PDA

Visualizza la versione completa : Domanda su PEC


tep
18-07-2011, 15:23
una domanda sulla PEC (posta elettronica certificata):

se un socio di una società (per esempio una snc) ha acquistato una mail pec a suo nome, puo' poi utilizzarla anche a nome della società?

silverwings
18-07-2011, 17:08
E' chiaro che è certificato l'invio dalla persona fisica, può parlare a nome della società se è amministratore. Comunque dev'essere usata provvisoriamente, è necessario farne una societaria,magari con il nome a domnio della propria azienda se ha un sito

tep
18-07-2011, 17:46
non e' possibile mantenere quella personale anche per la società?

FalcoBS
18-07-2011, 19:59
Originariamente inviato da tep
non e' possibile mantenere quella personale anche per la società? No

Tashunka Witko
18-07-2011, 20:07
Originariamente inviato da FalcoBS
No :love: :love: :love: :love: :love: :love: :love: :love: :love: :love:

FalcoBS
18-07-2011, 22:29
Originariamente inviato da Tashunka Witko
:love: :love: :love: :love: :love: :love: :love: :love: :love: :love: :ciapet:

superbubba
19-07-2011, 10:13
Permettetemi una piccola digressione.

Se per la nuova azienda state pensando di adottare un sistema di autenticazione per la posta elettronica, con valore legale, ti consiglio caldamente di lasciar perdere la PEC e spostarti sui certificati S/MIME. Ci sono innumerevoli vantaggi per cui mi sento di consigliarti questa alternativa ma te ne citerò solo alcuni:

- gli S/MIME sono uno standard internazionale, la PEC una porcata italiana;
- tutti i client di posta sono predisposti per funzionare con S/MIME, non per la PEC;
- con S/MIME si può cifrare tutto il messaggio, con la PEC si ha solo l'autenticazione.
- il decreto legge 185/2008 è stato modificato per parificare gli S/MIME alla PEC.


da internet: www.ilsoftware.it (http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?id=4957&pag=2)
Rispetto alla PEC, l'impiego di un certificato S/MIME permette ad esempio di certificare l'intero contenuto del messaggio che si invia, consente di inviare comunicazioni a qualunque tipo di indirizzo e-mail, è interoperabile con qualunque sistema ed è valido in tutto il mondo. Inoltre, l'uso di un certificato S/MIME consente di fidare su di una soluzione che garantisce massima portabilità ed in più è in grado di permettere la protezione del contenuto del messaggio grazie alla crittografia.

da internet: www.volainrete.it (http://www.volainrete.it/informatica/PEC.htm#L%E2%80%99alternativa_certificati_digitali _S/MIME)
La soluzione alternativa alla PEC può essere l'adozione di certificati S/MIME, interoperabili con qualunque sistema ed ormai disponibili, in ambito internazionale.
La modifica apportata al decreto legge 185/2008 si allinea alla direttiva comunitaria, permette di liberalizzare il mercato e pone soluzione al problema dell'ipotizzato utilizzo esclusivo della PEC, di matrice solamente italiana.
L'impresa od il professionista possono servirsi sì di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) ma anche, in alternativa, di "un analogo indirizzo di posta elettronica basato su tecnologie che certifichino data e ora dell'invio e della ricezione delle comunicazioni e l'integrità del contenuto delle stesse, garantendo l'interoperabilità con analoghi sistemi internazionali". La modifica applicata alla normativa sembra quindi configurarsi come un'apertura verso l'impiego, in sostituzione della PEC, di tecniche di firma digitale e di tracciamento della consegna equivalenti e gratuite, già disponibili ed utilizzabili mediante l'uso di account di posta di tipo tradizionale. In parole povere ad una comune di casella di posta elettronica si può abbinare un certificato digitale, il bello e che è possibile ottenere certificati validi in maniera gratuita, a titolo di esempio ne riporto due sotto:
www.globaltrust.it/products/gperssecmail.aspx
www.thawte.com/secure-email/
Passo e chiudo, scusate l'intromissione.

URANIO
19-07-2011, 10:58
Il problema è che la PEC è nata come una specie di "raccomandata online", allo cnipa interessava principalmente la consegna.
Ossai con la PEC io invio un documento e ho la prova che è stato consegnato, in questo modo posso far scattare sanzioni se un ente/società non mi risponde entro tot tempo.

Loading