusi su persone detenute, usate per esperimenti medici... Molti temono che ammettere le donazioni degli organi da parte dei condannati a morte possa rendere più facili abusi e violenze.


voi che ne pensate? io sono fortemente a favore della donazione degli organi in generale e trovo sensata la richiesta di quest'uomo; leggendo pero' l'ultima parte che ho riportato, mi rendo conto che il problema e' piu' serio di quanto appaia a prima vista (mai avrei pensato che si usassero i detenuti come cavie!), ma credo che con delle leggi adeguate sia un problema """facilmente""" risolvibile

spero che riesca a vincere la sua battaglia: sia per chi ne sara' beneficiato, che per lui stesso :fagiano:

Linkato
22-04-2011, 16:50
Originariamente inviato da rebelia
spero che riesca a vincere la sua battaglia: sia per chi ne sara' beneficiato, che per lui stesso :fagiano:

Non lo so, però se vuoi puoi donare il tuo corpo quando muori per fare pratica sul tuo cadavere...

In discussione alla Camera una legge per regolare e promuovere la donazione del corpo post-mortem (http://muitaliano.it/2011/04/in-discussione-alla-camera-una-legge-per-regolare-e-promuovere-la-donazione-del-corpo-post-mortem-consenso-unanime-dei-medici-legali/)

rebelia
22-04-2011, 17:48
Originariamente inviato da Linkato
Non lo so, però se vuoi puoi donare il tuo corpo quando muori per fare pratica sul tuo cadavere...

In discussione alla Camera una legge per regolare e promuovere la donazione del corpo post-mortem (http://muitaliano.it/2011/04/in-discussione-alla-camera-una-legge-per-regolare-e-promuovere-la-donazione-del-corpo-post-mortem-consenso-unanime-dei-medici-legali/)

questa cosa non lo sapevo, ma il problema dell'articolo non sta nella scelta, quanto nel fatto che si tratta di un condannato a morte... credo che in america un condannato a morte possa gia' donare il suo corpo alla scienza: a memoria mi par di ricordare che la scansione completa di un corpo umano usata nelle universita' statunitensi appartenga proprio a un detenuto

Raffaele
22-04-2011, 18:57
Originariamente inviato da rebelia
questa cosa non lo sapevo, ma il problema dell'articolo non sta nella scelta, quanto nel fatto che si tratta di un condannato a morte... credo che in america un condannato a morte possa gia' donare il suo corpo alla scienza: a memoria mi par di ricordare che la scansione completa di un corpo umano usata nelle universita' statunitensi appartenga proprio a un detenuto

Donare il corpo alla scienza per ricerche (o perché venga fatto a pezzi per creare il database dradiografico del corpo umano) è una cosa... Donare gli organi è un'altra...

La camera a gas rovina gli organi perché il gas adottato li satura (credo di residui ammoniacali)...

La sedia elettrica rovina le pareti cellulari perché molte cellule scoppiano...

L'iniezione letale immette molto sodio nei tessuti degli organi (il sodio serve a fermare il cuore), rendendoli pieni di sodio e letali a loro volta per le persone a cui viene trapiantato l'organo.

Al limite con l'iniezione letale il condannato potrebbe donare le cornee, che non sono interessate direttamente dal veleno.

Solo la fucilazione ti permette di riutilizzare gli organi, ma l'adottano in USA solo due stati (Texas ed Alabama mi pare), su scelta del condannato...

Ma in questo caso se viene colpito il cuore o i polmoni (che sono il bersaglio più grande, li rendi di fatto inutilizzabili per il trapianto).

In genere in USA si tende ad evitare donazioni da parte dei carcerati per questi motivi., e per evitare che sorga un mercato di organi di condannati a morte che giustifichi le esecuzioni.

E per un fatto religioso protestante, c'è una specie di tabù... il corpo del condannato è quasi considerato alla stregua di reietto, tanto che anche i corpi di coloro che sono stati condannati all'ergastolo, vengono inumati nei cimiteri delle prigioni, finché non è scontata la pena (90 anni, 100 anni, 200 anni di carcere). Solo passato il tempo della pena, la famiglia se vuole, può reclamare il corpo... Stica**!

