PDA

Visualizza la versione completa : problemi squallidi a lavoro...


muna
17-12-2012, 00:44
La questione è questa:
lavoro in questa agenzia da un bel pò, ma da un anno a questa parte sto avendo solo problemi, e la cosa grave non sono più tollerata a partire dal mio capo e dalle sue adepte che non fanno altro che venerarlo, non conoscendo poi la vera natura di questo pover' uomo.
Il mio capo mi ha confessato di aver avuto una relazione con la sua ex segretaria, che ha lavorato con noi fino a settembre perché non ha mollato tutta la sua vita per stare con lui. ora credo che con la nuova segretaria abbia una nuova relazione e insieme, la colpa io l'attribuisco solo a lui, mi escludono dai progetti a cui Io lavoro.
Quindi oltre a lavorare in un ambiente ostile da un anno ci paga o mi paga, questo non lo so perché quando mi ha raccontato della sua passata relazione con la segretaria mi ha anche confessato che le dava dei soldi in più, con 2/3mesi di ritardo e non ha neanche la decenza e l'umiltà di dirti nulla a proposito e circa il futuro dell'agenzia.
Ho la vaga sensazione che mi stia facendo mobbing, un mio amico dice che farà cosi finchè non me ne vado, io non riesco a capire perché non mi licenzia e la fa finita qui… io spero di mollarlo quanto prima :(
qualcuno mi dirà di andarmene ma io rimango per avere gli stipendi arretrati altrimenti posso anche dimenticarli :(
ora non mi parla neanche di lavoro, devo prendere ordini dalla segretaria che non sa manco parlare l'italiano "se avrei… non t'imparo" ahahahahahaha…
chi ha vissuto una situazione simile?
voi cosa fareste al mio posto?
sto talmente male perchè non posso esprimenre ciò che sento come vorrei, e poi perchè devo ragionare in un modo che non mi appartiene affatto :messner:

saucer
17-12-2012, 10:14
mi ricordava qualcosa di vissuto...
poi ho visto che sei di Napoli...
Beh, don't worry, ho cambiato almeno 4 società, e in almeno 3 di queste, la situazione era uguale a quella da te descritta.

Non ti diro' cosa fare ( ognuno ha le sue idee a riguardo ), ti dirò cosa io ho fatto.
Sono andato in giro a cercare alternative, fatto colloqui, mandato cv etc.etc.
Appena avevo la possibilità salutavo allegramente il tizio ( telegramma dove informavo che a causa dei ritardi negli stipendi, cessavo ogni rapporto con lui e richiedevo il saldo degli stipendi fino all'ultimo giorno ).
Su 4 società, ne ho fatte fallire 3, l'ultima si sta recando da sola ad un passo dal fallimento.
La cosa negativa ( purtroppo tutta italiana :incupito: ) è che non si riesce ( per lentezza burocratica ) a fare una causa di lavoro decente e ad essere risarcito dei mesi persi.
Nessuno mi ha mai liquidato quanto dovuto ( neppure il tfr ), e forse tra poco riuscirò ad esser risarcito dall'INPS.

Perchè il tuo capo non ti licenzia?
Perchè non ha le @@ di dirtelo e la possibilità di darti quanto dovuto + tfr ( sei assunta almeno? ).

Questo è il lavoro in Italia, specialmente al Sud.
Questi sono i nuovi imprenditori, quelli che han preso spunto dal grande B. ( rischio impresa su impiegati ).
E queste sono le politiche a sostegno dei lavoratori che i governi degli ultimi 20 anni han portato avanti.

Potrei consigliarti di rivolgerti ad un avvocato e richiedere un decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo...

In bocca al lupo!

