PDA

Visualizza la versione completa : quale codice ateco per aprire la partita iva?


ganz
05-09-2011, 13:09
ciao, vi chiedo consiglio per quale codice attivita ateco posso usare per aprire la partita iva come libero professionista. IL MIO LAVORO SAREBBE di creazione siti, vendita di spazi pubblicitari sul sito. non voglio iscrivermi alla camera del commercio, vorrei proprio esser libero professionista.
grazie ciaooo

Myaku
05-09-2011, 13:32
sei nella sezione sbagliata, ti sposto in off topic.

NonCeLaFaccio+
05-09-2011, 14:53
Per quanto ne so per fare siti non è necessaria l'iscrizione alla camera di commercio ma per vendere spazi pubblicitari sì.
Occhio che se ti iscrivi c'è un minimo da pagare all'anno indipendentemente dal fatturato (vado a memoria ... 2500 €/anno di inps o qualcosa del genere).
Un consiglio, scegli la contabilità semplificata perché quella ordinaria comporta un enorme aggravio amministrativo (tenuta di libri contabili, lista di clienti e fornitori, contabilità separate ecc...).
E soprattutto trovati un buon commercialista, è impensabile star dietro a tutte le seghe mentali dei nostri governanti in materia fiscale se non sei del settore.
Per il codice ateco i più adatti mi sembrano questi:



72.22.0p 62.02.00 Consulenza nel settore delle tecnologie dell'informatica
72.40.0p 63.12.00 Portali web
72.60.0p 74.10.21 Attività dei disegnatori grafici di pagine web

Myaku
05-09-2011, 15:27
Originariamente inviato da NonCeLaFaccio+
Per quanto ne so per fare siti non è necessaria l'iscrizione alla camera di commercio

verso fine dell'anno scorso mi pareva di aver sentito dire che c'era stato qualche cambiamento, e chi fa siti web inteso anche come "scrittura del codice / programmazione" rientrerebbe sotto l'artigianato. sempre che non abbia capito male... :spy: ... ho capito male? :spy:

ognimodo, @ganz: imho ti conviene chiedere a un paio di commercialisti

NonCeLaFaccio+
05-09-2011, 15:50
Non so se adesso chi fa siti internet sia considerato un artigiano ma non me stupirei.
Cambiano le regole in continuazione.
Questa cosa però non mi piace perché significa che dovrò iscrivermi alla CCIAA anche solo per fare un paio di siti l'anno per integrare la mia normale attività di consulente in banca.
Dovrò chiedere lumi alla commercialista.
Bye

ganz
06-09-2011, 08:20
ciao a tutti e grazie dei consigli, dunque io sono gia lavoratore a tempo indeterminato, e per passione da anni faccioi siti web.
ora vorrei guadagnare (almeno io ci provo) con la creazione di un sito di annunci, nel quale poi vendero (lo spero) spazi pubblicitari solo nel mio paese.
apriro la p. iva, non voglio assolutamente iscrivermi alla camera di commercio, lascio gia abbastanza tasse da dipendente. vorrei esser libero professionista e non artigiano.
alla fine io creero siti web e vendero spazi pubblicitari, che ne dite del codice ateco 73.11.02 conduzione di campagne marcheting e altri servizi pubblicitari, alla fine sia i siti che realizzo e i banner servono per pubblicita dei clienti, che ne dite?

SuperMariano81
06-09-2011, 09:10
fatti una partita IVA così:
192.168.0.1 :sbav:

Myaku
06-09-2011, 09:35
Originariamente inviato da ganz
vorrei esser libero professionista e non artigiano.

non mi risulta che sia tu ad avere piena libertà di scelta. piuttosto, in base alla tua attività rientri in un caso o in un altro.
Comunque, a maggior ragione senti un commercialista perchè essendo anche dipendente parte delle tasse le paghi già, sempre fermo restando che non sia cambiato qualcosa.

Brown
06-09-2011, 10:49
Originariamente inviato da ganz
ciao a tutti e grazie dei consigli, dunque io sono gia lavoratore a tempo indeterminato, e per passione da anni faccioi siti web.



uno dei tanti che "arrotonda" no?? :D



Originariamente inviato da ganz

vorrei esser libero professionista e non artigiano.


anch'io vorrei essere un avvocato... :sadico:

Loading