L'uso dei cadaveri dei condannati per i trapianti, alimentando addirittura un mercato nero, (tanto che le associazioni umanitarie hanno più volte denunciato ampiamente questo abuso)è invece assai praticato in Cina, dove si viene giustiziati con un colpo alla testa alla base del cranio...

E' solo il cervello ad essere danneggiato, e causare la morte, perché viene penetrato solo il cervello dal proiettile, e quindi gli organi rimangono intatti...

Gli abusi sui cadaveri dei condannati a morte in Cina, per il recupero degli organi sono stati stato ampiamente più volte dimostrati e documentati... :facepalm:

rebelia
22-04-2011, 19:10
Originariamente inviato da Raffaele
La camera a gas rovina gli organi perché il gas adottato li satura (credo di residui ammoniacali)...

In genere in USA si tende ad evitare donazioni da parte dei carcerati per questi motivi., e per evitare che sorga un mercato di organi di condannati a morte che giustifichi le esecuzioni.

in realta' solo la seconda ragione e' vera, perche' l'alternativa pare ci sia gia', da quanto scritto nell'articolo:



Ci sono due Stati, però, l’Ohio e Washington, che utilizzano una sola sostanza letale dall’effetto rapido e che non danneggia gli organi. Longo chiede all’Oregon di adottare questa procedura.


(non sono medico e do per buono quanto riportato dall'articolo)

teo1964
22-04-2011, 19:16
Originariamente inviato da rebelia
a memoria mi par di ricordare che la scansione completa di un corpo umano usata nelle universita' statunitensi appartenga proprio a un detenuto

Si chiama The Visible Human Project, qui (http://www.youtube.com/watch?v=iVrbPb9-1xA&feature=related) un video che riepiloga le scansioni.

Ceras
22-04-2011, 20:54
In Svetlonia hanno approvato una legge che dice che se sei condannato a morte e decidi di donare gli organi, ti viene abolita la pena di morte. Aspetta, ma così non puoi donare gli organi. Quindi se non doni gli organi rimane la condanna. Aspetta, ma così muori e puoi donare gli organi...

http://www.cosecuriose.net/wp-content/uploads/2010/04/scimmione_pensieroso.jpg

rebelia
22-04-2011, 22:20
Originariamente inviato da teo1964
Si chiama The Visible Human Project, qui (http://www.youtube.com/watch?v=iVrbPb9-1xA&feature=related) un video che riepiloga le scansioni.

proprio quello :)

@ceras: la persona in questione ha chiarito che non intende in alcun modo usufruire di sconti di pena e anzi ha chiesto di sospendere qualsiasi ulteriore richiesta di grazia... se dice che e' un modo per tirar fuori qualcosa di buono dalla sua vita dopo aver preso coscienza di cio' che ha fatto, io gli credo :fagiano:

astro
22-04-2011, 23:06
Mah... mi pare quasi un sintomo di un certo accanimento verso il condannato
il discorso è che non solo ti devo ammazzare ma ti devo punire
non si accetta di dare un "sollievo" al morituro, forse è qui il punto

E forse anche la questione che gli stati possano essere accusati di voler alimentare il mercato degli organi non è così credibile coma appare a prima vista: non sei la cina appunto... se uno viene condannato con i crismi della nazione delle libertà, non vedo che dubbi possano esserci

ehm... un dubbio c'è sempre (ed è quello per cui non ammetto la pena di morte) ossia proprio il dubbio dell'errore giudiziario
ma di fatto lo sanno (perchè è statistico) e lo accettano di già

di certo il problema non è l'iniezione o meno perchè appunto col colpo alla nuca si "risolve" :spy:

rebelia
22-04-2011, 23:11
Originariamente inviato da astro
il dubbio dell'errore giudiziario

il tizio e' reo confesso: in questo caso dubbi non ce ne sono proprio... ho idea che si tratti solo di non voler creare dei precedenti "pericolosi" (nemmeno a me pare molto verosimile, ma vai a saperlo!)

Loading