PDA

Visualizza la versione completa : Presidente Berlusconi, per il bene dell'Italia, non si dimetta


Dubal
08-11-2011, 19:05
Vorrei, come sempre, una vostra opinione su questo articolo (http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9288)

Purtroppo ho gravi pregiudizi su Berlusconi, non lo vedrei mai come "l'uomo che svelò i piani dell'Europa". Ma se fosse davvero il meno peggio ?

Alcune frasi tratte dall'articolo:

"l'Euro fu disegnato precisamente per affossare gli Stati del sud Europa, fra cui l’Italia"

"Presidente, Lei deve e può denunciare pubblicamente la realtà di questa moneta disegnata per fallire. Lei può e deve smascherare le responsabilità del centrosinistra italiano e dei governi 'tecnici' in queste scelte sovranazionali catastrofiche"

"I volti di Mario Monti, di Massimo D’Alema, di Mario Draghi, di Romano Prodi, dell’infimo Bersani, sono le maschere funebri di questa nazione, veri criminali e falsari di portata storica. Il cerimoniere complice si chiama Giorgio Napolitano"

nesema
08-11-2011, 19:10
cosi la porta al fallimento completo???

cosa che dal 2008 ad oggi gli sta riuscendo BENE ...

nonostante
tutto va bene...
bisogna prenotare il biglietto aereo...
tutti i ristoranti pieni (aspettate che vadano a regime le NUOVE TASSE da lui approvate con le manovre fatte.... SI SVUOTERANNO del 60%... :dhò: )

Goo21
08-11-2011, 19:17
un articolo di casa pound o di qualche associazione simile...mah


cmq l'unico errore che abbiamo fatto fu quello di entrare nell'euro, per non sfigurare penso, quando ancora economicamente non eravamo pronti e di non aver fatto nulla dopo per rafforzarci

albatros53
08-11-2011, 19:29
@Goo21

Entrare nell'euro???!!!

Forse t'è sfuggito o hai dimenticato chi era all'epoca il presidente della commissione europea.....al quale gli fu dato l'appellativo di *Mr Europa*!!!!

La questione è semplice=

Era proprio così impellente fare la moneta unica.....senza aver (meglio) e (prima) equiparato le economie dei paesi membri di allora,così diverse e con retaggi industriali così disomogenei ???
Che senso ha dotare di un'unica moneta molti paesi....quando poi all'interno di ogniuno di essi c'è un diverso rapporto di costo del lavoro e delle materie prime ???
Se si aspettava un'altro poco.....e si rifletteva meglio su tante cose,sarebbe stata una catastrofe ???
La catastrofe è adesso !!!!

Goo21
08-11-2011, 19:36
cosa vuoi che me ne freghi a me chi era presidente in quel periodo... non mi interessa proprio per nulla difendere questo o quello

e quel genere di problemi prima ancora che l'euro semmai li ha fatti il wto...

Lars
08-11-2011, 19:40
quel sito l'ho visto quotare sia da destra, sia da sinistra :D una volta va bene, la volta dopo non piu'... curioso vero?

cmq concordo pienamente con l'autore del topic... qui si casca da una "busa" al letamaio...

vin diesel
08-11-2011, 19:44
Originariamente inviato da albatros53
@Goo21

Che senso ha dotare di un'unica moneta molti paesi....quando poi all'interno di ogniuno di essi c'è un diverso rapporto di costo del lavoro e delle materie prime ???


Straquotoalquoto. :old:

Dubal
08-11-2011, 20:36
Interessante anche questo articolo (http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9293)



22 Novembre 2010:
L’Irlanda chiede l’intervento del Fondo Monetario Internazionale/UE per salvarsi dal crollo.
In quel momento i mercati prestavano all’Irlanda a un tasso usuraio del 8,1%.

11 Ottobre 2011:
un anno dopo, cambiato il governo, i mercati ancora prestano all’Irlanda a un tasso usuraio del 8,5%.

***

23 Aprile 2010:
la Grecia chiede l’intervento del Fondo Monetario Internazionale/UE per salvarsi dal crollo.
In quel momento i mercati prestavano alla Grecia a un tasso usuraio del 8,3%.

7 Novembre 2011:
un anno e sette mesi dopo, cambiato il governo, i mercati ancora prestano alla Grecia a un tasso usuraio del 26%.

***

4 Maggio 2011:
il Portogallo chiede l’intervento del Fondo Monetario Internazionale/UE per salvarsi dal crollo. In quel momento i mercati prestavano al Portogallo a un tasso usuraio del 9,5%.

7 Novembre 2011:
sei mesi dopo, cambiato il governo, i mercati ancora prestano al Portogallo a un tasso usuraio del 12%.


Per voi pochi naufraghi della ragione ritrovata: è una truffa criminale delle elite Neoclassiche, Neomercantili e Neoliberiste. Ci stanno ammazzando e ci dicono che è qualcun altro il responsabile.

p.s. però, pensate alla faccia del Presidente Bersani, e dei tanti poveri sciocchi che gli hanno creduto, quando sul Sole 24 Ore ci sarà scritto: tassi sui Btp a 10 anni……. Ops! 9%... ma non era cambiato il governo?

vin diesel
08-11-2011, 20:44
Originariamente inviato da Dubal
Interessante anche questo articolo (http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9293)

Ma non mi dirai mica che vogliono prestarci i loro soldi a TUTTI :ecco: i costi? :confused:

Vorranno mica farci il pizzo. :mame:











:mem:

Dubal
09-11-2011, 12:38
E' troppo tardi (http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=261)

Loading