Kahm
17-12-2012, 10:19
Originariamente inviato da muna
La questione è questa:
lavoro in questa agenzia da un bel pò, ma da un anno a questa parte sto avendo solo problemi, e la cosa grave non sono più tollerata a partire dal mio capo e dalle sue adepte che non fanno altro che venerarlo, non conoscendo poi la vera natura di questo pover' uomo.
Il mio capo mi ha confessato di aver avuto una relazione con la sua ex segretaria, che ha lavorato con noi fino a settembre perché non ha mollato tutta la sua vita per stare con lui. ora credo che con la nuova segretaria abbia una nuova relazione e insieme, la colpa io l'attribuisco solo a lui, mi escludono dai progetti a cui Io lavoro.
Quindi oltre a lavorare in un ambiente ostile da un anno ci paga o mi paga, questo non lo so perché quando mi ha raccontato della sua passata relazione con la segretaria mi ha anche confessato che le dava dei soldi in più, con 2/3mesi di ritardo e non ha neanche la decenza e l'umiltà di dirti nulla a proposito e circa il futuro dell'agenzia.
Ho la vaga sensazione che mi stia facendo mobbing, un mio amico dice che farà cosi finchè non me ne vado, io non riesco a capire perché non mi licenzia e la fa finita qui… io spero di mollarlo quanto prima :(
qualcuno mi dirà di andarmene ma io rimango per avere gli stipendi arretrati altrimenti posso anche dimenticarli :(
ora non mi parla neanche di lavoro, devo prendere ordini dalla segretaria che non sa manco parlare l'italiano "se avrei… non t'imparo" ahahahahahaha…
chi ha vissuto una situazione simile?
voi cosa fareste al mio posto?
sto talmente male perchè non posso esprimenre ciò che sento come vorrei, e poi perchè devo ragionare in un modo che non mi appartiene affatto :messner:

lo stipendio è un tuo diritto
non potrebbe mai negartelo

sei in regola?

per la tua collega..è rumena?
conosco altre situazioni simili alla tua, per cui non mi sono nuovi i tuoi stati
d'animo e le cattiverie da te menzionate
le storiee che conosco di cui ti ho accennato sono finite con il licenziamento a volte
volontario della segretaria :bhò:
difficile effettuare attacchi a chi ha il coltella dalla parte del manico.

se tu sei in gamba e l'altra è incompetente se tu dovessi lasciare il posto
lei avrebbe molti casini stanne certa, in rari casi ti richiameranno implorando
i tuoi servigi offrendoti quanto dovuto con le pubbliche scuse.
Purtroppo nei pochi casi conosciuti per non ammettere le colpe si aiuteranno
a vicenda fino a quando non assumeranno un'altra segretaria con esperienza

non ti parlo per esperienza diretta, ma per espeienza raccontata da diverse
amiche
l0unico modo che hai è ostacolare la tua rivale, se tu hai piu conoscenze devi
limitare la condivisione di esse, e fartele riconoscere al momento giusto, proprio
mentre nessuno sa fare il tuo lavoro che giungono da te. uqesto mio ultimo
capoverso non è un buon modo di lavorare, purtroppo in molte occasioni è l'unico
modo di andare avanti a rosicare un po di diritti sul posto di lavoro

in bocca al lupo

franzauker2.0
17-12-2012, 14:15
Solidarietà... ma che dire?

Che ti frega se adesso c'è una nuova "capessa"?
Fai il tuo lavoro, e bon.

Riguardo invece agli stipendi arretrati la situazione mi pare decisamente più delicata: è possibile che l'azienda stia per stirare le zampette, o che il Kapo (con la K) si dedichi più vigorosamente alla nuova segretaria piuttosto che ai lavori.

L'elemento-chiave è la capacità di NON far riflettere sulla propria vita, e salute soprattutto, un ambiente lavorativo non ottimale.

Futtennosene (non so se è scritto bene in partenopeo :fagiano: ) è l'approccio che suggerisco.

teogu
17-12-2012, 15:38
Credo che l'esperienza di Saucer sia la più utile da seguire.

So solo che è veramente uno schifo andare al lavoro in un ambiente in cui stai male. La situazione va a finire che ti fa andar via di testa.
Appena puoi (vedi Saucer) cambia.

