PDA

Visualizza la versione completa : Cosa consigliate come sistema operativo Linux?


Raam General
06-10-2011, 16:11
Per adesso uso Ubuntu, e mi trovo davvero molto bene. Ma cerco qualcosa di più professionale: lo uso principalmente per programmare (per adesso semplici programmi), poi quando sarò in grado voglio fare qualche giochino.
La cosa fondamentale che mi serve è che sia possibile installare in maniera estremamente facile programmi già scaricati senza scaricarli di nuovo (Ubuntu mette a disposizione i "repository locali" che però non sono riuscito a far funzionare, e quindi uso la normalissima var/cache/apt/archives, che però dopo un po' mi elimina i pacchetti).

Cosa ne pensate di Debian e Arch?
Quali sono le loro caratteristiche?
Dovrei restare su Ubuntu?

Ho anche intenzione di usare alcuni software di Windows (irrimpiazzabili purtroppo).

psykopear
06-10-2011, 18:36
Originariamente inviato da Raam General
Per adesso uso Ubuntu, e mi trovo davvero molto bene. Ma cerco qualcosa di più professionale: lo uso principalmente per programmare (per adesso semplici programmi), poi quando sarò in grado voglio fare qualche giochino.
La cosa fondamentale che mi serve è che sia possibile installare in maniera estremamente facile programmi già scaricati senza scaricarli di nuovo (Ubuntu mette a disposizione i "repository locali" che però non sono riuscito a far funzionare, e quindi uso la normalissima var/cache/apt/archives, che però dopo un po' mi elimina i pacchetti).

Cosa ne pensate di Debian e Arch?
Quali sono le loro caratteristiche?
Dovrei restare su Ubuntu?

Ho anche intenzione di usare alcuni software di Windows (irrimpiazzabili purtroppo).

Con Arch puoi fare bene o male quello che vuoi, con Debian anche, provale tutte e due e vedi quale ti piace di più, alla fine per programmare una vale l'altra una volta installati i pacchetti giusti. Non ho capito cosa intendi per "Installare programmi già scaricati senza scaricarli di nuovo", nel senso che vuoi fare in momenti separati download e installazione dei programmi o cosa?

Raam General
06-10-2011, 18:54
Intendo questo:
se uso l'apt-get per installare dei pacchetti per un software, poi io mi conservo questi pacchetti se per esempio voglio installare di nuovo questo software (oppure in un altro computer con ubuntu), senza bisogno di fare nuovamente il download (ho la chiavetta).
manualmente non è molto facile per il fatto delle dipendenze: il mio scopo era quello di usare l'apt con dei pacchetti situati "localmente" cosicché mi potesse risolvere tutte le dipendenze e installare il software.
Visto che non sono riuscito a usare il repository locale ho semplicemente usato la var/cache/apt/archives, dove mi trova già i pacchetti e quindi non me li scarica.
Il problema è che ogni tanto me ne cancella una centinaia (ne ho più di 1600 conservati).

Comunque non posso permettermi di provarli tutti e due (a dire il vero non so neppure se riesco a procurarmene uno).
Debian ha già inclusa l'interfaccia grafica, quindi suppongo che forse faccia meglio al caso mio (sempre per il problema di internet).

francofait
06-10-2011, 19:51
/var/chace/apt contiene la copia integrale dei pacchetti scaricati dai server on line di Ubuntu , essendo copia completa a tutti gli effetti , col tempo finisce per esaurire lo spazio disco disponibile , Ogni volta cge esegui un apt-get clean o -f cleal laa rtella viene interamente svuotata per cui rimane fuori causa che i suo contenuto lo perdi.
Non c'è motivo per accumulare pacchetti che poi finiscono per essere anche inservibili o critici , quando installi nuovi pacchetti il dblocale apt , va prima aggiornato e se il caso va aggiornato l' intero SO , il che comporta poi anche l' aggiornamento della cache-apt

psykopear
06-10-2011, 20:38
mh, con la chiavetta è un bel problema, arch in particolare in quanto quando installi hai ben poco da cd, il grosso dei pacchetti va preso da internet durante l'installazione, e poi ci sono di continuo aggiornamenti, quindi se non puoi avere una connessione wifi ogni tanto, forse non è il caso. Allora si, scaricati una debian con quanti più pacchetti possibili (magari non tutti e 14 i DVD :D ), e prova con quella

Raam General
07-10-2011, 10:39
Grazie per le risposte.
Evito di fare il clean, e lo spazio sul disco è molto più che sufficiente.
La maggior parte dei pacchetti conservati sono quelli che posso sempre utilizzare, e io evito di fare un upgrade del sistema operativo.
Purtroppo questa è la mia situazione.

Mi informerò meglio su Debian.

marchionili
07-10-2011, 10:49
Ti racconto la mia esperienza:

ho provato ubuntu ma a fine instalazione non partiva
ho provato mint e non riuscivo ad installarlo
ho provato centoos e idem come mint

"si dice" ma secondo me é discutibile che ubuntu sia la versione più semplice da usare e per questo motivo anche la più lenta perché con più fronzoli mentre mint e centoos più rapide ma complesse da usare...

purtroppo non posso esprimerti il mio parere perché alla fine della fiera ho installato mandriva 2011, l'unica che funzionava sul mio notebook!

:ciauz:

MItaly
07-10-2011, 14:03
Originariamente inviato da marchionili
Ti racconto la mia esperienza:

ho provato ubuntu ma a fine instalazione non partiva
ho provato mint e non riuscivo ad installarlo
ho provato centoos e idem come mint

"si dice" ma secondo me é discutibile che ubuntu sia la versione più semplice da usare e per questo motivo anche la più lenta perché con più fronzoli mentre mint e centoos più rapide ma complesse da usare...
Stai generalizzando da una singola cattiva esperienza... hai avuto sfortuna ad incocciare in una incompatibilità tra il tuo hardware e la versione del kernel Linux usata da Ubuntu, ma per il resto dietro ad Ubuntu c'è un lavoro di pulizia e di rifinitura superiore rispetto a molte altre distribuzioni desktop, è raro incocciare in problemi come quelli che hai incontrato.

Su Mint più complessa dissento, semplicemente ha un approccio più tradizionale al desktop (e in certe cose secondo me è più semplice da gestire di una Ubuntu "normale").

marchionili
08-10-2011, 13:38
Originariamente inviato da MItaly
Stai generalizzando da una singola cattiva esperienza... hai avuto sfortuna ad incocciare in una incompatibilità tra il tuo hardware e la versione del kernel Linux usata da Ubuntu, ma per il resto dietro ad Ubuntu c'è un lavoro di pulizia e di rifinitura superiore rispetto a molte altre distribuzioni desktop, è raro incocciare in problemi come quelli che hai incontrato.

Su Mint più complessa dissento, semplicemente ha un approccio più tradizionale al desktop (e in certe cose secondo me è più semplice da gestire di una Ubuntu "normale").

heee ma se non si installa su tutti i pc hai bel dire che ubuntu e meglio di ogni distribuzione!!! hehehe :D sarà bello fin che vuoi ma se sui mio pc non si installa hehehe... IO non posso certo confermare la sua tesi! hehehe

P.S.:ce sarò mica io con l'aspire!!! :D :D :D

Dark867
08-10-2011, 14:33
Se ti trovi bene su ubuntu resta con ubuntu...perché la gente non capisce che "distro linux" non è sinonimo di "sistema operativo"...non stai scegliendo tra win mac e linux!
Se vuoi ubuntu professionale ti disinstalli ciò ke nn è professionale e ti installi ciò ke lo rende professionale.

Loading