PDA

Visualizza la versione completa : Finanziamento ai partiti


Goo21
01-06-2013, 00:48
nessun finanziamento dallo stato...bla bla bla...donazioni da parte dei cittadini...bla bla bla ...

Ma poi
"a giugno 2015, i cittadini potranno dichiarare sulla propria dichiarazione dei redditi a quale partito assegnare il proprio 2xmille.
...
...

C'è però un altro aspetto controverso che riguarda il cosidetto inoptato, poco gradito ai deputati grillini. Con questa misura, in pratica, nel caso in cui i cittadini non dichiarino espressamente a quale partito destinare il proprio 2xmille, la quota verrà "spalmata" in maniera proporzionale a tutti i partiti politici, proprio come accade con l'8x1000 alla Chiesa Cattolica."
http://it.finance.yahoo.com/notizie/finanziamento-pubblico-ai-partiti-governo-mette-punto-154153651.html

No, aspè...questi so magnifici! sono dei grandi!
con l'8x1000 le associazioni religiose si pigliano circa 1 miliardo l'anno...quindi col 2x1000 i partiti si prenderanno circa 250 milioni

Quest'anno solo 160 milioni, ma dal 2015 almeno 250 milioni l'anno, ogni anno! BENE! :fagiano:

E se qualche partito rinuncia alla sua quota questa che fine fa?...come nel caso degli enti religiosi invece di ritornare allo stato viene ri-divisa tra chi i soldi non li rifiuta? OTTIMO! :fagiano: :fagiano:


ITALIANIIIIIIII :ciapet:

Goo21
01-06-2013, 00:49
spero di sbagliarmi :incupito:

Goo21
01-06-2013, 14:24
L’articolato licenziato dal governo non è un provvedimento anti-Casta, ma pro-Casta. Guardate, per esempio, il capitolo delle nuove norme dedicato alla tanto strombazzata trasparenza. Non una riga è dedicata alla fondazioni, diventate come è noto, il canale attraverso cui gli esponenti politici ricevono milioni di euro da aziende e privati nell’opacità più assoluta.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/06/01/governo-letta-limbroglio-della-legge-sui-finanziamenti-ai-partiti/612877/

:madai!?:

lnessuno
01-06-2013, 17:47
Un'altra legge truffa, alla faccia a chi li ha votati anche questa volta. Tanto lo sanno che i loro elettori lunedì si saranno già dimenticati tutto, secondo me hanno fatto bene :D

lnessuno
01-06-2013, 18:07
Disegno di legge, non ancora legge... pardon :)

Comunque.


E VENNE IL GIORNO DELL’ABOLIZIONE DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI. In questo giorno ci saremmo aspettati che le stelle precipitassero, il sole si oscurasse, apparizioni mistiche si appalesassero, il clima si sconvolgesse (quello in effetti sta accadendo), Massimo D’Alema si ritirasse in eremitaggio, Veltroni partisse davvero per l’Africa e Berlusconi si desse all’ippica (possibilmente senza assumere nuovi stallieri di nome Mangano). In realtà, a parte un po’ di freddo fuori stagione, ancora i muri della Capitale non grondano sangue. Perché? Beh, è semplice! I partiti non si sono tagliati un bel niente. E questo non solo perché il testo licenziato dal Governo Letta non entrerà pienamente in vigore prima di 3 anni, né perché il 2 per mille da destinare ai partiti significa teoricamente che questi potrebbero, considerando che il 2 per mille dell’Irpef sarebbe ammontato quest’anno a più di 300 milioni, addirittura guadagnarci. Ma soprattutto perché quello che è uscito da Palazzo Chigi è un disegno di legge e non un decreto legge! E quindi conta tanto come una proposta che, presentata in Parlamento, verrà con ogni probabilità, fatta a pezzi e infarcita di commi e cavilli finchè dell’abolizione resterà soltanto il titolo.

Quindi per questo motivo i morti non camminano ancora: in realtà non hanno fatto un bel niente. Ma vi sembra che di tutto questo parlino i telegiornali o i quotidiani online? Qualcuno secondo voi parla anche solo di sfuggita della macroscopica, sonora e definitiva presa per i fondelli? Quello che fa il Governo Letta non è nient’altro che un’operazione di marketing in grande stile ma, se approfondite anche minimamente, vi renderete conto che in realtà è tutta fuffa.

