PDA

Visualizza la versione completa : Certificazione Java: opinioni


Smith2
03-08-2011, 21:05
Ciao ragazzi,
vorrei sapere da qualche esperto del settore, cosa ne pensa delle certificazioni Java SCJA e SCJP.

Io sono deciso a specializzarmi, e le certificazioni in informatica sono la chiave di questo percorso.

La scuola più vicina che fa corsi di specializzazione di questo tipo, mette a disposizione questi due corsi ad un prezzo intorno ai 900€, esame a parte.

Io vorrei sapere da chi è già in questo settore un paio di info:

1. anzitutto la programmazione in Java a livello lavorativo COSA ti permette di saper fare? Quale sarebbe il mio ruolo nell'azienda? Ad esempio ad un programmatore Java cosa viene chiesto?

2. in ambito lavorativo so che c'è abbastanza richiesta per questo genere di qualifica, ma secondo voi oltre questa quali altre riescono a offrire buoni posti di lavoro?

So che posso sembrare un utente che chiede cascando dalle nuvole, in realtà io ho esperienza con vari linguaggi come C, i canonici linguaggi web html, css, php, ecc...Però la cosa "che mi frega" è proprio dal punto di vista lavorativo, perchè non ho mai lavorato in un ambiente informatico.

Coi linguaggi web so cosa potrei fare, ovviamente, ma con i linguaggi di programmazione generale..bè...no.

Poi un altro consiglio cortesemente: il corso Cisco relativo al sistemista informatico (CompTia A+ diviso in 2 parti) è davvero utile? Cioè attesta che io sia un tecnico qualificato?
Se si ferma qui è una "pura formalità" che mi distinguerebbe da un tecnico qualsiasi?

Perchè ho scaricato i pdf informativi sul corso e pare non esserci nè più nè meno di ciò che dovrebbe sapere un bravo tecnico. Praticamente se sostenessi subito l'esame senza seguire il corso al 90% lo passerei già così.

Grazie a chi condividerà la sua esperienza ed i suoi consigli. :)

deleted_29
03-08-2011, 21:47
dipende da dove lavorerai.
---
se, come intuisco, vuoi fare il dipendente di una piccola software house (in italia grandi non ci sono, al massimo medio-piccole), indipendentemente dalle certificazioni che avrai, sarai inquadrato (a seconda della tipologia di azienda) a livello di un operaio (contratto metalmeccanico, ebbene sì) o commesso (contratto commerciale).

per andare in concreto lo stipendio sarà quello di una segretaria, un po' più o un po' meno, nella fascia mille-e-qualcosa euro
---
saper programmare in java, in sintesi, non serve a nulla, o comunque NON ti distinguerà dalla massa (come nella tua domanda).

se trovi un'azienda che ha un gestionale java da supportare, e sei in gamba, puoi trovare un onestissimo lavoro della tipologia precedente
---
riguardo all'area sistemistica il discorso è simile: un "generico" tecnico (per capirci il classico "ragazzo-che-lavora-nel-negozio-di-computer" viene inquadrato analogamente.

Un sistemista certificato in qualcosa di "strano" (=ad esempio nella virtualizzazione, non certo le varie pseudo-certificazioni che non servo a nulla), si stacca invece nettamente dal mucchio e, se trova l'azienda che ha bisogno dei suoi skill, facilmente doppia o triplica lo stipendio di un "normale" tecnico.

Sull'assunto che ci sono 1000 ragazzini capaci di fare avanti-avanti-avanti su windows, moooolti meno che sanno configurare gli snapshot su una SAN.

Quest'ultimo profilo, però, è fortemente legato al datore di lavoro.

Mentre trovi 1000 aziende che hanno bisogno di "ragazzini", ne troverai 10 che hanno bisogno di "veri" tecnici.

A seconda della zona lavorativa questo può essere relativamente facile (grandi città, milano, torino, bologna etc), oppure praticamente impossibile (piccole città, maggior parte del Centro-Sud italia etc)
---
Versione superbreve: se fai un lavoro X che altri 1000 "bambini" sanno fare non è che puoi attenderti chissà che.
Se fai un lavoro Y che 999 "bambini" su 1000 NON sanno fare, allora diventi una risorsa preziosa, e se ti sai "vendere" anche redditizia.

nicola75ss
03-08-2011, 21:51
Originariamente inviato da Smith2
Poi un altro consiglio cortesemente: il corso Cisco relativo al sistemista informatico (CompTia A+ diviso in 2 parti) è davvero utile? Cioè attesta che io sia un tecnico qualificato?


La certificazione comptia a+ costituita da 2 moduli non ha niente a che vedere con quelle cisco.
Col fatto che ormai in rete trovi i braindump di quasi tutte le certificazioni, il pezzo di carta ha perso praticamente qualsiasi valore e non assicura un potenziale datore di lavoro delle tue competenze.
Sicuramente si accerteranno di ciò che sai fare in altro modo.