Ti stimo sorella.

onigiri
17-12-2012, 18:52
Sicuramente la segretaria si sarà "guadagnata" l'autorità di comandarti con prestazioni molto intime e poco occasionali.
Mi immagino già la scena: va bene io fare te quella coso e tu però fai me capo aiutante di te!
E il coglioncello arapucchiato con la bava dalla bocca cos'altro avrebbe potuto fare?
:popcorn:

Mi dispiace tanto ma sii furba, trova il tallone d'achille e escine vincitrice da questa faccenda.

saucer
17-12-2012, 19:11
Originariamente inviato da onigiri
Sicuramente la segretaria si sarà "guadagnata" l'autorità di comandarti con prestazioni molto intime e poco occasionali.
Mi immagino già la scena: va bene io fare te quella coso e tu però fai me capo aiutante di te!
E il coglioncello arapucchiato con la bava dalla bocca cos'altro avrebbe potuto fare?
:popcorn:

Mi dispiace tanto ma sii furba, trova il tallone d'achille e escine vincitrice da questa faccenda.

L'unica è fuggirsene e farsi pagare fino a quando in azienda c'e' ancora un po' di contante.
Quando termina quello, si perde ogni speranza di avere qualcosa in cambio del tempo che sta sprecando li.

Kahm
17-12-2012, 21:32
Originariamente inviato da saucer
L'unica è fuggirsene e farsi pagare fino a quando in azienda c'e' ancora un po' di contante.
Quando termina quello, si perde ogni speranza di avere qualcosa in cambio del tempo che sta sprecando li.
confermo
se l'azienda non è tenuta a bada per bene si lasciano scappare molte buone occasioni

ff2
17-12-2012, 21:39
Originariamente inviato da Kahm
confermo
se l'azienda non è tenuta a bada per bene si lasciano scappare molte buone occasioni

:old:

muna
17-12-2012, 23:38
vi ringrazio tanto per il sostegno, ho cercato di fare un quadro quanto più obiettivo della situazione, sicuramente sarà stato influenzato dalle mie emozioni, dalla mia rabbia e da questo senso di spaesamento di fronte a così poca professionalità e senso civico ...
Anche per me è allucinante sapere che sto facendo del volontariato e non so quando verrò pagata, perchè poi il mio capo, sempre con la c :) non conosce il significato del verbo "comunicare" o meglio lo conosce fin troppo bene se è orientato a dei sui scopi ben precisi.
Ormai è deciso, devo cambiare e come avete detto in molti devo farlo ora altrimenti dopo veramente non mi rimane nulla, di soldi s'intende... credo che proprio l'agenzia avrà vita breve, sto mandando cv ovunque spero di trovare un nuovo lavoro quanto prima e possibilmente e tristemente non più a napoli... immagino il ghigno sulla mia faccia quando entrerò nella sua stanza con il foglio delle dimissioni ;)
In tutto questo però ho un contratto a tempo indeterminato, però i famosi "premi di produzione" o "bonus" chi li ha mai visti …le famose "chiacchiere"


Originariamente inviato da Kahm confermo se l'azienda non è tenuta a bada per bene si lasciano scappare molte buone occasioni
Purtroppo io lavoro lì non da molto ma abbastanza per capire che dei clienti importanti li abbiamo persi per la sua cattiva gestione, e per la sua superficialità e per il fatto che lui mischia il lavoro con la vita privata... e credo, anche da quello che mi ha raccontato lui, che spesso è stato distratto proprio da questi suoi scopamenti e relazioni varie....

per la segretaria nuova, purtroppo non sono così furba o in grado di portare avanti un piano per farla fuori, o uscire io al meglio, quindi faccio finta di nulla stando ovviamente attenta, anche perchè quanto non mi può piacere come persona sono convinta che il responsabile è sempre lui, che doveva in qualche modo tutelare me considerando gli anni di lavoro presso la sua agenzia e l'onestà della mia persona.

Purtroppo credo, che al sud in particolar modo, stiamo veramente a dei livelli avvilenti, ci sono delle realtà che ti incattiviscono, da limitarti in tutto. esiste ancora il furbetto e quello che deve fottere e sfruttare gli altri.... e abbiamo anche la presunzione di sentirci migliori di tutti :( che tristezza

Loading