PDA

Visualizza la versione completa : Antenna telefonica sopra scuola , radiazioni


DarkOmbre
13-10-2012, 01:34
Ciao a tutti , sopra la mia scuola è installata un antenna telefonica e a dividerci da questa e la mia classe ci sono all'incirca 10 metri. in questi 10 metri c'è , oltre al soffitto della mia classe , un altro piano soprastante.
Ebbene gli effetti delle radiazioni dei cellulari sono noti a tutti , e avere un antenna telefonica sopra la testa mi preoccupa davvero molto. Solo che non so cosa fare..

l'antenna di cui parlo è più o meno così:
http://www.ilribelle.com/storage/immagini-articoli/economia/Antenna%20telefonica%20su%20un%20tetto.jpg?__SQUAR ESPACE_CACHEVERSION=1347549861783

Ho pensato di fare due cose:
-contattare l'arpat (l'ente che garantisce la sicurezza ambientale) e chiedere informazioni e di misurare l'ambiente , avendo probabilmente a che fare con lunghe tempistiche
-comprare un misuratore di campi elettromagnetici e vedere se esiste un rischio reale

Il punto è che dubito fortemente che l'antenna sia abusiva: sicuramente chi l'ha installata avrà avuto il permesso dal sindaco e quindi le misurazioni prese avranno garantito la sicurezza LEGALE ai fini dell'istallazione sul tetto.

ma sicurezza legale ed effettiva sono due cose ben diverse. Quello che voglio è risolvere la situazione senza cambiare scuola.

In pratica la domanda è: conoscete apparecchi per misurare l'elettrosmog a costi accessibili?(sui 60 euro ) , io ne ho trovato uno cinese a 70 euro , potrebbe essere affidabile? ; avete qualche idea per risolvere la situazione? ; è vietato porre antenne sopra gli edifici scolastici?

Grazie a chi mi aiuterà , comincio ad avere gli incubi..

MItaly
13-10-2012, 01:50
Da quanto ne so, l'area immediatamente sotto all'antenna sta in una specie di cono d'ombra, dato che sono antenne pensate per diffondere il segnale intorno più che sotto (un'"antenna a settore" come quelle della tua foto copre verticalmente in genere un angolo di neanche 10°)
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/b/bf/Sector_antenna_radiation_pattern.png

In ogni caso, stare in un'area relativamente vicina all'antenna potrebbe anche essere una cosa positiva, poiché questo fa sì che il trasmettitore del cellulare trasmetta ad una potenza inferiore (dato che il segnale non deve viaggiare molto) - ed è il trasmettitore del cellulare quello che sta effettivamente vicino alla testa mentre telefoni.
Infine, gli effetti delle radiazioni dei cellulari saranno anche "noti a tutti", ma dopo 20 anni di GSM ancora non ci sono studi conclusivi in proposito.

In ogni caso, con qualunque cellulare Android puoi vedere l'intensità del segnale percepita andando su Impostazioni->Stato->Intensità segnale.

Originariamente inviato da DarkOmbre
comincio ad avere gli incubi..
In effetti potrebbero aver installato sopra la scuola anche un erogatore di scie chimiche, quello sì che potrebbe essere un problema. :mem:

DarkOmbre
13-10-2012, 02:03
Ciao , grazie per la risposta molto veloce;
Avevo già sentito che le radiazioni emesse verticamente fossero attenuate , purtroppo però , non sono immediatamente sotto , bensì disposto lateralmente sotto l'antenna .Dunque credo purtroppo che questo fenomeno , nel mio caso conti relativamente.

Con il cellulare proverò appena posso , ho android!
Comunque cos'è questo erogatore di scie chimiche?

grazie

MItaly
13-10-2012, 02:10
Originariamente inviato da DarkOmbre
Ciao , grazie per la risposta molto veloce;
Avevo già sentito che le radiazioni emesse verticamente fossero attenuate , purtroppo però , non sono immediatamente sotto , bensì disposto lateralmente sotto l'antenna .
Se dici di trovarti 10 metri sotto, considerando un'irradiazione di 7,3° come da figura del post precedente, per essere anche minimamente investito dal segnale emesso dovresti trovarti a 10 m/tan(7,3°) = 78 m di distanza (in pianta).

Di nuovo, in ogni caso non starei a preoccuparmi eccessivamente.


Comunque cos'è questo erogatore di scie chimiche?

