PDA

Visualizza la versione completa : Crisi moderna 2.0


saucer
22-12-2012, 12:30
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Economia/Shopping-di-Natale-la-crisi-non-tocca-marchi-del-lusso-File-nel-centro-di-Roma_314016757987.html

Siamo un popolo in crisi, non arriviamo a fine mese e poi dobbiamo assistere a questi "scempi".

Dov'e' la finanza? :dottò:
Magari un controllino a chi compra ( anche a posteriori ) non sarebbe malvagia come idea...

Trichome
22-12-2012, 13:35
Tiffany
http://www.adnkronos.com/IGN/Assets/Imgs/T/tiffany--400x300.jpg

Caritas
http://www.altarimini.it/immagini/news_image/324-180-caritas-coda.jpg


Non c'è paragone, la crisi è passata :yuppi:

Mauz®
22-12-2012, 13:52
E' noto che nei periodi di crisi chi ha i soldi continuerà ad averli e chi non ha i soldi continuerà a non averli. Quelli che rimangono fregati sono quelli nel mezzo, ovvero quelli che hanno qualche soldo ma che sono sensibili alla minima riduzione del loro potere d'acquisto.


Fare certi discorsi prendendo in considerazione i prodotti di lusso mi sembra fuori luogo. Il disastro vero sta sui beni più alla portata della gente comune...

rebelia
22-12-2012, 17:07
Originariamente inviato da Mauz®
E' noto che nei periodi di crisi chi ha i soldi continuerà ad averli e chi non ha i soldi continuerà a non averli. Quelli che rimangono fregati sono quelli nel mezzo, ovvero quelli che hanno qualche soldo ma che sono sensibili alla minima riduzione del loro potere d'acquisto.


Fare certi discorsi prendendo in considerazione i prodotti di lusso mi sembra fuori luogo. Il disastro vero sta sui beni più alla portata della gente comune...

concordo

saucer
22-12-2012, 20:27
Originariamente inviato da Mauz®
E' noto che nei periodi di crisi chi ha i soldi continuerà ad averli e chi non ha i soldi continuerà a non averli. Quelli che rimangono fregati sono quelli nel mezzo, ovvero quelli che hanno qualche soldo ma che sono sensibili alla minima riduzione del loro potere d'acquisto.


Non dico che "chi ha i soldi" deve conservarli o non spenderli ( anzi...lo spender soldi fa girare l'economia e migliora il mercato ), ma che onestamente una persona vada a spendere un capo d'abbigliamento 400-500 euro...beh, un controllino della finanza non farebbe male.
Anche perche' spesso, dove ci sono beni di lusso si trovano tantissimi "anonimi" o "sconosciuti" al fisco.

La mia non vuole essere una caccia alle streghe, ma un invito a chi fa QUEL MESTIERE, a fare il proprio lavoro ( e guadagnarsi la pagnotta ).

Invidia? No, se uno ha la fortuna/capacità/bravura di riuscire a guadagnare tanto da potersi permettere di spendere quei soldi, non avrà alcun problema a notare l'efficienza dello Stato in questi controlli.



Originariamente inviato da Mauz®
Fare certi discorsi prendendo in considerazione i prodotti di lusso mi sembra fuori luogo. Il disastro vero sta sui beni più alla portata della gente comune...

Beh...è sui beni di lusso ( quelli che costano un botto ) e "stranamente" vedi file e code, dove trovi "sconosciuti" o figli di "sconosciuti" al fisco.
Ed è li che i controllori dovrebbero andare a controllare, non solo un blitz "una tantum" a Cortina o a Capri...

Mauz®
22-12-2012, 20:31
Se il tuo discorso verte sui controlli posso anche concordare! Alla fine si tratta di fare stessa cosa che si è fatta con le auto di lusso fermate per strada e controllate dalla Finanza. :)
Ma la fila da Tiffany rimane una cosa non così strana per i motivi sopracitati.



Pensavo fosse un discorso più sui generis... Una roba del tipo "c'è la crisi ma gli italiani fanno ugualmente la fila in gioielleria!" ;)

rebelia
22-12-2012, 20:41
Originariamente inviato da Mauz®
"c'è la crisi ma gli italiani fanno ugualmente la fila in gioielleria!" ;)

e' che lo fanno per confondere i politici e far creder loro che laggrisi non c'e', 'sti disgraziati! :jam:

saucer
22-12-2012, 21:10
Originariamente inviato da Mauz®
Se il tuo discorso verte sui controlli posso anche concordare! Alla fine si tratta di fare stessa cosa che si è fatta con le auto di lusso fermate per strada e controllate dalla Finanza. :)
Ma la fila da Tiffany rimane una cosa non così strana per i motivi sopracitati.



Pensavo fosse un discorso più sui generis... Una roba del tipo "c'è la crisi ma gli italiani fanno ugualmente la fila in gioielleria!" ;)

No, parlavo per l'appunto di negozi di lusso.
Non possono mica mettersi fuori al centro commerciale a far controlli ai carrelli...per quella c'e' il redditometro :mame:

Mauz®
23-12-2012, 10:23
Beh... in parte lo stanno facendo. Prova a comprarti un SUV e vedrai entro quanto tempo ti arriva un controllino fiscale... :D

deleted_x
23-12-2012, 11:16
Originariamente inviato da Mauz®
Beh... in parte lo stanno facendo. Prova a comprarti un SUV e vedrai entro quanto tempo ti arriva un controllino fiscale... :D

Requisito minimo per auto dai 3000 in su nuove, circa 36.000 Euro lordi annui :facepalm: che controlli vuoi che facciano, se poi è usata dipende dall'anno di immatricolazione.

Quindi puoi spendere 80.000 Euro per un SUV (ovviamente devi dimostrare di averli o di aver fatto leasing o che) basta che tu abbia un reddito minimo per mantenerla....... pensa te che controllo.

Loading