PDA

Visualizza la versione completa : [Paper FMI] L’austerity è più pericolosa del male che dovrebbe curare


lnessuno
17-01-2013, 15:39
Pare che due analisti del Fondo Monetario Internazionale abbiano avuto il coraggio di affermare, a chiare lettere, che l'austerity come è stata fatta sta uccidendo l'economia e non serve affatto a risollevarla. Uno dei due analisti, per dire, è l'economista capo del FMI. Non un BeppeGrillo qualunque.
Manco a dirlo, nel paper c'è scritto “Questo documento di lavoro non deve essere riportato come rappresentante il punto di vista del FMI.”. Mi pare ovvio, anche solo per evitare le rivoluzioni di chi a causa dell'austerity ha perso il posto di lavoro, o peggio.


la cosa che sorprende all’interno del paper è che il modello di austerity è sbagliato perché parte da una previsione il cui moltiplicatore è semplicemente errato.

Il modello di austerity calcolava che dopo la politica “lacrime e sangue” si sia prodotta una contrazione nei consumi, nell’occupazione e negli investimenti che però nella realtà risulta tre volte più grande della teoria, quindi, secondo il modello se voi avete un impresa e decidete di tagliare i fondi della pubblicità per risparmiare, calcolando una futura perdita di 10 clienti, alla fine del mese ne avete persi 30, perdendo non solo i soldi risparmiati della pubblicità, ma anche qualcosina in più, un errore macroscopico in economia, difficilmente aggiustabile. All’interno del report si legge: “Nel complesso, troviamo che, per il campione di riferimento, le previsioni abbiano significativamente sottovalutato l’aumento della disoccupazione e il calo della domanda interna associata con il consolidamento fiscale.”

...

Un esempio evidente della fallacità del modello di austerity è quello spagnolo. La Spagna ha chiuso il 2011 con un deficit di bilancio pari al 9,4% rispetto all’8,8% che ci si aspettava; di fronte a questi risultati Bruxelles ha imposto al governo di Rajoy una riduzione fino al 6,3%, il governo ha obbedito dando il via ad una serie di tagli che ha riversato la popolazione per le strade con una serie di scioperi generali e manifestazioni. Secondo i due economisti il risultato finale è che il deficit spagnolo del 2012 è del 10%.


http://www.capiredavverolacrisi.com/?p=72


Sarebbe interessante capire cosa ne pensano i fanboy dell'austerità e delle riforme alla Monti, visto che persino gli economisti dell'FMI si sono accorti che hanno prodotto più molti danni che benefici. Come peraltro qualcuno, puntualmente deriso da "quelli che ne sanno", diceva da mesi.

vonkranz
17-01-2013, 16:08
Beh, non ci vogliono certo degli economisti sopraffini per capire che se la gente non ha soldi, non spende.

lnessuno
17-01-2013, 16:13
Originariamente inviato da vonkranz
Beh, non ci vogliono certo degli economisti sopraffini per capire che se la gente non ha soldi, non spende.
Eh ma dillo a chi ritiene di aver risollevato l'Italia togliendo soldi agli italiani, ed alla gente che ci crede... :bhò:

Lars
17-01-2013, 16:16
Originariamente inviato da vonkranz
Beh, non ci vogliono certo degli economisti sopraffini per capire che se la gente non ha soldi, non spende.

l'aggravante della cura monti e' che, anche chi ne ha ancora, li tiene per vari motivi.

dalla paura di spendere per finire sotto l'occhio del fisco, al fatto che non si vede miglioramenti all'orizzonte ed e' meglio tenere fieno in cascina per il futuro.

sono anni che lo dico... ma tanto non serve a nulla... i soldi vanno lasciati girare, nelle tasche di piu' persone possibili.. se li accentri nello stato, oppure nelle banche, li togli dalla circolazione di fatto.

cosi' facendo le cose possono solo peggiorare...

se non compri nessuno produce, se nessuno produce nessuno lavora, se nessuno lavora nessuno compra.

spqr
17-01-2013, 16:19
Articolo interessante, ma sarebbe stato ancor più interessante se oltre a criticare il modello attuale gli autori avessero anche azzardato a proporre soluzioni alternative.

Ok, lacrime e sangue non solo è inutile, è perfino dannoso... è una buona notizia.
Allora? Cosa fare?

Goo21
17-01-2013, 16:27
Originariamente inviato da spqr
Articolo interessante, ma sarebbe stato ancor più interessante se oltre a criticare il modello attuale gli autori avessero anche azzardato a proporre soluzioni alternative.

Ok, lacrime e sangue non solo è inutile, è perfino dannoso... è una buona notizia.
Allora? Cosa fare?
per me resta sempre valida la eoria di keynes

nei periodi di crisi i privati, ovvero famiglie ed imprese, riducono spese ed investimenti...sostenere la domanda tocca allora allo stato...anche coi debiti

Ma finita la crisi lo stato DEVE ripianare i debiti...deve!

cmq segnalo che i consumi di metano in grecia son calati dell'80%

CrolloTutto2
17-01-2013, 16:47
Semplicemente?

Non c'è via d'uscit, nessuno stato può ripagare un debito come il nostro percui continuerà sempre a crescere fino all'inevitabile default totale dell'economia europea.

La BCE deve stampare massivamente moneta, svalutare l'euro e acquistare in totto i debiti sovrani ad un interesse irrisorio... così ok svalutiamo ma possiamo ripagarlo

vonkranz
17-01-2013, 16:57
Originariamente inviato da lnessuno
Eh ma dillo a chi ritiene di aver risollevato l'Italia togliendo soldi agli italiani, ed alla gente che ci crede... :bhò:

lo so, purtroppo.

io l'ho sempre detto (anche qui sul forum) che chi ci governa non ha la benche' minima idea di cosa sia la vita reale e cosa significhi vivere con 1000€ al mese.

Per contro, chi guadagna 1000€ al mese, difficilmente e' capace di governare un paese (almeno secondo me)

Ci servirebbe gente "illuminata" che fosse un compendio delle due cose.

rnlflame2
17-01-2013, 17:35
Originariamente inviato da vonkranz

Per contro, chi guadagna 1000€ al mese, difficilmente e' capace di governare un paese (almeno secondo me)



perchè scusa?
:confused:

Lars
17-01-2013, 17:40
Originariamente inviato da rnlflame2
perchè scusa?
:confused:

e' come mettere su una formula 1 un guidatore della domenica... ecco perche'...

gestire uno stato non e' come decidere cosa comprare al sabato al centro commerciale... abbiamo visto che i professori dovrebbero tornare a scuola, visto lo sfacelo fatto... abbiamo visto che gente che vive di politica da 50 anni non e' in grado di vedere oltre la propria poltrona, abbiamo visto che gli industriali non appena avanzano (o pensano di farlo) in polica vengono immediatamente contrastati ed osteggiati... resta il fatto che un "morto di fame qualsiasi" che magari a 30 anni ha 5 anni di disoccupazione alle spalle, non e' in grado di gestire manco una riunione di condominio spesso e volentieri... figuriamoci amministrare un paese.

Loading