Niente, ti prendevo in giro. :mame:

DarkOmbre
13-10-2012, 02:22
Grazie ancora , mi hai risollevato un pò , ma sei sicuro che ciò valga per tutte le antenne telefoniche? su youtube è pieno di video di persone che pur essendo molto vicini alle antenne (anche molto alte) hanno misurazioni molto alte di radiazioni...forse potrebbe dipendere dal pilone metallico che le sorregge , che si comporta da conduttore e trasmette radiazioni per tutta la sua altezza

Ad ogni modo , di fianco alla mia scuola c'è un'altra scuola , più alta della mia , ergo qualcuno si becca sicuramente il grosso delle radiazioni, essendo ad altezza antenna.. tutto ciò è assurdo

jonnym78
13-10-2012, 02:42
si si, fai la guerra per togliere l'antenna, che la mette il palazzo accanto, cosi lui si becca l'affitto mensile, e voi le radiazioni :madai!?:

DarkOmbre
13-10-2012, 02:48
Se nella mia città vietassero le antenne sopra le scuole (cosa che dovrebbe essere scontata) , il problema non si porrebbe più. sono sicuro che si preferisca avere una tacchetta di segnale in meno sul cellulare, che i figli con il cancro.

MItaly
13-10-2012, 02:48
Originariamente inviato da DarkOmbre
Grazie ancora , mi hai risollevato un pò , ma sei sicuro che ciò valga per tutte le antenne telefoniche? su youtube è pieno di video di persone che pur essendo molto vicini alle antenne (anche molto alte) hanno misurazioni molto alte di radiazioni...
L'internet è pieno di paranoici. Inoltre, definisci "molto alte": da quanto leggo, le antenne di quel genere in genere sono collegate a trasmettitori da meno di 100 W; ad esempio, facciamo un conto volante pensando ad un trasmettitore a 70 W collegato ad un'antenna che diffonde un segnale su un angolo di 60° orizzontalmente e 15 ° verticalmente, ovvero su un angolo solido di circa 2 steradianti; abbiamo un'emissione di 35 W/strad (immaginando che sia isotropa).
Se supponiamo che l'antenna sia posta 10 m sopra ogni spazio abitato, la distanza minima perché qualcuno possa "intercettare" la radiazione emessa è 10 m / sin(7,5°) = 76,6 m. A questo raggio si ha r^2 = 5869,5 m^2/strad, dunque la radiazione per steradiante è (35 W/strad) / (5869,5 m^2/strad) = 6 mW/m^2. Ammettiamo che la superficie laterale del cervello sia di 40 cm^2 = 0,004 m^2: questo vuol dire che, anche in queste condizioni di "massima vicinanza" all'antenna, verrebbe investito da 24 µW di potenza. È "tanto"? :bhò:

Confrontiamolo con la potenza emessa dal cellulare: il limite di potenza in trasmissione è di 2 W per GSM850/900, 1 W per GSM1800/1900. Facciamo una stima al ribasso e diciamo pure che, in condizioni di scarso segnale, vengano emessi 0,5 W in maniera isotropa su tutto l'angolo solido: dato che il telefono è direttamente attaccato alla testa, ti becchi poco meno di metà dell'angolo solido, il che vuol dire 250 mW di potenza, ovvero 10000 volte più radiazione di quella che ti raggiunge dalla torre. Capisci bene quindi che è molto meglio essere in una zona ben coperta dal segnale (in modo da consentire al telefono di trasmettere a bassa potenza) piuttosto che essere raggiunti da pochissimo segnale dalla torre ma spingere il telefono ad accendere il trasmettitore a manetta.

Si può fare un discorso di tempo di trasmissione - l'antenna emette in maniera continuativa, il cellulare non trasmette continuamente, anche per evitare di scaricare la pila inutilmente - ma basta questo discorso per compensare un fattore 10^4 che sta tra le due potenze considerate?
Facciamo un'altra stima a spanne: in 8 ore dalla torre ti becchi 24 mW * 3600 s/h * 8 h = 0,7 J di energia. Dividendo per la potenza di trasmissione del cellulare vista prima, si ha 0,7 J/0,25 W = 2,76 s, ovvero, l'energia assorbita in 8 ore stando a 70 m di distanza dalla torre è pari a quella 2,76 secondi di trasmissione dal cellulare in condizioni di scarso segnale.

