PDA

Visualizza la versione completa : [Mia economia] Il mondo è dei furbi


axsw
01-10-2011, 21:21
"Il mondo è dei furbi" una frase che mi ripeteva il mio principale quando ero poco più che ragazzino alle prime armi.

Oggi apertura di un nuovo centro commerciale cinese ad Arma di Taggia in liguria, millemila articoli di tutti i generi, scarpe, abbigliamento, arredobagno insomma immaginatevi un articolo, loro ce l' hanno.

Una amica di mia moglie rimasta senza lavoro è andata a chiedere se avevano bisogno di personale, risposta: No mi spiace qui si assumono solo cinesi, non vogliamo personale italiano

[Fonte ilsole24ore]
Ogni anno escono dall' italia 1 milione e 600 mila euro che gli stranieri che lavorano in italia mandano nella loro tarra d'origine.
Cifra che aumenta esponenzialmente col passare degli anni, la parte più grande la fanno proprio i cinesi con una cifra approssimativa di 6/800 mila euro e poi i magrebini e via via.
[/Fonte ilsole24ore]
Ora siccome anche noi siamo un paese esportatore poi parte di questi capitali rientrano
ma vi risulta che Italiani Tedeschi Francesi aprano sedi all'estero assumendo solo compaesani?

è ora di cominciare a mettere qualche paletto? :confused:

vin diesel
01-10-2011, 21:29
Temo che non siamo nelle condizioni di mettere paletti. Coi cinesi poi men che meno.
Gia si stanno comprando i nostri debiti, tra poco arriverà un cinese ricco ricco che chiederà.... Sa dai quanto costa questo stivale??

MrCocò85
01-10-2011, 23:01
[flame mode on]
Mi sembra anche giusto, visto che al Nord ci sono aziende che non assumono gente del sud[flame mode off]

vin diesel
01-10-2011, 23:06
Originariamente inviato da MrCocò85
[flame mode on]
Mi sembra anche giusto, visto che al Nord ci sono aziende che non assumono gente del sud[flame mode off]
Infatti. :old:

Domenix
01-10-2011, 23:21
Originariamente inviato da axsw

è ora di cominciare a mettere qualche paletto? :confused:

Ce l'hanno già messi loro i paletti... in tutti i sensi, con il benestare dei nostri governanti.

bootzenn
01-10-2011, 23:48
Originariamente inviato da MrCocò85
[flame mode on]
Mi sembra anche giusto, visto che al Nord ci sono aziende che non assumono gente del sud[flame mode off]


del tipo?

sparwari
02-10-2011, 00:54
io da anni ritengo che debbano esserci accordi "in alto" che consentono ai negozianti cinesi di non essere in regola con le norme iginieche o le altre norme di sicurezza.

quando si entra in un negozio cinese arriva un fortissimo odore "chimico" che a mio parere non è proprio salutare...

inoltre è assurdo vedere che un negozio cinese NON fallisce mai.
anche se è sempre vuoto.

quando un negozio è vuoto ma cmq vive, a napoli si pensa subito che quel negozio sia per ricilare denaro.

Nuvolari2
02-10-2011, 03:32
Se un'azienda italiana dicesse: "qui assumiamo solo italiani" si beccherebbe del razzista come minimo, e probabilmente pure qualche denuncia.

Lo fa un'azienda cinese e c'é pure qualcuno che lo trova giusto: allora meritiamo di affogara nella nostra decadenza. :bhò:

Ps. Per altro assumere ponendo limitazioni di sesso, razza, etc. è vietato. Ma se lo fa una ditta a gestione straniera evidentemente va bene.
Come pure non rispettare neppure le più elementari norme di sicurezza e diritti sul lavoro: quando viene pescata l'azienda italiana (giustamente) le si fa un mazzo tanto. Sui laboratori cinesi nel cuore di Milano o nella ridente provincia con 40 operai in 20 mq che lavorano sottopagati (per 15 ore al giorno) e dormono alla stessa scrivania invece nessuno dice nulla e nessuno muove un dito.

C'era una interessante puntata di report su quel ramo d'industria che produce divani in Italia... Devastato da committenti senza scrupoli e da laboratori cinesi da mani nei capelli. Con aziende serie e rispettose della legge costrette a chiudere per quella che è, di fatto, concorrenza sleale.

Ma va bene così, i razzisti siamo noi quando proviamo a difendere il made in Italy mentre sono furbi e meritevoli gli altri quando decidono di violare la legge e di condurre selezioni sulle assunzioni su basi etniche o di nazionalità.

Nkosi
02-10-2011, 07:42
a me non pare che i cinesi possano fare quello che vogliono impunemente
http://www.google.it/search?client=safari&rls=en&q=chiuso+laboratorio+cinvese&ie=UTF-8&oe=UTF-8&redir_esc=&ei=T_mHTsjKGKTD0QWknsTbDw#hl=it&client=safari&rls=en&sa=X&ei=T_mHTsDeKObI0QWx1tndDw&ved=0CBgQBSgA&q=chiuso+laboratorio+cinese&spell=1&bav=on.2,or.r_gc.r_pw.,cf.osb&fp=768c409ef07fb2cf&biw=1122&bih=752
:fagiano:

axsw
02-10-2011, 09:56
Originariamente inviato da Nuvolari2
Se un'azienda italiana dicesse: "qui assumiamo solo italiani" si beccherebbe del razzista come minimo, e probabilmente pure qualche denuncia.

Lo fa un'azienda cinese e c'é pure qualcuno che lo trova giusto: allora meritiamo di affogara nella nostra decadenza. :bhò:

Ps. Per altro assumere ponendo limitazioni di sesso, razza, etc. è vietato. Ma se lo fa una ditta a gestione straniera evidentemente va bene.
Come pure non rispettare neppure le più elementari norme di sicurezza e diritti sul lavoro: quando viene pescata l'azienda italiana (giustamente) le si fa un mazzo tanto. Sui laboratori cinesi nel cuore di Milano o nella ridente provincia con 40 operai in 20 mq che lavorano sottopagati (per 15 ore al giorno) e dormono alla stessa scrivania invece nessuno dice nulla e nessuno muove un dito.

C'era una interessante puntata di report su quel ramo d'industria che produce divani in Italia... Devastato da committenti senza scrupoli e da laboratori cinesi da mani nei capelli. Con aziende serie e rispettose della legge costrette a chiudere per quella che è, di fatto, concorrenza sleale.

Ma va bene così, i razzisti siamo noi quando proviamo a difendere il made in Italy mentre sono furbi e meritevoli gli altri quando decidono di violare la legge e di condurre selezioni sulle assunzioni su basi etniche o di nazionalità.

Quoto tutto soprattutto il grassetto, come vedi nuvo anche quì c'è gente che lo trova giusto, che poi è la stessa gente che è iscritta ad un sindacato e che và in piazza a difendere il posto di lavoro.
Ma dov'era questa gente quando (1 esempio su tutti) nel pratese in toscana i cinesi hanno fatto fatto chiudere centinaia di concerie di pellami che si tramandavano da generazioni con qualità a 5 stelle, hanno chiuso per concorrenza sleale da parte dei cinesi.

Mrcocò, Nk dove eravate?

Loading