PDA

Visualizza la versione completa : Destino quadridimensionale?


lnessuno
22-09-2011, 19:12
C'è, soprattutto fra chi è studiato, chi dice che il destino non esiste, che c'è il libero arbitrio e che siamo padroni delle nostre scelte e delle nostre azioni...

C'è anche, soprattutto fra chi è molto studiato, chi dice che nell'universo le dimensioni non sono solo tre ma molte di più, fra cui una certa quarta dimensione che (per convenzione?) è il tempo.

Domanda da inniorante e prof-ano... ma le due cose non sono in disaccordo fra loro? Cioè se il tempo è una dimensione me lo immagino come una linea (o giù di li) che parte dal passato e se ne va verso il futuro, e noi in questo istante siamo un puntino che rappresenta il presente... così perlomeno la spiegavano in qualche documentario che ho guardato...

Era una rappresentazione inesatta (per la verità, a questo punto direi anche del tutto campata in aria) per far sembrare tutto più semplice, come penso, o c'è qualcosa che non torna? Insomma... che razzo è sta quarta dimensione? :fagiano:

weatherman
22-09-2011, 19:23
se ho capito cosa intendi penso che il libero arbitrio si riferisco alla liberta' di muoversi nelle tre dimensioni spaziali e non nel tempo :confused:
anche se effettivamente i deterministi sembrano piu' coerenti, non facendo distinguo tra le varie dimensioni :fagiano:

Lars
22-09-2011, 19:26
sto pensando ad una risposta sensata....

http://badattitudes.com/MT/homer-simpson-5.jpg

MItaly
22-09-2011, 19:27
Che c'entra il libero arbitrio? Sono due concetti ortogonali: "libero arbitrio" vuol dire che nel tuo spazio ambiente non è tutto meccanicamente determinato, ma hai libertà di azione. Il tuo spazio quadridimensionale è semplicemente lo spazio ambiente in cui questa tua libertà/non libertà ha modo di agire.


(che poi, è quadridimensionale metricizzato in maniera particolare (ds^2=c^2 dt^2 - l^2) in relatività speciale, se vai a pescare le teorie delle stringhe si va su spazi stranissimi, la M-theory che va adesso per la maggiore prevede spazi di Calabi-Yau in 11 dimensioni :spy: )

Al_katraz984
22-09-2011, 19:32
Pensa te che io stò elaborando una mia teoria dove la grandezza "tempo" non esiste.. :stordita:


ci sto ancora studiando però :mame:

MItaly
22-09-2011, 19:37
Originariamente inviato da Al_katraz984
Pensa te che io stò elaborando una mia teoria dove la grandezza "tempo" non esiste.. :stordita:


ci sto ancora studiando però :mame:
Tutto dipende da come intendi il tempo... in fin dei conti Einstein aveva come "slogan" della relatività speciale che "il divenire nello spazio si manifesta come l'essere nello spaziotempo". :mem:

lnessuno
22-09-2011, 19:43
Originariamente inviato da MItaly
Che c'entra il libero arbitrio? Sono due concetti ortogonali: "libero arbitrio" vuol dire che nel tuo spazio ambiente non è tutto meccanicamente determinato, ma hai libertà di azione. Il tuo spazio quadridimensionale è semplicemente lo spazio ambiente in cui questa tua libertà/non libertà ha modo di agire.


(che poi, è quadridimensionale metricizzato in maniera particolare (ds^2=c^2 dt^2 - l^2) in relatività speciale, se vai a pescare le teorie delle stringhe si va su spazi stranissimi, la M-theory che va adesso per la maggiore prevede spazi di Calabi-Yau in 11 dimensioni :spy: )
Dopo aver letto il tuo post faccio mia la risposta di Lars... :mame:

Se ho capito qualcosa, in pratica allo stesso modo in cui siamo vincolati nelle tre dimensioni possiamo muoverci liberamente all'interno di esse, se si prende la dimensione tempo possiamo muoverci nel suo spazio (restando nei vincoli del presente, ovvio)?


No, non ho capito :D

Perdonami ma il mio background scolastico è rivolto su tutt'altre materie, e anche se queste cose mi affascinano da morire non ho le basi per capirci un gran che... :stordita:

Al_katraz984
22-09-2011, 19:44
il tempo lo intendo come grandezza creata dall'uomo per giustificare l'"andamento" delle cose o il passaggio tra il giorno e la notte... ma in sostanza non esiste una grandezza tempo in natura

lnessuno
22-09-2011, 19:44
Originariamente inviato da MItaly
Tutto dipende da come intendi il tempo... in fin dei conti Einstein aveva come "slogan" della relatività speciale che "il divenire nello spazio si manifesta come l'essere nello spaziotempo". :mem:
Ecco è proprio qualcosa del genere che, ad intuito, mi fa immaginare il tempo come una pellicola cinematografica... in cui tutto è già scritto, ma lo spettatore non conosce quello che sta davanti e ricorda solo quello che ha già passato...

o non c'entra niente?

lnessuno
22-09-2011, 19:46
Originariamente inviato da Al_katraz984
il tempo lo intendo come grandezza creata dall'uomo per giustificare l'"andamento" delle cose o il passaggio tra il giorno e la notte... ma in sostanza non esiste una grandezza tempo in natura
Beh credo che il tempo sia relativo nell'universo, quello che per noi è un giorno su marte è tutta un'altra cosa, e su scala più grande una cosa ancora totalmente diversa... ma il tempo come dimensione, immagino, esiste anche dove non esiste il giorno e la notte...

Loading