Ovviamente sono tutte cifre spannometriche e ipotesi discutibili (specialmente l'isotropia di emissione), la questione è sicuramente molto più complicata (ad esempio, un assorbimento leggero ma continuativo è più o meno dannoso di raffiche più brevi ma molto più intense? e in generale, potenze di questo genere hanno effettivamente qualche influenza sul cervello?), ma mi pare abbastanza chiaro che sia potenzialmente più pericoloso telefonare in una zona coperta da poco segnale che trovarsi in relativa vicinanza ad una torre.

forse potrebbe dipendere dal pilone metallico che le sorregge , che si comporta da conduttore e trasmette radiazioni per tutta la sua altezza
Che c'entra? Le antenne sono rivolte verso l'esterno, per cui il pilone è l'ultimo degli oggetti che possa fare da antenna - e in ogni caso se il segnale si disperde sul pilone si ottiene sicuramente un'irradiazione molto meno efficiente. :fagiano:


Ad ogni modo , di fianco alla mia scuola c'è un'altra scuola , più alta della mia , ergo qualcuno si becca sicuramente il grosso delle radiazioni, essendo ad altezza antenna.. tutto ciò è assurdo
Quanto distante? Come visto sopra, la potenza per superficie va come l'inverso del quadrato della distanza, per cui basta essere lontani un 80 m e si ricade nelle condizioni di prima...

Originariamente inviato da DarkOmbre
Se nella mia città vietassero le antenne sopra le scuole (cosa che dovrebbe essere scontata) , il problema non si porrebbe più. sono sicuro che si preferisca avere una tacchetta di segnale in meno sul cellulare, che i figli con il cancro.
Come detto, molto meglio sopra che di fianco. :fagiano:

(non equivocate! :nonlodire )

Ma ancora meglio è avere una copertura capillare con tante antenne di potenza moderata piuttosto che poche di potenza maggiore, in modo da far sì che la torre più vicina sia sempre poco distante e i trasmettitori dei cellulari "spingano" poco. Come scritto sopra, ti becchi molta più radiazione dal tuo cellulare che dalla torre.

DarkOmbre
13-10-2012, 03:10
Le scuole distano circa 70 metri fra loro in linea d'aria ; la mia scuola è a 2 piani , l'altra a 3...
Ad ogni modo , quello che intendevo è mostrato in questo video

http://www.youtube.com/watch?v=dDppCeQ-0CY

verso il minuto 1:25 si vede che le misurazioni vengono prese di molto al di sotto dell'antenna , eppure i valori sono sempre alti ; non sto certamente mettendo in dubbio le teorie che hai scritto , ma la pratica sembra diversa. Io spero che tu abbia ragione , però ci sono troppe brutte storie legate a queste torri , come si fa a non considerarne il rischio?

grazie

MItaly
13-10-2012, 03:24
Le misurazioni viste nel video sono inferiori alla mia "stima peggiore" di 6 mW/m^2: lo strumento in questione (http://www.priggen.com/index.php?page=shop.product_details&flypage=shop.flypage&product_id=293&option=com_virtuemart&Itemid=44&vmcchk=1&lang=en) misura in µW/m^2, e i valori nei dintorni della torre nel video stavano poco sotto i 2000 µW/m^2, ovvero 2 mW/m^2, per cui il mio ragionamento fila perfettamente.

Rileggi il mio post: se vuoi cercare un problema è più facile trovarlo nei cellulari piuttosto che nelle torri: la potenza per unità di superficie va come l'inverso del quadrato della distanza; la torre sta lontana (100~2000 m), il telefono sta vicino (0~2 m), e la potenza di trasmissione del telefono non è così piccola (il suo segnale deve poter raggiungere la torre).

Originariamente inviato da MItaly
dato che il telefono è direttamente attaccato alla testa, ti becchi poco meno di metà dell'angolo solido, il che vuol dire 250 mW di potenza, ovvero 10000 volte più radiazione di quella che ti raggiunge dalla torre.
[...]
l'energia assorbita in 8 ore stando a 70 m di distanza dalla torre è pari a quella 2,76 secondi di trasmissione dal cellulare in condizioni di scarso segnale.
[...]
Ma ancora meglio è avere una copertura capillare con tante antenne di potenza moderata piuttosto che poche di potenza maggiore, in modo da far sì che la torre più vicina sia sempre poco distante e i trasmettitori dei cellulari "spingano" poco. Come scritto sopra, ti becchi molta più radiazione dal tuo cellulare che dalla torre.
... specialmente dato che, leggo in giro, in condizioni di ricezione ottimali la potenza del trasmettitore può essere diminuita fino a 20 mW, contro 1 W di picco in caso di segnale pessimo - una diminuzione di un fattore 50.

Originariamente inviato da DarkOmbre

però ci sono troppe brutte storie legate a queste torri , come si fa a non considerarne il rischio?
Che brutte storie? Le torri fanno paura perché sono grosse, hanno un aspetto sinistro e perché la gente non capisce una mazza di fisica e di come scalano le grandezze in ballo. Se uno ha paura delle radiazioni fa molto meglio a buttare via il cellulare e a stare a debita distanza da quelli degli altri quando telefonano piuttosto che a far spostare torri.

Loading