Magari possono tornarti utili per fare punteggio in caso di selezioni/concorsi pubblici. :fagiano:

deleted_29
03-08-2011, 21:55
Originariamente inviato da nicola75ss

Magari possono tornarti utili per fare punteggio in caso di selezioni/concorsi pubblici. :fagiano:
nella mia esperienza (che per i concorsi pubblici è tutt'altro che ampia), in generale, valgono i titoli di studio "veri" per il punteggio (diploma-laurea-laurea specialistica\vecchio ordinamento), questo perchè hanno un valore legale, a differenza dei vari corsi etc.

nicola75ss
03-08-2011, 22:15
Originariamente inviato da franzauker
nella mia esperienza (che per i concorsi pubblici è tutt'altro che ampia), in generale, valgono i titoli di studio "veri" per il punteggio (diploma-laurea-laurea specialistica\vecchio ordinamento), questo perchè hanno un valore legale, a differenza dei vari corsi etc.

Mah, io ti parlo da semplice diplomato in informatica che ha lavorato per anni presso diverse pubbliche amministrazioni con ogni genere di contratto e ne ho viste di tutti i colori, selezioni in cui veniva richiesto il diploma di perito informatico o l'ecdl perchè il posto doveva essere assegnato alla nipote dell'assessore di turno diplomata all'alberghiero, selezioni per informatici in cui venivano paragonati pere e fichi (equiparando una certificazione cisco a una ecdl o mous e simili) salvo poi essere assunti allo scopo di fare db con access e via dicendo. :D
Ho visto applicare criteri di selezione molto diversi da caso a caso: concorsi in cui veniva giustamente assegnato un punteggio nettamente superiore a un laureato, altri in cui la laurea triennale veniva equiparata a un corso regionale annuale IFTS, altri in cui invece si privilegiava l'esperienza lavorativa ai titoli di studio ecc. :fagiano:

Smith2
03-08-2011, 22:31
Sono rimasto abbastanza deluso dalla prima risposta (intendo a livello di "cruda verità" non dal punto di vista della completezza che, anzi, è ottima).

Io credevo che una certificazione, competenze annesse, potesse portare il ragazzo a lavorare per qualcosa di più dei canonici 1000 euro.
Addirittura si viene messi sullo stesso piano di un commesso che praticamente lavora senza una specializzazione.

Cioè, il discorso è molto semplice: se io mi preparo per un esame (con o senza corso privato) ed ottengo una certificazione meritata, come mai il lavoro che mi spetta è di pari guadagno ad uno semplice?

Al contrario, credevo che un corso "speciale" come quello della virtualizzazione fosse "inutile", poichè mi sembrava talmente difficile trovare un lavoro simile che poi alla resa dei conti lo stipendio sarebbe potuto essere molto basso e anche con lavoro a rischio.

Però adesso mi viene una domanda: perchè (per esperienza personale so che è così) con una certificazione CISCO si aprono porte "importanti" (relativamente al nostro Paese) e invece con una certificazione ORACLE no?

Comunque la certificazione CompTIA A+ fa parte delle certificazioni Cisco, anche se a livello di corso ed importanza è molto differente degli altri.

nicola75ss
03-08-2011, 22:42
Originariamente inviato da Smith2
Però adesso mi viene una domanda: perchè (per esperienza personale so che è così) con una certificazione CISCO si aprono porte "importanti" (relativamente al nostro Paese) e invece con una certificazione ORACLE no?


Conosco sistemisti cisco con le balle che guadagnano 1300-1400 euro al mese (parlo di realtà sarda). Se sai usare, ma per davvero, oracle, guadagni tanti bei soldini.

Smith2
03-08-2011, 22:56
Io sono pugliese, e qui 1300E sono già uno stipendio alto.

Però so che al Nord (da Roma in poi) con 1300E non ci fai praticamente niente, ti resta solo quello che hai bisogno per vivere.

Confermate?

No perchè se è davvero così, siccome come ho detto sono Pugliese, che io mi specializzi in Cisco, CompTIA, Java o qualsiasi altra cosa sarò al 90% costretto a trasferirmi al nord, e dando uno sguardo agli annunci lavorativi ne trovo pochissimi che vanno oltre i 1200.

Cioè mi sembra tutto un gioco a perdere. Sempre se davvero al nord con 1300E e appartamento in affitto non ci fai niente.

nicola75ss
03-08-2011, 23:02
Un mio amico ha lavorato come sistemista diversi anni al nord e guadagnava sui 2500 euro al mese. Un pò per nostalgia, un pò per il costo della vita, è tornato qui e adesso guadagna quanto scritto sopra ma è felice così. :)

Smith2
04-08-2011, 01:22
Scusa?
Quindi 2500E e neanche gli bastavano o comunque era pesante?

Loading