PDA

Visualizza la versione completa : Siete choosy?


CrollaTutto
24-10-2012, 09:59
che ne pensate dell'uscita di ieri della fornero?

in cui esorta i giovani a essere meno "selettivi" sulla scelta del primo impiego? chiramente le sono saltati tutti addosso, nessuno però che dice che la maggior parte dei disoccupati ha preso laurea del cazzo... :madai!?:

quaestio
24-10-2012, 10:01
eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee alè!
kuarl che sei laurato in ingegneria perché hai preso una laurea del cazzo? :D

CrollaTutto
24-10-2012, 10:06
Se un ingegnere non trova posto di lavoro o abita a "san gervasio fuorimano" nelle campagne molisane oppure ha un altro tipo di problema.


Poi ci sono casi e casi, ma adesso vengono fuori foto in cui la gente si fotografa con la scritta "sono laureata in... e non sono choosy" poi vedi le lauree...

Diritti umani?

Relazioni tra popoli?




Queste non sono lauree sono hobby dai

quaestio
24-10-2012, 10:13
Originariamente inviato da CrollaTutto
Se un ingegnere non trova posto di lavoro o abita a "san gervasio fuorimano" nelle campagne molisane oppure ha un altro tipo di problema.


Poi ci sono casi e casi, ma adesso vengono fuori foto in cui la gente si fotografa con la scritta "sono laureata in... e non sono choosy" poi vedi le lauree...

Diritti umani?

Relazioni tra popoli?




Queste non sono lauree sono hobby dai

oddio, su alcune lauree non hai tutti i torti :D

cioè, dico, conosco gente laureata in FILOSOFIA. machemminchia vuoi dalla vita con questa laurea? e daje

soichiro
24-10-2012, 17:27
Caso pratico ho un diploma di ragioniere (preso 15 anni fa) che è servito a poco, fatto corso di formazione e lavorato nel web per 5 anni continuativamente poi disponibile a fare di tutto ma le offerte non ci sono e le poche sono da galera per i datori di lavoro. E' forse da fighetti rifiutarsi di fare volantinaggio per 10-12 ore al giorno 6 giorni la settimana per meno di 500 euro al mese?
Prima di parlare vivete le situazioni e la signora Fornero vive in un mondo tutto suo in pieno stile my little pony. Tu ordunque con che criteri decidi di dar ragione alla Fornero, vivi forse nel suo stesso mondo di privilegi? o hai la mentalià di molti vecchi che pensano ancora che il mondo sia quello degli anni 50-60?

fcaldera
24-10-2012, 17:36
Tra tutte le lauree, quella che più mi perplime è quella in storia (se non per utilizzo autoreferenziale, ovvero usabile per insegnare storia a qualcuno che si iscrive alla laurea in storia, ma mi fermo qui che non vorrei generare troppa ricorsione come diceva Vico :ecco: )

iltappo
24-10-2012, 18:04
io tutte le volte che mi sono "accontentato" son finito in situazioni infernali con busta paga da 800 euro e 60 ore settimanali, compresi sabati e domeniche... che dovevo fare, continuare ad accontentarmi o andarmene in cerca di preservare la mia salute fisica e mentale? :confused:

Nuvolari2
24-10-2012, 18:30
Concordo, diverse lauree offrono pochi sbocchi. O meno di altre.

Tuttavia lauree apparentemente poco appetibili come quelle in Filosofia, possono comunque essere utili per lavorare in ambiti meno tecnici. Con quella laurea uno può mettersi a fare il giornalista, o trovare impiego con diverse mansioni creative all'interno di case editrici (cartecee o digitali, ovviamente) oppure lavorare in aziende nel reparto risorse umane (dopo ovviamente adeguata gavetta), etc. etc.

Di sbocchi in teoria ce ne sono per tutti. Molta differenza la fa l'esperienza che poi uno matura sul campo. Anche un ingegnere con poca esperienza (o con una laurea poco sudata, tipo 15 anni per arrivarci), può faticare a trovare un primo impiego decente. Soprattutto di questi tempi.

La Fornero vive in un mondo scollegato dalla realtà (il suo), e non si rende conto che il problema NON E' DEI GIOVANI, ma del sistema Italia.

Non ci sono garanzie, non ci sono tutele. E questo a cominciare dalle aziende, fino a scendere all'ultimo degli impiegati (ad ognuno, il suo).

E' chiaro che un posto dove nessuno si sogna di aprire nuove imprese, e dove gli stranieri che son venuti decenni fa, ora scappano (chiudendo le loro sedi), e dove gli stessi italiani, chiudono per trasferire le sedi all'estero, il problema non è rappresentato dai giovani schizzinosi...

MA DAL SISTEMA che è altamente OSTILE all'imprenditoria, all'impresa, al lavoratore e al riconoscimento dei diriti di ciascuno.

In Italia non è tutelato nessuno. Per esempio non è tutelato l'imprenditore dai cattivi pagatori, o dai dipendenti fannulloni. Non è tutelato il dipendente dall'imprenditore sfruttatore (contratti capestro consentiti e legalizzati) o dai raccomandati. Non è tutelato il finanziatore.... e così via.

In un ambiente del genere non può che scarseggiare il lavoro, la sua qualità e le possibilità di un impiego dignitoso (sia esso dipendente o autonomo).

iltappo
24-10-2012, 21:50
Originariamente inviato da Nuvolari2

Per esempio non è tutelato l'imprenditore dai dipendenti fannulloni.

questa poi... che perla!! :malol:
MAI visto situazioni del genere nel settore privato, o per lo meno, chi ci tentava/tenta veniva/viene subito messo alla porta con qualche escamotage anche se è a tempo indeterminato...

non diciamo castronerie per la fretta, please :madai!?:

hfish
25-10-2012, 09:53
btw, la scelta della ministro di usare un termine inglese è stata molto infelice a mio avviso...

"choosy" si traduce meglio come "attento selezionatore" che come scassamaroni
immagino lei intendesse "picky"

Loading