Tutta o quasi. In realtà qualcosa di solido c’è: l’ennesimo tentativo di far fuori il MoVimento 5 stelle. Giorni fa ci siamo prodigati a far capire che il ddl presentato dalla Finocchiaro era un’esca avvelenata perché obbligava, per presentarsi alle elezioni, i soggetti politici a dotarsi di Statuto e di procedure di voto interno, obbligandoci a diventare un partito o a restar fuori dal Parlamento. Oggi il “democratico” Letta ci dice che per raccogliere fondi e per poter usufruire di spazi sui media dovremmo fare la stessa cosa: trasformarci in un Partito. Come a dire: dietro la faccia curiale di Letta o quella professorale della Finocchiaro cova lo stesso desiderio. Quello di farci fuori. E nel frattempo, invece, è già partita la sceneggiata: i tesorieri dei partiti si stracciano le vesti, minacciano licenziamenti di massa, piangono sulle ceneri del sistema partitico. E ne hanno ben donde: oggi hanno gettato un’altra palata di terra sulla fossa in cui hanno sepolto la democrazia.

Tutto questo deve passare in Parlamento però. E, dopo un’altra giornata passata in Commissione, vi assicuro che ormai io qua ci ho piantate le tende e che li aspetto: siamo più agguerriti che mai!

http://carlaruocco.wordpress.com/2013/05/31/diario-quotidiano-abolizione-finanziamento-ai-partiti-la-farsa-nella-farsa

Nuvolari2
01-06-2013, 20:47
Originariamente inviato da lnessuno
Un'altra legge truffa, alla faccia a chi li ha votati anche questa volta. Tanto lo sanno che i loro elettori lunedì si saranno già dimenticati tutto, secondo me hanno fatto bene :D

Esatto. Ormai hanno capito che possono fare ciò che vogliono ma tanto ci sarà sempre qualcuno disposto a votarli. Poi con il fenomeno dell'astensionismo in crescita, figurarsi: sono ancora più sicuri di poter continuare imperterriti a prenderci per il culo. I pecoroni li continuano a votare, e d'altro canto chi è contrario invece che votare per altri, smette semplicemente di partecipare alle elezioni, lasciando loro il campo aperto.

Fanno benissimo a prenderci i nostri soldi e a farci pure il dito medio fuori da montecitorio. Non è che "ce lo meritiamo"... è che proprio li aiutiamo a farlo!!

deleted_x
03-06-2013, 22:29
Che strano non vedere interventi pieni di assolute verità.

Nuvolari2
04-06-2013, 01:40
Tra l'altro questa storia della donazione in dichiarazione dei redditi è una gravità enorme: in pratica il voto non sarà più segreto, perchè con buona approssimazione possiamo dire che chi risulta aver dato il suo 2x1000 alla tal forza politica, l'ha pure votata.

È una legge indecente, che non solo non riduce il finanziamento pubblico ma addirittura riesce a schedare una parte degli elettori.

URANIO
04-06-2013, 09:44
Originariamente inviato da Nuvolari2
Tra l'altro questa storia della donazione in dichiarazione dei redditi è una gravità enorme: in pratica il voto non sarà più segreto, perchè con buona approssimazione possiamo dire che chi risulta aver dato il suo 2x1000 alla tal forza politica, l'ha pure votata.

Be ni, non sei obbligato a donare il tuo 2x1000 ad una specifica forza politica.
Il problema, come si diceva sopra, è che si tratta comunque di un finanziamento pubblico ai partiti, bisogna vedere poi quanti soldi effettivamente sono.
Il vantaggio, secondo me, è che i soldi che prenderanno saranno legati all'andamento dell'economia e quindi "meglio fanno" = "+ soldi".

Trichome
04-06-2013, 09:49
Potrei sbagliarmi e adesso non posso verificare ma, da quanto ho capito, se non è espressamente dichiarata una diversa causale il 2x1000 finisce direttamente alla politica.

Loading