PDA

Visualizza la versione completa : [Consiglio] Cambiare lavoro - settore GIS o sviluppo web?


readytotakeoff
01-04-2013, 12:13
Ciao a tutti :) , chiedo un consiglio a chi Ŕ piu esperto di me e/o Ŕ giÓ passato nelle acque in cui mi trovo ora:sto molto seriamente valutando di cambiare lavoro e sono assalito da mille e pi¨ dubbi. Vi chiedo se possibile di non essere ironici e di portarmi la vostra esperienza...

In breve: ho quasi 30 anni, sono ingegnere informatico e lavoro da quando ho finito l'universitÓ (cioe 5) in una piccola azienda - 10 persone - di un settore industriale molto di nicchia, quello dei software e servizi GIS (ossia: applicazioni il cui valoro Ŕ dato dalla gestione dei dati geografici).
Sono in sostanza l'unico informatico in ditta e dunque curo/dirigo gli sviluppi SW, oltre che parte dell'IT aziendale: insomma, Ŕ un one-man-show, e questa cosa la detesto!!! Ovviamente, nonostante la ditta faccia preminentemente SW e gli sviluppi siano di piccola
entitÓ, l'ingegneria del SW Ŕ poco conosciuta, le persone che programmano non hanno molto background informatico e io cerco di fare il possibile per dare un minimo di ingegnerizzazione al processo di sviluppo. In questi anni ho usato diversi linguaggi (Java, Python, PHP, Javascript) e tecnologie, ed ho fatto un'esperienza nel design delle architetture SW a 360 gradi, ma mi rendo conto di non avere una vera e propria conoscenza DI DETTAGLIO
dei linguaggi/tecnologie che ho usato proprio perchŔ a lavoro non c'Ŕ mai l'esigenza/opportunitÓ di applicarla realmente.
Questo Ŕ il punto ed il problema: il mio background Ŕ molto orizzontale!
A casa, dopo il lavoro, studio molto per conto mio, ma la conoscenza che accumulo Ŕ teorica e so benissimo che non serve molto perchŔ nei colloqui di lavoro vogliono che tu abbia ESPERIENZA, non conoscenza teorica. Ad esempio, nei colloqui mi chiedono se ho usato Spring, Hibernate, etc.. io li conosco ma a lavoro non li usiamo, o li usiamo pochissimo e per brevi periodi. Ed Ŕ ovvio che preferiscano chi ha meno anni di me e piu esperienza con essi!

Ora, come avrete capito mi sono stufato :ciauz: : oltre a non guadagnare come mi aspetterei dopo 5 anni, voglio trovarmi un posto di lavoro dove posso fare esperienza SERIA con ci˛ che mi interessa: lo sviluppo web. Ho 30 anni, voglio dare una direzione diversa alla mia carriera ma purtroppo esperienza ora non la far˛ piu!!! Ho fatto tanti colloqui negli ultimi 2 anni, ma ho trovato davvero poche porte aperte e si sono dimostrate solo inganni. E vi anticipo che purtroppo parlare con i miei capoccia della mia situazione e della situazione dello sviluppo SW in azienda per cambiarla Ŕ inutile: ci ho giÓ provato e ci hanno provato giÓ altri prima di me, fallendo...Non vogliono sentire ragioni, si tira a campare e questo porterÓ - a mio avviso - l'azienda alla rovina nel prossimo futuro. :cry:

Vi chiedo: secondo voi ha senso che esca dall'ambiente GIS (che pure Ŕ piccolo e un po' in crisi) e provi a riciclarmi come sviluppatore web anche se ho poca esperienza? Cosa fareste voi al mio posto??? Al di lÓ di tutto, mi sto sempre pi¨ convincendo che cercher˛ lavoro all'estero..)

Grazie!

superifa
03-04-2013, 12:40
Ciao RTTO,
mi occupo di GIS e Remote Sensing da circa 16 anni per la pubblica amministrazione.
E' vero che la crisi del lavoro ha portato a forti dubbi sulla effettiva capacitÓ, del settore in questione, di sostenere proficuamente il lavoro e le aspettative di un uomo di 30 anni, in particolar modo se occupato nel settore privato.
E' di questi gg l'enorme debito che lo Stato ha con le imprese per insolvenza e per, ahimŔ, altre tristi e note questioni.
Per˛ mi sento di commentare in maniera moderatamente ottimistica, i dubbi e le incertezze che hai espresso.

Il "sistema" Italia ha sviluppato l'unica costellazione di 4 payload satellitari per immagini radar nel mondo, con importanti prospettive di sviluppo del mercato del lavoro e della ricerca. I sistemi radar forniscono differenti spunti di produzione in svariati settori dell'osservazione dallo spazio: dalla prevenzione dei disastri naturali, allo studio di correnti marine, dalla valutazione dei sistemi urbanistici/paesaggistici al monitoraggio delle subsidenze, dalle valutazioni di incendi e biomasse vegetali al monitoraggio del traffico navale marittimo e non ultimo le applicazioni DinSar (Permanent Scatter per il monitoraggio di edifici e manufatti, in termini di scostamento millimetrico).
Come di sicuro saprai meglio di me, sono tutti settori che necessitano di competenze specifiche per lo sviluppo di applicazioni WEB per la rappresentazioni di dati (vettoriali e quindi ambito GIS) e/o cartografia specifica per rispondere alle necessitÓ della societÓ civile. Il settore dell'edilizia e dell'industria non opera solo in Italia, ma spesso grandi compagnie italiane lavorano e realizzano dei manufatti importanti anche all'estero.

Certamente una casa USA di software ha, ed ha avuto, una leadership indiscussa nel settore per molto tempo, ma i costi di licenze EDN piuttosto che della sola parte server, credo penalizzino chiunque voglia cimentarsi in un investimento sulla propria pelle.
D'altra parte Ŕ anche vero che da qualche tempo software tipo QGIS, ma non solo, hanno raggiunto una sicura maturitÓ, tanto da poter iniziare a parlare di soluzioni a basso costo (client servere e/o WEB), ma ugualmente affidabili per piccole e medie imprese. Non parlo di soluzioni enterprise, per quanto l'accoppiata con soluzioni di tipo RDBMS come PostgresSql e PostGis costituiscono una bella sfida a brand di settore molto noti (SQL, ORACLE, ect.), quanto di soluzioni che per realtÓ medie (Comuni, Province, ect.) sono certamente allettanti per l'elevato grado di scalabilitÓ, customizzazione e, cosa di non poco conto, economicitÓ.
Il codice gratuito e la libertÓ di personalizzazione in ambienti "familiari" come Phyton, costituiscono elementi interessanti per ottenere discrete soddisfazioni.

Concludo questa mia altrimenti divento prolisso, invitandoti a riflettere su due punti:
- si parla di sensori di seconda generazione della stessa costellazione, il che significa che si lavorerÓ ancora a lungo con questo genere di tecnologia e che per qualche tempo i sensori in orbita saranno 6;
- quanti sviluppatori web costituiscono forza lavoro di fatto produttiva dal punto di vista economico?

Un sincero in bocca al lupo

Stefano

Loading