PDA

Visualizza la versione completa : Problema copyright


Delale
25-03-2013, 23:11
Salve, spero di essere nella sezione giusta (le altre non mi sembravano appropriate):

capita spesso di vedere nei footer di vari siti, anche piccoli, la dicitura del copyright, ma leggendo in rete sembra che indicare semplicemente "copyright by ecc..." non serva a nulla, perchŔ il diritto di autore dove previsto nasce in contemporanea con la realizzazione dell'opera stessa e ci˛ che conta Ŕ poter dimostrare l'effettiva titolaritÓ dell'opera. E' corretto questo? e se corretto cosa si pu˛ fare per tutelare il proprio diritto d'autore, ad esempio come si fa per la musica con la SIAE?

Per quanto riguarda siti che non pubblicano direttamente opere d'ingegno, come ad esempio bacheche in sui si pubblicano inserzioni, ha senso inserire il copyright secondo voi, o no? Il copyright si limiterebbe solo al sito in se, non ai suoi contenuti...

Visto che ci sono faccio anche un esempio...esiste il sito www.prezzofelice.it ma in home di questo sito non Ŕ indicato nulla in merito al copyright, forse perchŔ non ci sono opere di ingegno da tutelare....se io realizzassi un sito di noleggio e lo chiamassi ad esempio www.noleggiofelice.it, potrei avere problemi per via del nome?

br1
25-03-2013, 23:24
Grossi problemi... dovresti dimostrare per vie legali di avere il diritto di utilizzare quel nome per poterlo strappare a chi gia' l'ha registrato... :fagiano:

Delale
25-03-2013, 23:54
Originariamente inviato da br1
Grossi problemi... dovresti dimostrare per vie legali di avere il diritto di utilizzare quel nome per poterlo strappare a chi gia' l'ha registrato... :fagiano:

Ciao br1...che intendi per giÓ registrato? nell'esempio il sito che esiste Ŕ www.prezzofelice.it, io userei un nome simile perchŔ contiene il nome dell'argomento che tratto (noleggio) e ci aggiungo felice, ma come tipologia di sito Ŕ differente dal primo

cyberman
26-03-2013, 15:19
Originariamente inviato da Delale
Salve, spero di essere nella sezione giusta (le altre non mi sembravano appropriate):

capita spesso di vedere nei footer di vari siti, anche piccoli, la dicitura del copyright, ma leggendo in rete sembra che indicare semplicemente "copyright by ecc..." non serva a nulla, perchŔ il diritto di autore dove previsto nasce in contemporanea con la realizzazione dell'opera stessa e ci˛ che conta Ŕ poter dimostrare l'effettiva titolaritÓ dell'opera. E' corretto questo? e se corretto cosa si pu˛ fare per tutelare il proprio diritto d'autore, ad esempio come si fa per la musica con la SIAE?


esatto il diritto d'autore nasce al momento della creazione dell'opera, semmai Ŕ la prova dello stesso a richiedere ulteriori tutele come la siae.



Per quanto riguarda siti che non pubblicano direttamente opere d'ingegno, come ad esempio bacheche in sui si pubblicano inserzioni, ha senso inserire il copyright secondo voi, o no? Il copyright si limiterebbe solo al sito in se, non ai suoi contenuti...


non prorio. Se io ho una banca dati in cui sono inserti dati che magari non ho inserito io ma gli utenti (sito annunci forum ecc) il copyright ha un senso eccome. Intanto sono protette anche le banche dati e relativi contenuti per cui io non posso "copiare" quella banca dati, oppure organizzare quei dati allo stesso modo di un'altra. Infatti qui l'opera di ingegno consiste proprio nel modo in cui i dati vengono organizati ed elaborati non tanto nel dato in se che potrebbe essere contenuto anche in altre banche dati (ad esempio pubblico un'inserzione di vendita di auto in pi¨ siti di annunci).

In secondo luogo la rivendicazione di copyright ha una duplice valenza: la prima Ŕ quella di essere riconosciuti come autori dell'opera (c.d. diritti morali), in secondo luogo ci sono i diritti di sfruttamento sui contenuti stessi, che possono essere ceduti o meno al titolare della piattaforma. Quindi, il detetentore del sito di annunci, se da un lato non puo' rivendicare la petrnitÓ dell'annuncio, ha comunque il diritto si utilizzarlo e renderlo visibile in base alle condizioni di accesso alla piattaforma eventualmente date, ed eventualmente trarne vantaggio dallo sfruttamento economico dello stesso



Visto che ci sono faccio anche un esempio...esiste il sito www.prezzofelice.it ma in home di questo sito non Ŕ indicato nulla in merito al copyright, forse perchŔ non ci sono opere di ingegno da tutelare....se io realizzassi un sito di noleggio e lo chiamassi ad esempio www.noleggiofelice.it, potrei avere problemi per via del nome?

Questo esula un po' dalla tematica del diritto d'autore rientrando pi¨ nella tematica (connessa ma differente) della concorrenza sleale. Alcune pronunce hanno infatti stabilito che qualora un marchio depositato venga utilizzato non dai titolari come url (o parte di essa) di un sito, ci puo' essere concorrenza sleale. Ad esempio se io mi chiamo Giovanni Ferrari e se facessi (per assurdo) un sito Ferrari.it (anche non direttamente collegato al mondo dell'auto) potrei incorrere in una azione legale da parte della casa automobilistica Ferrari, la quale depositando il marchio prima di me, ha diritto a tutelare il suo marchio anche sul web.

Il fatto che non ci siano segni evidenti di copyright, come tu stesso affermi, Ŕ in realtÓ privo di rilevanza giuridica. Inoltre in questo caso semmai l'indagine va fatta sull'eventuale deposito del marchio presso la camera di commercio.

Delale
26-03-2013, 20:35
non prorio. Se io ho una banca dati in cui sono inserti dati che magari non ho inserito io ma gli utenti (sito annunci forum ecc) il copyright ha un senso eccome. Intanto sono protette anche le banche dati e relativi contenuti per cui io non posso "copiare" quella banca dati, oppure organizzare quei dati allo stesso modo di un'altra. Infatti qui l'opera di ingegno consiste proprio nel modo in cui i dati vengono organizati ed elaborati non tanto nel dato in se che potrebbe essere contenuto anche in altre banche dati (ad esempio pubblico un'inserzione di vendita di auto in pi¨ siti di annunci).

Ciao Cyberman, innanzitutto grazie per l'esaustiva risposta.

Per quanto riguarda il discorso dei database non capisco come pu˛ qualcuno copiarmelo: io lo creo mediante info che gli utenti mi forniscono e per le quali mi danno l'autorizzazione al trattamento...giÓ il fatto di copiare un database non pubblico mi sembra reato...inoltre se non ha ricevuto i dati direttamente dagli utenti come me(in tal caso allora il suo databse Ŕ legittimo, come il mio) li sta rubando ed allora il problema del copyright Ŕ il minore che si va a creare


In secondo luogo la rivendicazione di copyright ha una duplice valenza: la prima Ŕ quella di essere riconosciuti come autori dell'opera (c.d. diritti morali), in secondo luogo ci sono i diritti di sfruttamento sui contenuti stessi, che possono essere ceduti o meno al titolare della piattaforma. Quindi, il detetentore del sito di annunci, se da un lato non puo' rivendicare la petrnitÓ dell'annuncio, ha comunque il diritto si utilizzarlo e renderlo visibile in base alle condizioni di accesso alla piattaforma eventualmente date, ed eventualmente trarne vantaggio dallo sfruttamento economico dello stesso

Il diritto all'utilizzo delle info che io sappia le si da al momento del consenso dell'informativa e dei termini di utilizzo del sito, non c'entra il copyright




Questo esula un po' dalla tematica del diritto d'autore rientrando pi¨ nella tematica (connessa ma differente) della concorrenza sleale. Alcune pronunce hanno infatti stabilito che qualora un marchio depositato venga utilizzato non dai titolari come url (o parte di essa) di un sito, ci puo' essere concorrenza sleale. Ad esempio se io mi chiamo Giovanni Ferrari e se facessi (per assurdo) un sito Ferrari.it (anche non direttamente collegato al mondo dell'auto) potrei incorrere in una azione legale da parte della casa automobilistica Ferrari, la quale depositando il marchio prima di me, ha diritto a tutelare il suo marchio anche sul web.

Il fatto che non ci siano segni evidenti di copyright, come tu stesso affermi, Ŕ in realtÓ privo di rilevanza giuridica. Inoltre in questo caso semmai l'indagine va fatta sull'eventuale deposito del marchio presso la camera di commercio.

In merito mi pare di rcicordare un episodio relativo al marchio di moda Valentino, che intent˛ causa contro una persona che aveva utilizzato il nome Valentino come marchio e fu respinta perchŔ anche questa persona faceva di nome Valentino ecc...ora non saprei, ma per quanto riguarda prezzofelice e noleggiofelice non penso che prezzofelice possa rivendicare la titolaritÓ del termine felice, soprattutto se i siti riguardano ambiti differenti...cmq sai per caso come si pu˛ controllare se un marchio Ŕ depositato presso la camera di commercio? (vedendo bene prezzofelice non ha nemmeno le info in home page, per vedere la sua P IVA bisogna entrare nella sezione chi siamo...)

Loading